Val Petronio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Val Petronio
Val Petronio-IMG 0736.JPG
Vista panoramica della valle da Castiglione Chiavarese.
Stati Italia Italia
Regioni Liguria Liguria
Province Genova Genova
Località principali Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Moneglia, Sestri Levante
Comunità montana Comunità Montana Val Petronio
Fiume Petronio
Cartografia
Mappa della Valle

La val Petronio è un'antica valle (Valle Petronia), conosciuta già al tempo dell'Impero romano, della città metropolitana di Genova.

Il territorio[modifica | modifica wikitesto]

La valle posta nell'estremo levante del territorio metropolitano genovese, al confine con la provincia della Spezia, prende il nome dal torrente omonimo che qui scorre attraversando la valle. La vallata unisce quattro comuni, di cui due sulla costa (Sestri Levante e Moneglia), e i restanti comuni posti nell'entroterra ligure (Casarza Ligure e Castiglione Chiavarese).

Territori sottoposti all'abbazia di San Colombano di Bobbio, fin dall'epoca longobarda i monaci colombaniani introdussero importanti innovazioni agricole sviluppando il territorio ed i commerci verso il nord dell'Italia. Proprio l'unione di questi comuni, diversi geograficamente, contribuisce alla naturalezza straordinaria di questa valle composta dalle alte coste ai quasi 1000 m dei suoi monti.

Escursionismo[modifica | modifica wikitesto]

Nei suoi sentieri naturalistici si ripercorrono gli antichi camminamenti romani, come la Via del Bracco antica strada collegante la Liguria con l'Italia centrale. Andando verso sud si tocca invece il Sito di importanza comunitaria (SIC) denominato Punta Baffe - Punta Moneglia - Val Petronio, e si può salire fino al Monte Moneglia[1], che domina l'omonima località costiera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Casarza - Monte Moneglia - Ca' Bianca, associazione Sentieri a Levante. URL consultato il 21 settembre 2017.