Teofano Ubaldo Stella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teofano Ubaldo Stella, O.C.D.
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo titolare di Anteopoli
Nato 14 luglio 1910
Ordinato presbitero 28 ottobre 1932
Consacrato vescovo 3 ottobre 1955
Deceduto 9 novembre 1978

Teofano Ubaldo Stella (Cassano d'Adda, 14 luglio 1910Milano, 9 novembre 1978) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Cassano d'Adda, Ubaldo Stella ebbe ancora molto giovane la vocazione al sacerdozio e per questo entrò nel seminario di Messina ove il padre, ferroviere, si era trasferito per motivi di lavoro quando questi era ancora piccolo. Nel 1925, quando il padre venne assegnato alla Milano-Torino e prese residenza stabile a Boffalora sopra Ticino, Teofano entrò nel seminario di Monza ove completò i propri studi, decidendo di entrare nell'Ordine dei Carmelitani Scalzi nel 1927, il 5 ottobre, professa i voti solenni nel convento di Concesa. Venne ordinato sacerdote il 28 ottobre 1932. Si trasferì quindi a Piacenza ove divenne insegnante nell'ordine.

Partì come cappellano militare in Etiopia durante la seconda guerra mondiale, rimanendovi dal 1936 al 1940 e decidendo poco dopo di intraprendere una missione in India, ove rimase dal 1940 al 1946, trascorrendo anche diversi anni in prigionia in campi di concentramento inglesi. Rientrato in Italia non fermò la propria vocazione all'evangelizzazione e partì alla volta del Medioriente dove nel 1948 fondò la missione nel Kuwait. Il 4 giugno 1955, in riconoscimento dell'impegno promosso per l'area, Pio XII nominò monsignor Stella alla carica di vescovo titolare di Anteopoli e vicario apostolico del Kuwait, venendo ordinato nel duomo di Milano il 3 ottobre di quello stesso anno dall'allora arcivescovo Giovanni Battista Montini (futuro papa Paolo VI) assieme a Tarcisio Vincenzo Benedetti, vescovo di Lodi, ed a Vincent Victor Dereere, vescovo di Trivandrum, entrambi dell'ordine dei carmelitani.

La tomba di mons. Teofano Ubaldo Stella nel cimitero di Boffalora sopra Ticino.

Colse l'occasione nel 1955 per tornare in visita ai genitori a Boffalora sopra Ticino. Tornò quindi in Kuwait avviò la costruzione della cattedrale della Santa Famiglia nel Deserto di Madinat al-Kuwait, benedicendone la prima pietra nel 1957 e consacrandola al suo completamento quattro anni dopo, il 16 marzo 1961. Dal 1962 al 1965 fu uno dei padri conciliari del Concilio Vaticano II, prendendo parte a tutte e quattro le sessioni. Il vescovo Stella lasciò il proprio impegno in Kuwait nel 1966 per fare ritorno a Milano Nel 1974 tenta di partire in missione alla volta del Texas ma a causa dell'età avanzata e per le frequenti malattie propese per restare definitivamente a Milano, dedicandosi alla predicazione in loco. Morì a Milano il 9 novembre 1978 e venne seppellito come da sua volontà nel cimitero di Boffalora sopra Ticino ove la sua salma si trova ancora oggi.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Prefetto apostolico del Kuwait Successore Template-Priest.svg
Titolo inesistente 29 giugno 1953 - 2 dicembre 1954 Elevato a vicario apostolico
Predecessore Vicario apostolico del Kuwait Successore BishopCoA PioM.svg
Sé stesso come prefetto apostolico 2 dicembre 1954 - marzo 1966 Victor León Esteban San Miguel y Erce
Predecessore Vescovo titolare di Anteopoli Successore BishopCoA PioM.svg
Livio Luis Haro Alvear 4 giugno 1955 - 9 novembre 1978 Vacante