Shine (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shine
Shine.JPG
Una scena del film
Titolo originaleShine
Paese di produzioneAustralia
Anno1996
Durata105 min
Generemusicale, biografico, drammatico, sentimentale
RegiaScott Hicks
SoggettoScott Hicks
SceneggiaturaJan Sardi
ProduttoreJane Scott
FotografiaGeoffrey Simpson
MontaggioPip Karmel
MusicheDavid Hirschfelder + Fryderyk Chopin, Franz Liszt, Niccolò Paganini, Sergei Rachmaninov, Nikolai Rimsky-Korsakov, Robert Schumann, Antonio Vivaldi, Ludwig van Beethoven
ScenografiaVicki Niehus
CostumiLouise Wakefield
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Shine è un film del 1996 diretto da Scott Hicks, con protagonista Geoffrey Rush, che interpreta il pianista David Helfgott, ruolo che gli ha permesso di vincere numerosi premi, tra cui un premio Oscar e un Golden Globe.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Australia, inizi anni sessanta. Il giovane pianista David Helfgott manca di poco la vittoria di una gara di pianoforte, con sommo dispiacere del padre Peter, un uomo estremamente possessivo, violento, ambizioso e aggressivo ai limiti della follia, che governa la famiglia con un regime ferreo e assolutamente ateo, sebbene egli faccia parte della comunità ebraica locale.

Il riscatto per David arriva a diciotto anni, con numerosi riconoscimenti al merito musicale. All'invito per partecipare gratuitamente ad un'orchestra americana, il padre si oppone e sottopone David ad estreme violenze, in modi simili alle sofferenze subite nell'infanzia. David riceve un'altra offerta gratuita di studi: andare a Londra per frequentare una scuola di musica molto importante: suo padre si oppone nuovamente e lo picchia davanti a tutta la famiglia con estrema ferocia, ma il ragazzo decide di partire ugualmente. Il padre, vedendo compromesso il rapporto con il figlio, distrugge ogni ricordo della carriera musicale di David.

A Londra David arriva in finale ad un concorso scolastico e il ragazzo, ma la tensione per la mancanza di fiducia del padre, lo porta alla pazzia e finisce ricoverato in una clinica psichiatrica per alcuni anni. Dopo il rilascio David viene ospitato a casa di una signora conosciuta in clinica, ed anche il padre lo raggiunge.

David si oppone al riavvicinamento col genitore, e i due si allontanano ulteriormente. In quest'occasione viene ricordato un aneddoto centrale nella storia del rapporto tra il padre e il figlio: i sogni di fama di Peter (padre di David) furono brutalmente infranti dal padre, e il suo desiderio è dare al figlio l'opportunità che gli fu negata. Peter muore solo e David lo perdona postumo, incominciando pian piano a riacquistare la sanità mentale. Il successo di un concerto e la standing ovation del pubblico gli consacrano il ritorno alla salute.

La realtà dietro il film[modifica | modifica wikitesto]

Shine narra la storia reale della vita di David Helfgott, presentando ovviamente anche tratti romanzati. L'intera narrazione si basa sulle parole stesse dei protagonisti ovvero David Helfgott in primo luogo e di Gillian Helfgott in secondo luogo, i quali vengono ringraziati nei titoli di coda. I due adesso vivono ancora in Australia e molto spesso viaggiano per le numerose tournée che Helfgott intraprende.

È però necessario precisare come molte controversie siano sorte riguardo al modo in cui Helfgott viene presentato. Molti musicisti infatti hanno fatto notare come in realtà le abilità di David siano state fortemente amplificate nel film, così come la difficoltà leggendaria del concerto. Col passare degli anni, ed in particolar modo dopo l'uscita del film, Helfgott ha pubblicato un gran numero di album sia in studio che dal vivo, la maggior parte dei quali altro non sono che il concerto attorno a cui ruota la sua vita, il Terzo concerto per pianoforte di Rachmaninov.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema