Adone Stellin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adone Stellin
Benito Sarti.jpg
Adone Stellin (a sinistra) con la maglia del Padova.
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 1953
Carriera
Squadre di club1
1939-1941 Udinese Udinese 6 (0)
1941-1942 Padova Padova  ? (?)
1942-1943 Bassano Virtus Bassano Virtus  ? (?)
1944 Cormonese Cormonese 5 (0)
1945-1947 Padova Padova 47 (?)
1947-1948 Genoa Genoa 20 (?)
1948-1951 Bari Bari 79 (0)
1951-1952 Toma Maglie Toma Maglie  ? (?)
1952-1953 Bari Bari  ? (?)
Nazionale
1948 Italia Italia 2 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Adone Stellin (Schio, 3 marzo 1921Padova, 14 maggio 1996) è stato un calciatore italiano, di ruolo terzino.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Iniziò la sua carriera da professionista in Serie B con l'Udinese dove disputò due campionati. I primi anni militò in squadre del nord Italia e si distinse principalmente con quella del Padova. Nella stagione 1947-1948 viene ingaggiato dal Genova allenato dall'inglese William Garbutt e in seguito da Federico Allasio.

L'esordio in Serie A avvenne il 12 ottobre 1947, alla quinta giornata di campionato, nella gara con l'Alessandria che si concluse con la vittoria della squadra ligure per 3-0.

Dopo l'esperienza con il Genova, Stellin passò al Bari allenato dall'ungherese György Sarosi che lo fece giocare 32 volte nella stagione 1948-1949 e 26 volte nel campionato 1949-1950 che si concluse con la retrocessione della squadra pugliese in Serie B. Fu l'ultima sua stagione nella massima serie.

In seguito giocò ancora per un anno con il Bari in Serie B per poi passare al Maglie allenato da Carlo Alberto Quario vincendo il campionato di Serie C 1951-1952.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 1948 partecipò ai Giochi olimpici di Londra disputando 2 gare nella Nazionale italiana allenata da Vittorio Pozzo. L'esordio con la Nazionale avvenne il 2 agosto 1948 a Brentford contro gli USA, in una gara valevole per gli ottavi di finale. La partita, durante la quale realizzò una rete su calcio di rigore, terminò con il risultato di 9-0 a favore dell'Italia. La seconda gara, valevole per i quarti di finale, fu giocata a Londra contro la Danimarca che si aggiudicò l'incontro per 5-3.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]