Universo Esterno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Universo Esterno è una parte dell'universo fantastico creato dallo scrittore statunitense Howard Phillips Lovecraft.

L'universo di Lovecraft è come tante sfere l'una dentro l'altra (Sfere dell'esistenza). Ogni volta che ci si avvicina al centro, si trovano ambienti con una dimensione in più. Il concetto parte dal fatto che, siccome gli oggetti a due dimensioni non sono altro che proiezioni di oggetti a tre dimensioni, è facile supporre che gli oggetti a tre dimensioni non siano altro che proiezioni di oggetti a quattro, e che questi ultimi siano proiezioni di oggetti a cinque e così via. Si procede di questo passo finché la materia e il tempo cessano di avere significato, giungendo quindi nel luogo dove tutto questo ha inizio cioè alla corte di Azathoth, il cui caos mentale da via ad una serie di emanazioni psichiche che hanno portato e portano tuttora alla creazione di vari mondi. Dunque più lontani sono da Azathoth, meno complessa è la loro struttura dimensionale. Allontanandosi sempre di più le dimensioni degli oggetti diminuiranno finché non arriveranno ad uno e ha quindi fine l'universo materiale e incomincia quindi la zona esterna. Quella eterea ed immateriale: l'oltreverso.