Sam Lloyd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sam Lloyd nel 2009

Samuel Lloyd Jr. (Weston, 12 novembre 1963Los Angeles, 30 aprile 2020[1]) è stato un attore, musicista e cantante statunitense, noto per il ruolo di Ted Buckland nella serie televisiva Scrubs - Medici ai primi ferri.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nipote dell'attore Christopher Lloyd e figlio di Sam Lloyd Sr., prese parte con piccoli ruoli al telefilm Malcolm. Successivamente impersonò lo psichiatra in Desperate Housewives. Inoltre apparve in una puntata di Medium e in un episodio di Numb3rs.

Fu anche musicista e cantante a cappella. Assieme ad attori minori della serie televisiva Scrubs - Medici ai primi ferri, di cui faceva parte interpretando il ruolo del legale Ted Buckland, fondò i The Blanks, scherzosamente chiamati Ted's Band, che in patria e in America Settentrionale ebbero un grande successo.

Nel 2011 ebbe una parte nella seconda stagione del telefilm Cougar Town, dove diede di nuovo volto Ted Buckland, il personaggio di Scrubs - Medici ai primi ferri, ma non più come avvocato, bensì come cantante.

Nel febbraio 2019 gli viene diagnosticato un cancro ai polmoni inoperabile, lentamente diffusosi su altri organi quali il cervello, il fegato, la colonna vertebrale e l'osso mascellare.[2] Muore il 30 aprile 2020 all'età di 56 anni.[1][3]

Era sposato con Vanessa, dalla quale ha avuto un figlio, Weston, nato poco dopo che gli venne diagnosticata la malattia.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Lloyd insieme ai Blanks.

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) 'Scrubs' Actor Sam Lloyd Dies at 56, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 2 maggio 2020.
    «[...] died Thursday night in Los Angeles [...]».
  2. ^ Scrubs actor Sam Lloyd diagnosed with cancer, RTE, 6 febbraio 2019.
  3. ^ È morto l'attore Sam Lloyd, che interpretava Ted Buckland in "Scrubs", su Il Post, 2 maggio 2020. URL consultato il 2 maggio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9848147665849960670002 · Europeana agent/base/159872 · LCCN (ENno2016126717 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016126717