SEAT Fura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
SEAT Fura
1981 seat fura.jpg
Descrizione generale
Costruttore Spagna  SEAT
Tipo principale Berlina 2 volumi
Produzione dal 1981 al 1986
Sostituisce la SEAT 127
Sostituita da SEAT Ibiza
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3711 mm
Larghezza 1536 mm
Altezza 1370 mm
Massa 705 kg
Altro
Altre antenate SEAT 850
Stessa famiglia Fiat 127
1984 Seat Fura (3772095204).jpg

La SEAT Fura è un'automobile di segmento B della casa automobilistica spagnola SEAT nata nel 1981 dopo lo scadere dell'accordo Fiat-SEAT. Era simile alla sua progenitrice, la SEAT 127 (che a sua volta era la versione spagnola della Fiat 127), a parte qualche piccola modifica estetica utile per evitare problemi di copyright.

La sua produzione è cessata nel 1986.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto Fura iniziò a prendere corpo con l'introduzione sul mercato italiano della SEAT Ronda nel 1983, quando la casa automobilistica era appena stata ceduta dalla Fiat (che possedeva il 51% di SEAT dagli anni cinquanta). Il rinnovamento SEAT fu facilitato dall'ingresso della Volkswagen; infatti negli stabilimenti di Pamplona venivano già assemblate le nuove Polo.

Con l'avvento della Fiat Uno e la cessata produzione della Fiat 127 III serie (venduta in Spagna col nome di Seat 127 Fura), l'utilitaria italo/spagnola viene aggiornata per essere venduta anche in Italia, in attesa di una vettura tutta nuova di sola progettazione SEAT. Nasce così la SEAT Fura (in Spagna venduta col nome di Fura Dos) e nei primi mesi del 1984 è sui mercati italiani, diventando in poco tempo la vettura trainante del marchio spagnolo in Italia.

Rispetto alla 127 III serie, la Fura aveva il frontale completamente ridisegnato con nuovi gruppi ottici, inedita mascherina e indicatori di direzione, cofano motore con un piccolo rialzo aerodinamico, paraurti anteriori di diverso disegno, portiere senza deflettori, portellone posteriore leggermente diverso con una incavatura al di sotto del lunotto e leggere nervature laterali sul tetto e cerchi inediti con coppette coprimozzo.

Internamente cambia soprattutto nel cruscotto, adottando anche un cassettino portaoggetti e nuovo disegno della strumentazione, più moderno. Meccanicamente era uguale alla Fiat 127 III serie 900.

Una SEAT Fura Crono

Il modello era equipaggiato con un unico motore Fiat: il 903 cm³ aste e bilancieri della 127 900, depotenziato a 40 CV rispetto ai 45 CV originari per migliorare i consumi; c'era poi un 1438 cm³ da 75 CV, di derivazione Fiat 124, riservato alla sportiva Crono (mai venduta in Italia). Gli allestimenti erano 2 (L e GL) e la carrozzeria a 3 o 5 porte. Assolutamente competitivi i prezzi: per acquistare la Fura meglio rifinita e accessoriata, servivano poco più di 8.500.000 lire contro lo stesso prezzo della concorrente più diretta ovvero la Nuova Fiat 127 1050 cm³ berlina prodotta in Brasile (con motore più moderno, ma finiture e accessori decisamente più economici) e i quasi 9.000.000 di lire per la Fiat Uno 45 Base.

I modelli in vendita nel 1981 fino alla fine produzione, nel 1986 furono:

  • Fura L (versione d'ingresso: solo a 3 porte e 4 marce; optional; vetri posteriori apribili a compasso, poggiatesta anteriori, cinture di sicurezza statiche).
  • Fura GL 3 porte (di serie 5 marce, contagiri elettronico, poggiatesta anteriori, vetri posteriori apribili a compasso, paraurti in tinta con la carrozzeria, lunotto termico e tergilunotto, cinture di sicurezza con arrotolatore, orologio digitale, specchietto esterno con comando interno, coppe coprimozzo; optional: vernice metallizzata, specchio esterno destro e, dal 1985, Econotronic Seat).
  • Fura GL 5 porte (stessi accessori di serie della 3 porte; optional: vernice metallizzata ed Econotronic Seat).

La Fura fu la prima vettura della sua categoria ad essere equipaggiata con l'Econotronic: un econometro elettronico a LED luminosi a 7 segmenti, fino a quel momento prerogativa di auto più potenti e lussuose. Infatti le altre utilitarie montavano solo un semplice vacuometro analogico (Fiat Uno ES) o al più a 3 segmenti con luce a led (Citroën Visa).

Nel solo anno 1984 la conveniente utilitaria spagnola vendette oltre 20.000 unita e la versione 3 porte GL fu quella più venduta. Intanto era già pronto il progetto per una nuova vettura totalmente made in Seat, l'Ibiza, realizzata da Giugiaro (già papà della Uno) sul pianale della Ronda. Tale vettura, debuttante verso la fine del 1984, sostituì progressivamente la Fura con l'introduzione delle versioni più economiche, infatti nel 1986 la nuova Seat Ibiza Junior 900 sostituisce nei listini Seat la Fura L e GL ereditandone la meccanica.

L'ultimo esemplare fu prodotto dagli stabilimenti spagnoli il 25 settembre 1985, uscendo dai listini nel marzo del 1986.

In Spagna fu costruita anche in versione Crono (solo a 3 porte) con motore 1.4 cm³ da 75 CV mai importata in Italia. Questa sportiva fu allestita però solo nella prima versione identica alla 127 III serie, rivisitazione spagnola della 127 Sport 75 HP.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata (cm³) Potenza Coppia Massima (Nm) Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
900 dal 1984 al 1987 Benzina 903 29 kW (39 Cv) 60 n.d 19.6 130 13.8
1.4 dal debutto al 1984 Benzina 1438 55 kW (75 Cv) 113 n.d n.d 160 n.d

[1]

Caratteristiche tecniche - SEAT Fura del 1984
Fura.JPG
Configurazione
Carrozzeria: Berlina 2 volumi Posizione motore: anteriore Trazione: anteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 3711 × 1536 × 1370 Diametro minimo sterzata: 9,60 m
Interasse: 2225 mm Carreggiate: anteriore 1288 - posteriore 1303 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 4 Bagagliaio: 365 dm³ Serbatoio: 30 l
Masse a vuoto: 705 kg / in ordine di marcia: 800 kg
Meccanica
Tipo motore: 4 cilindri in linea ciclo Otto Cilindrata: (Alesaggio x corsa = 65 x 68 mm); 903 cm³
Distribuzione: ad aste e bilancieri con albero a camme nel basamento comandato da catena Alimentazione: a carburatore Weber 321 CEV
Prestazioni motore Potenza: 40 CV DIN a 5.800 giri/min / Coppia: 6,7 mkg DIN a 3.000 giri/min
Accensione: elettromeccanica con anticipo automatico Impianto elettrico: a 12 V, batteria 34 Ah
Frizione: monodisco a secco Cambio: a 4 rapporti + RM (L), a 5 rapporti +RM (GL)
Telaio
Corpo vettura Scocca metallica autoportante
Sterzo a cremagliera
Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti, bracci oscillanti e montanti telescopici, barra trasversale stabilizzatrice, mollone elicoidale, ammortizzatori idraulici telescopici / posteriori: a ruote indipendenti, bracci oscillanti, balestra trasversale bilama, ammortizzatori idraulici telescopici
Freni anteriori: a disco / posteriori: a tamburo; con comando idraulico, doppio circuito, servofreno a depressione e correttore di frenata al retrotreno. Freno a mano sulle posteriori con comando meccanico
Pneumatici 135-SR x 13
Prestazioni dichiarate
Velocità: 130 km/h Accelerazione: 19,6 sec. (0-100 km/h)
Consumi a 90 km/h: 5,7 (GL); 6,1 (L) - a 120 km/h: 7,9 (L); 7,4 (GL) - urbano: 8,5 (L, GL) lt/100 km
Fonte dei dati: Brochure originale Seat

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati Tecnici SEAT Fura, su automoto.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili