National Society of Film Critics

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La National Society of Film Critics è un'organizzazione di critica cinematografica statunitense.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'organizzazione è stata fondata nel 1966 a New York da un gruppo di giornalisti che comprendeva, tra gli altri, Hollis Alpert (Saturday Review), Pauline Kael (The New Yorker), Joe Morgenstern (Newsweek) e Richard Schickel (Life).[1] Nel corso della storia hanno fatto parte dell'organizzazione anche Bosley Crowther, Dave Kehr, Jonathan Rosenbaum, Roger Ebert, Stanley Kauffmann, Richard Corliss, Peter Travers, Stephanie Zacharek e Kenneth Turan.[2]

La NSFC è anche conosciuta per la cerimonia degli NFSC Awards, che sono conferiti annualmente e che sono riconosciuti come uno dei principali e più prestigiosi premi cinematografici negli Stati Uniti. Negli anni passati, molti cineasti e pellicole premiate nella categoria "miglior film" sono stati poi insigniti parallelamente dell'Oscar nelle categorie "miglior film" o "miglior film straniero"; tra questi Woody Allen, Clint Eastwood, Kathryn Bigelow, Steven Spielberg, Costa-Gavras, Luis Buñuel e Michael Haneke.

L'organizzazione NSFC è anche la rappresentante statunitense della FIPRESCI, ente internazionale che comprende vari organizzazioni nazionali di professionisti del settore cinematografico tra cui critici e giornalisti di tutto il mondo, attiva in oltre 50 Paesi.

NSFC Awards[modifica | modifica wikitesto]

Categorie[modifica | modifica wikitesto]

  • Best Film
  • Best Director
  • Best Actor
  • Best Actress
  • Best Supporting Actor
  • Best Supporting Actress
  • Best Screenplay
  • Best Cinematography
  • Best Foreign Language Film
  • Best Non-Fiction Film

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema