A World Without Heroes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A World Without Heroes
Artista Kiss
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1981
Durata 2 min : 42 s
Album di provenienza Music from "The Elder"
Dischi 1
Tracce 2
Genere Pop rock
Power ballad
Etichetta Casablanca
Produttore Bob Ezrin
Registrazione 1981
Formati 7"
Note #55 Regno Unito[1]
#56 Stati Uniti[1]
Kiss - cronologia
Singolo precedente
Tomorrow / Naked City
(1980)
Singolo successivo
I / The Oath (1981)

A World Without Heroes è un brano dei Kiss, pubblicato all'interno dell'album Music from "The Elder" il 10 novembre 1981.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Il brano (il cui nome inizialmente doveva essere Every Little Bit of Your Heart, modificato in seguito per renderlo attinente all'album[2]) è una power ballad cantata da Gene Simmons, composta da lui stesso assieme a Paul Stanley, Bob Ezrin e Lou Reed. A World Without Heroes è l'unico brano dell'album ad essere stato pubblicato come singolo, assieme a Dark Light, brano composto da Ace Frehley presente come B-side.

Per promuovere il singolo (che raggiungerà la cinquantaseiesima posizione negli Stati Uniti[1] e la cinquantacinquesima nel Regno Unito[1]) è stato realizzato un video (il primo dei Kiss ad essere trasmesso su MTV[3]) in cui si vede il gruppo esibirsi in uno spazio nero in cui i membri del gruppo sono illuminati da un occhio di bue. Di questo brano esiste anche una versione acustica, presente nell'album Kiss Unplugged del 1996.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1991 la cantante americana Cher ne ha rifatto una versione che ha poi incluso nel suo album Love Hurts.
  • Una interpretazione del brano, ad opera dell'artista David Gionfriddo, è presente nel CD Kissed By Kiss (che comprende 22 cover di brani dei Kiss suonate da artisti e band italiane), allegato al libro omonimo (Celtic Moon Edizioni, 2014), enciclopedia kissiana dedicata alle collaborazioni che i singoli membri dei Kiss hanno effettuato con altri artisti.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Pagina dedicata alle posizioni in classifica dei singoli dei Kiss, a cura di Julian Gill
  2. ^ Ken Sharp. The Return of KISS - It's Time for Spectacle, articolo pubblicato sulla rivista Goldmine numero 147 del 19 luglio 1996.
  3. ^ Gooch, Curt e Jeff Suhs. KISS Alive Forever: The Complete Touring History. Billboard Books, 2002
  4. ^ Lista dei collaboratori nelle registrazioni dei Kiss, dal sito kissfaq.com
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock