Smash (The Offspring)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Smash
ArtistaThe Offspring
Tipo albumStudio
Pubblicazione8 aprile 1994[1][2]
Durata46:38
Dischi1
Tracce14
GenerePunk revival[3]
Hardcore punk[4][5]
Post-grunge[3]
Rock alternativo[3]
Pop punk[3]
Hard rock[3]
EtichettaEpitaph[3]
ProduttoreThom Wilson[4]
RegistrazioneTrack Record, North Hollywood, California, 1993-1994
NoteKillboy Powerhead è una cover dei Didjits.
È presente una traccia fantasma.
È l'album di una casa discografica indipendente più venduto di tutti i tempi[20].
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[6]
(vendite: 25 000+)
Francia Francia[7]
(vendite: 100 000+)
Norvegia Norvegia[8]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (4)[9]
(vendite: 280 000+)
Belgio Belgio[10]
(vendite: 50 000+)
Canada Canada (6)[11]
(vendite: 600 000+)
Europa Europa (2)[12]
(vendite: 2 000 000+)
Finlandia Finlandia (3)[13]
(vendite: 74 500+)
Giappone Giappone[14]
(vendite: 200 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[15]
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito[16]
(vendite: 300 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (6)[17]
(vendite: 6 000 000+)
Svezia Svezia[18]
(vendite: 100 000+)
Svizzera Svizzera[19]
(vendite: 50 000+)
The Offspring - cronologia
Album precedente
(1992)
Album successivo
(1997)
Singoli
  1. Come Out and Play
    Pubblicato: 1994
  2. Self Esteem
    Pubblicato: 1994
  3. Gotta Get Away
    Pubblicato: 1995

Smash è il terzo album in studio del gruppo musicale statunitense The Offspring, pubblicato l'8 aprile 1994 dalla Epitaph Records[1][2][3].

Detiene il record assoluto di vendite per una casa discografica indipendente, avendo venduto oltre 11 milioni di copie in tutto il mondo[20].

Il brano Time to Relax contiene esclusivamente parole e non è presente nelle musicassette.

L'etichetta ha annunciato il 17 giugno 2008[21] una ristampa rimasterizzata dell'album, con un nuovo libretto composto di 24 pagine.

L'album ha raggiunto la posizione numero 4 nella classifica Billboard 200[22] e la posizione numero 1 nella Heatseeker's Chart[23].

Nelle classifiche stilate da Kerrang! è stato posizionato al 54esimo posto nei "100 album da ascoltare prima di morire"[24], al quinto nei "50 album punk migliori di sempre"[25] e al settimo nei "50 album pop-punk migliori di sempre"[26].

Come Out and Play, Self Esteem e Gotta Get Away hanno avuto una forte rotazione su MTV e sulle radio[27], fino all'uscita di Americana[28].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Time to Relax – 0:25
  2. Nitro (Youth Energy) – 2:26
  3. Bad Habit – 3:43
  4. Gotta Get Away – 3:52
  5. Genocide – 3:33
  6. Something to Believe In – 3:17
  7. Come Out and Play – 3:17
  8. Self Esteem – 4:17
  9. It'll Be a Long Time – 2:43
  10. Killboy Powerhead – 2:02 – Didjits cover
  11. What Happened to You? – 2:12
  12. So Alone – 1:17
  13. Not the One – 2:54
  14. Smash – 10:40 – dopo 5:03 minuti dal termine del brano (4:05-9:08) inizia la traccia fantasma Come Out and Play (Reprise)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1995) Posizione
Australia[37] 11
Austria[38] 2
Belgio (Fiandre)[39] 11
Belgio (Vallonia)[40] 5
Canada[41] 4
Germania[42] 9
Nuova Zelanda[43] 12
Paesi Bassi[44] 18
Regno Unito[45] 75
Stati Uniti[46] 11
Svizzera[47] 6

Classifiche di fine decennio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1990–1999) Posizione
Stati Uniti[48] 56

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Offspring.com Archiviato il 18 dicembre 2008 in Internet Archive.
  2. ^ a b Epitaph.com
  3. ^ a b c d e f g Scheda su Allmusic.com
  4. ^ a b Allmusic.com
  5. ^ Recensione su Rhapsody.com
  6. ^ (DE) The Offspring, Smash – Gold & Platin, IFPI Austria. URL consultato il 23 luglio 2019.
  7. ^ (FR) Les Certifications, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 23 luglio 2019.
  8. ^ (NO) IFPI Norsk Platebransje, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2012).
  9. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 1997 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 23 luglio 2019.
  10. ^ (NL) Goud en Platina - 1995, Ultratop. URL consultato il 23 luglio 2019.
  11. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 23 luglio 2019.
  12. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards – 1996, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2013).
  13. ^ (FI) Offspring, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 luglio 2019.
  14. ^ (JA) ゴールド等認定作品一覧, Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 23 luglio 2019.
  15. ^ (EN) NZ Top 40 Albums Chart, The Official New Zealand Music Chart. URL consultato il 23 luglio 2019.
  16. ^ (EN) Offspring, Smash, British Phonographic Industry. URL consultato il 23 luglio 2019.
  17. ^ (EN) Offspring, Smash – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 23 luglio 2019.
  18. ^ (SV) Gold & Platinum 1987–1998 (PDF), International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  19. ^ (DE) Edelmetall, Schweizer Hitparade. URL consultato il 23 luglio 2019.
  20. ^ a b Storia su Offspring.com Archiviato il 29 gennaio 2008 in Internet Archive.
  21. ^ Punknews.org
  22. ^ Billboard.com
  23. ^ Allmusicguide, su allmusic.com.
  24. ^ Rocklist.net...Kerrang! Page 2
  25. ^ Punknews.org | Kerrang posts list of top 50 punk albums of all time
  26. ^ (EN) Emily, The 50 Greatest Pop-Punk Albums Ever, Kerrang!, 4 dicembre 2015. URL consultato il 22 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2015).
  27. ^ Punkrockcds.com Archiviato il 31 ottobre 2007 in Internet Archive.
  28. ^ Allmusicguide, su allmusic.com. URL consultato il 2 febbraio 2008.
  29. ^ Complete Music Video Collection
  30. ^ a b c d e f g h i j k (NL) The Offspring - Smash, Ultratop. URL consultato il 23 luglio 2019.
  31. ^ (EN) Top Albums - March 13, 1995, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 23 luglio 2019.
  32. ^ (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Denmark, in Billboard, 17 giugno 1995, p. 47. URL consultato il 23 luglio 2019.
  33. ^ (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart, in Billboard, 17 giugno 1995, p. 47. URL consultato il 23 luglio 2019.
  34. ^ (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - France, in Billboard, 10 giugno 1995, p. 50. URL consultato il 23 luglio 2019.
  35. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 27 August 1995 - 02 September 1995, Official Charts Company. URL consultato il 23 luglio 2019.
  36. ^ (EN) The Offspring Chart History, Billboard. URL consultato il 23 luglio 2019.
  37. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Albums 1995, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 23 luglio 2019.
  38. ^ (DE) Jahreshitparade 1995, su austriancharts.at. URL consultato il 23 luglio 2019.
  39. ^ (NL) Jaaroverzichten 1995 (Vl), Ultratop. URL consultato il 23 luglio 2019.
  40. ^ (FR) Jaaroverzichten 1995 (Wa), Ultratop. URL consultato il 23 luglio 2019.
  41. ^ (EN) Top 100 Albums of 1995, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 23 luglio 2019.
  42. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1995, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 23 luglio 2019.
  43. ^ (EN) Top Selling Albums of 1995, The Official New Zealand Music Chart. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2015).
  44. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1995, su dutchcharts.nl. URL consultato il 23 luglio 2019.
  45. ^ (EN) End of Year Album Chart Top 100 - 1995, Official Charts Company. URL consultato il 23 luglio 2019.
  46. ^ (EN) 1995: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2015).
  47. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1995, Schweizer Hitparade. URL consultato il 23 luglio 2019.
  48. ^ (EN) Geoff Mayfield, 1999 The Year in Music Totally '90s: Diary of a Decade - The listing of Top Pop Albums of the '90s & Hot 100 Singles of the '90s, Billboard, 25 dicembre 1999. URL consultato il 23 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk