Vincenzo Mannino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vincenzo Mannino (Roma, 6 aprile 1930Roma, 1999) è stato uno sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea in giurisprudenza e nella prima metà degli anni '60 comincia a scrivere sceneggiature per il regista Alberto De Martino, suo compagno di università, realizzando con lui una decina di film. Nel 1973, con La polizia incrimina, la legge assolve, comincia una lunga collaborazione con lo sceneggiatore e produttore Gianfranco Clerici.

Dai primi lavori nel genere western all'italiana (Django spara per primo, 1966) si dedica anche al thriller (5 donne per l'assassino, 1974), l'horror (L'anticristo, 1974), il poliziottesco (Roma violenta, 1975) e la commedia (Io sto con gli ippopotami, 1979), toccando perfino il mondo movie (Nudo e crudele, 1984). Collabora, fra gli altri, con i registi Enzo G. Castellari, Umberto Lenzi, Lucio Fulci. Marino Girolami

Dai primi anni '90 si dedica quasi esclusivamente a scrivere fiction televisive e film per la TV.

Ha utilizzato gli pseudonimi Vincenzo Flamini, Vincent Mann, Vincent Mannino, Frank Walker, Vincent Walker, Frank Weller.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luca M. Palmerini, Gaetano Mistretta, Spaghetti Nightmares, M&P, 1996, ISBN 8886839006
  • Roberto Curti, Italian Crime Filmography, 1968–1980, McFarland, 2013, ISBN 1476612080

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4330154983543267860004 · BNF (FRcb17787820h (data) · WorldCat Identities (ENviaf-4330154983543267860004