Sportverein Mattersburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
SV Mattersburg
Calcio Football pictogram.svg
Logo Mattersburg.png
SVM
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Verde e Bianco.png Verde-bianco
Dati societari
Città AUT Mattersburg COA.svg Mattersburg
Nazione Austria Austria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Austria.svg ÖFB
Campionato Bundesliga
Fondazione 1922
Presidente Austria Martin Pucher
Allenatore Austria Gerald Baumgartner
Stadio Pappelstadion
(15 100 posti)
Sito web www.svm.at
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato di Erste Liga
1 Campionato di Regionalliga
Trofei nazionali
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Sportverein Mattersburg, abbreviato in SV Mattersburg o semplicemente Mattersburg (ufficialmente Sportverein Bauwelt Koch Mattersburg per motivi di sponsor) è una società calcistica austriaca con sede a Mattersburg, nel Burgenland.

Ha disputato 10 stagioni consecutive in Bundesliga, prima della retrocessione arrivata al termine della stagione 2012-2013.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club nacque il 19 giugno 1922 e ha sempre disputato campionati dilettantistici, fino alla promozione dalla Regionalliga alla Erste Liga nel 1999-2000. Nel 2002-2003 è salito per la prima volta nella massima categoria nazionale. Il Mattersburg ha una particolarità: nonostante il comune abbia solo 7.000 abitanti, ha già raggiunto una media di più di 11.000 spettatori a stagione. Questo anche perché si tratta dell'unico club nel Burgenland a disputare il campionato di massima categoria.

Nella prima stagione nella massima categoria il Mattersburg è giunto ottavo, nella stagione 2003-2004 ha raggiunto il quinto posto e nella stagione successiva è giunto settimo. Nel 2006-2007 la squadra allenata da Franz Lederer, un Mattersburger doc, è stata sorprendentemente a lungo seconda in classifica, anche se il margine di distanza dal Salisburgo di Giovanni Trapattoni era molto grande. Nel 2005-2006 il Mattersburg ha raggiunto - prima squadra del Burgenland - la finale della coppa d'Austria, che poi è andata persa per 0-3 contro l'Austria Vienna. Dal momento però che i violette si erano contemporaneamente laureati campioni d'Austria, il Mattersburg si è consolato con la qualificazione - la prima nella storia per il calcio del Burgenland - alla Coppa UEFA. Non è riuscito, però, a superare il Wisła Cracovia nel secondo turno di qualificazione.

Dopo 10 anni di militanza consecutiva in massima divisione, il Mattersburg è retrocesso in Erste Liga a seguito della sconfitta casalinga (0-1) patita il 26 maggio 2013, in occasione dell'ultima giornata di campionato, contro l'Admira Wacker Mödling, nello scontro diretto. In seguito alla retrocessione, il club ingaggia un nuovo tecnico, Alfred Tatar, mentre Lederer, dopo un decennio in panchina, diviene direttore sportivo[1].

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pappelstadion.

Il Mattersburg disputa le partite casalinghe al Pappelstadion, costruito nel 1952 in occasione del 30º anniversario della fondazione del club ed ingrandito, fra l'altro con la costruzione di una tribuna, nel 2007.

Al momento della sua inaugurazione, il Pappelstadion poteva ospitare 10 000 spettatori, mentre oggi la capienza è di 15 100 posti, dei quali 5 700 a sedere[2].

Il terreno di gioco, con fondo in erba naturale, misura 105 x 68 metri. L'impianto è stato scelto per ospitare la finale della ÖFB-Cup 2008-2009.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1999-2000
2002-2003, 2014-2015

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1952-1953, 1955-1956, 1956-1957, 2006-2007[3]

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 2006-2007
Finalista: 2005-2006, 2006-2007
Semifinalista: 2002-2003, 2017-2018

Storia competizioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Turno Paese Club Casa Trasferta Somma
2006–07 Coppa UEFA Q1 Polonia Wisła Kraków 1–1 0–1 1–2
2007–08 Coppa UEFA Q1 Kazakistan FC Aktobe 4–2 0–1 4–3
Q2 Svizzera Basilea 0–4 1–2 1–6
  • Q = Qualificazione

Rosa 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 18 agosto 2017

N. Ruolo Giocatore
1 Austria P Markus Kuster
4 Austria D Nedeljko Malić
5 Spagna D Cesar Ortiz
6 Austria D Philipp Erhardt
7 Austria C Manuel Seidl
8 Austria D Alois Höller
9 Ungheria A Barnabás Varga
10 Spagna C Jano
11 Austria C Andreas Gruber
12 Austria D Florian Hart
16 Austria C Mario Grgić
17 Austria C Rene Renner
N. Ruolo Giocatore
18 Austria D Lukas Rath
19 Austria A Stefan Maierhofer
20 Austria C Michael Perlak
22 Austria P Markus Böcskör
23 Austria D Julius Ertlthaler
25 Austria D Michael Novak
26 Spagna D Fran
27 Austria C Florian Sittsam
28 Austria D Michael Drga
29 Giappone C Masaya Okugawa
31 Austria D Thorsten Mahrer
32 Austria A Markus Pink
33 Austria A Patrick Bürger

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Austria Gerald Baumgartner
Allenatore in seconda: Austria Kurt Russ
Allenatore dei portieri: Austria Thomas Borenitsch
Medico sociale: Austria Prof. Dr. Ernst Schopp
Manager sportivo: Austria Franz Lederer
Massaggiatore: Austria Gerald Popovits

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Tatar neuer Mattersburg-Trainer, sportnet.at, 10 giugno 2013.
  2. ^ (DE) Willkommen im Pappelstadion, svm-fan.net. URL consultato il 26 maggio 2013.
  3. ^ Titolo ottenuto dalla squadra Amateure.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141756931 · GND (DE10343492-6
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio