Umberto Buratti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Umberto Buratti
Umberto Buratti daticamera 2018.jpg

Sindaco di Forte dei Marmi
Durata mandato 28 maggio 2007 –
11 giugno 2017
Predecessore Roberto Bertola
Successore Bruno Murzi

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVIII (Dal 25/09/2018)
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Circoscrizione Toscana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PSI (Fino al 1994)
FL (1994-1998)
DS (1998-2007)
PD (Dal 2007)
Professione Commercialista

Umberto Buratti (Forte dei Marmi, 29 marzo 1960) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vive a Forte dei Marmi (Lucca); di professione è commercialista, iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Lucca.[1]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Entra in politica sin da giovane, iscrivendosi alla fine degli anni '70 al Partito Socialista Italiano, con cui nel 1990 viene eletto Consigliere comunale a Forte dei Marmi, rieletto anche nel 1997 e nel 2002.[2]

Col il tramonto del PSI nel 1994 aderisce al Federazione Laburista di Valdo Spini, per poi confluire nei DS e quindi nel Partito Democratico.[3]

Alle elezioni amministrative del 2007 viene eletto Sindaco di Forte dei Marmi a capo di una lista civica di centro-sinistra,[4] venendo rieletto anche nel 2012.[5]

Elezione a deputato[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2018 è candidato alla Camera dei Deputati, nelle liste del Partito Democratico nella circoscrizione Toscana, risultando tuttavia il primo dei non eletti.[6]

Diviene deputato il 25 settembre 2018, subentrando a David Ermini, eletto membro laico del CSM.[7][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ XVIII Legislatura - Deputati e Organi - Scheda deputato - BURATTI Umberto, su www.camera.it. URL consultato il 27 settembre 2018.
  2. ^ CV Umberto Buratti (PDF), su ww2.gazzettaamministrativa.it.
  3. ^ Sottoscrivi C+, in Corriere della Sera. URL consultato il 27 settembre 2018.
  4. ^ Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, su elezionistorico.interno.gov.it. URL consultato il 27 settembre 2018.
  5. ^ Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, su elezionistorico.interno.gov.it. URL consultato il 27 settembre 2018.
  6. ^ Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, su elezionistorico.interno.gov.it. URL consultato il 27 settembre 2018.
  7. ^ Buratti in parlamento: elezione che mi sembrava impossibile - Cronaca - il Tirreno, in il Tirreno, 21 luglio 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  8. ^ Il Pd di Forte dei Marmi saluta con entusiasmo l'ingresso in parlamento di Umberto Buratti, su La Gazzetta di Viareggio. URL consultato il 27 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]