Want You Bad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Want You Bad
Offspring - Want You Bad.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano. È visibile in primo piano Dexter Holland
ArtistaThe Offspring
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2001[1]
Durata3:23
Album di provenienzaConspiracy of One
GenerePunk revival[2]
Post-grunge[2]
Rock alternativo[2]
Pop punk[3]
EtichettaColumbia Records
ProduttoreBrendan O'Brien
Registrazione2000
The Offspring - cronologia
Singolo precedente
(2000)
Singolo successivo
(2001)

Want You Bad è il secondo singolo[4] dell'album Conspiracy of One della band punk Offspring.

Ha raggiunto la posizione numero 10 nella classifica Billboard Alternative Songs[4].

Significato[modifica | modifica wikitesto]

La canzone presenta un gioco di parole nella lingua inglese[5]: il narratore non vuole che qualcuno agisca in una maniera "cattiva" (I Want You Bad), ma, semplicemente, desidera una persona fortemente[5].

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il video della canzone raffigura la band che suona in uno "schiuma-party" di un college.

Il protagonista è un ragazzo che probabilmente cerca un'avventura sessuale con una delle donne presenti al party ma ogni volta che prova riceve in cambio solo schiaffi.

Alla fine una delle donne del party, shackerando una delle lattine presenti che hanno il logo degli Offspring, la fa esplodere davanti al ragazzo, facendolo dissolvere.

Dexter Holland odia questo video, perché lo ritiene troppo "mieloso"[5].

Want You Bad nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

1^ Versione[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. Want You Bad
  2. 80 Times (T.S.O.L. cover)
  3. All I Want (Live)
  4. Autonomy (Buzzcocks cover)

2^ Versione[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. Want You Bad
  2. All I Want (Live)

3^ Versione[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. Want You Bad
  2. The Kids Aren't Alright (Live)

4^ Versione[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. Want You Bad
  2. 80 Times (T.S.O.L. cover)
  3. Autonomy (Buzzcocks cover)
  4. All I Want (Live)

5^ Versione[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. Want You Bad
  2. 80 Times (T.S.O.L. cover)
  3. Autonomy (Buzzcocks cover)
  4. All I Want (Live)
  5. Pretty Fly (for a White Guy) (Live)

6^ Versione[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. Want You Bad
  2. All I Want (Live)
  3. Autonomy (Buzzcocks cover)

7^ Versione[1][modifica | modifica wikitesto]

  1. Want You Bad
  2. The Kids Aren't Alright (Live)
  3. 80 Times (T.S.O.L. cover)
  4. All I Want (Live)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Copia archiviata, su offspring-online.com. URL consultato il 6 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2009).
  2. ^ a b c Recensione Conspiracy of One su Allmusic.com
  3. ^ Recensione Conspiracy of One su Sputnikmusic.com
  4. ^ a b Billboard.com Archiviato il 15 novembre 2008 in Internet Archive.
  5. ^ a b c Complete Music Video Collection
Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk