Corte di Azathoth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Corte di Azathoth è un luogo immaginario presente in alcune opere dello scrittore Howard Phillips Lovecraft.

È descritto come un luogo al centro dell'universo. Le normali leggi del tempo e della fisica cessano di esistere. Vi dimora un immenso essere ripugnante di nome Azathoth. Costui è una creatura di dubbia intelligenza che attraverso una danza convulsa emana un'energia caotica che tiene insieme tutto l'universo.

Non si sa se la divinità si accorga davvero di avere questa funzione e molto probabilmente il suo stato confusionario non gli lascia nemmeno la facoltà di capire che sta ballando.

Ciò che si sa è che insieme a lui danzano altre creature divine che traggono dalla sua energia i poteri necessari per compiere i propri voleri. A osservare il tutto con cinico distacco c'è Nyarlathotep. Non si sa quali siano gli scopi di questa inquietante creatura, ma è certo che serve Azathoth e le altre divinità in veste di messaggero e che li odia tutti, compreso l'universo che creano in continuazione.

Se un giorno Azathoth smettesse di danzare, tutto l'universo crollerebbe su se stesso insieme alla divinità. Probabilmente è proprio Nyarlatothep colui che sta cercando di risvegliare Azathoth dal suo stato di torpore forsennato.

Fantascienza Portale Fantascienza: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantascienza