Teruel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo comune della Colombia, vedi Teruel (Colombia).
Teruel
comune
Teruel – Stemma Teruel – Bandiera
Teruel – Veduta
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of Aragon.svg Aragona
Provincia Teruel (provincia).svg Teruel
Territorio
Coordinate 40°20′37″N 1°06′26″W / 40.343611°N 1.107222°W40.343611; -1.107222 (Teruel)Coordinate: 40°20′37″N 1°06′26″W / 40.343611°N 1.107222°W40.343611; -1.107222 (Teruel)
Altitudine 915 m s.l.m.
Superficie 440,41 km²
Abitanti 35 675 (2014)
Densità 81 ab./km²
Comuni confinanti Albarracín, Alfambra, Celadas, Cella, Corbalán, Cubla, Cuevas Labradas, Peralejos, La Puebla de Valverde, Rubiales, Villastar
Altre informazioni
Cod. postale 44001 - 44003
Prefisso (+34) 978
Fuso orario UTC+1
Targa TE
Nome abitanti Turolensi
Comarca Comunidad de Teruel
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Teruel
Teruel
Sito istituzionale
Interno de la chiesa di San Pedro
Torre di San Martin
Plaza del Torico

Teruel è un comune spagnolo di 35.675 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia, situato nella comunità autonoma dell'Aragona.

La città ha dato il nome alla comarca della Comunidad de Teruel, della quale è il capoluogo. Di antica origine iberica col nome di Turba, è posta su un colle dei Monti Iberici meridionali alla sinistra del fiume Turia.

Nel 1986 l'UNESCO l'ha dichiarata patrimonio dell'umanità per la caratteristica architettura mudéjar dei suoi monumenti, soprattutto le torri di San Martín e San Salvador, che, rivestite di piastrelle ceramiche, ricordano gli antichi minareti e le danno un singolare aspetto orientale. Teruel infatti fu per lungo tempo un importante centro islamico e, quando Alfonso II d'Aragona nel 1171 conquistò la città, buona parte della popolazione araba vi rimase e testimoni di questa presenza sono i diversi monumenti del XII e XIII secolo in stile mudéjar caratteristico dei musulmani in territorio cristiano che unisce elementi tradizionali dell'arte araba, come l'uso dei mattoni e di alcuni ornamenti ceramici, all'arte romanica o gotica con cui è venuta in contatto. Dal secolo XII Teruel divenne un importante centro di produzione delle ceramiche e dal XVI secolo di lavorazione della lana e di fabbricazione di armi. È nota anche perché, durante la guerra civile dal 15 dicembre 1937 al 20 febbraio 1938 fu al centro di molte e lunghe battaglie fra repubblicani e nazionalisti. Con Albarracín è sede vescovile.

Patrimoni dell'umanità[modifica | modifica wikitesto]

La cattedrale

A Teruel sono presenti alcuni edifici inseriti nell'elenco dei patrimoni dell'umanità, assieme ad altri come architetture mudéjar d'Aragona

  • 378-001 Cattedrale di Santa Maria di Mediavilla, grande chiesa gotica mudéjar a tre navate, eretta nel secolo XII fu modificata nel 1257 con l'aggiunta di una torre e anche nei secoli XVI e XVIII subì alcune aggiunte. Interessante è soprattutto l'interno con il soffitto mudéjar della navata centrale e diverse cappelle; la sagrestia ospita il "tesoro" con opere di oreficeria di epoche diverse.
  • 378-002 Torre e chiesa di San Pedro, bella chiesa mudéjar con la torre uguale a quella della cattedrale del secolo XVI.
  • 378-003 Torre della chiesa di San Martín, mudéjar del XIII secolo, considerata la più bella delle torri di Teruel.
  • 378-004 Torre della chiesa del Salvador, del XVII secolo, una delle più belle torri mudéjar. All'interno della chiesa c'è una curiosa scultura lignea di Cristo de las tres manos' del Trecento.

Altri monumenti[modifica | modifica wikitesto]

  • San Francisco, chiesa gotica del 1391-1492.
  • Los Arcos, acquedotto a due ordini di arcate del 1538.
  • La Merced, chiesa con bella torre mudéjar del secolo XVI.
  • San Miguel, chiesa del secolo XII ma rifatta alla fine del XVII in stile barocco.
  • Castillo de Ambeles, fortificazione del XV secolo eretta sull'antico alcázar arabo.
  • Mausoleo de los Amantes, del secolo XIII che contiene i corpi mummificati dei celebri amanti di Teruel: Diego de Marcilla e Isabel de Segura che la tradizione vuole che siano morti per il dolore della loro separazione.
  • San Martín, chiesa del XVII secolo.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4119568-1
Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna