Romantico avventuriero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Romantico avventuriero
Romantico avventurierо.png
Una scena del film
Titolo originale The Gunfighter
Paese di produzione USA
Anno 1950
Durata 85 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 1.37 : 1
Genere drammatico, western
Regia Henry King
Soggetto William Bowers, André De Toth
Sceneggiatura William Bowers e William Sellers
Produttore Nunnally Johnson
Casa di produzione Twentieth Century Fox
Fotografia Arthur C. Miller
Montaggio Barbara McLean
Effetti speciali Fred Sersen
Musiche Alfred Newman, Edward B. Powell
Costumi Charles Le Maire
Trucco Ben Nye, Myrtle Ford
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Romantico avventuriero (The Gunfighter) è un film del 1950 diretto da Henry King.

È anche conosciuto con il titolo di Il fuorilegge del Texas.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jimmy Ringo, abile e temuto pistolero, è costretto dalla sua stessa fama a guardarsi in ogni luogo dove arriva da fanatici che lo provocano. Dopo aver fatto fuori uno di questi, un ragazzo insolente che lo aveva sfidato, arriva nella cittadina di Cayenne inseguito dai tre fratelli della vittima.

A Cayenne Jimmy ritrova il suo vecchio amico Mark Strett, ora diventato sceriffo. Questi lo accoglie bene, ma non vuole guai in città e dunque invita l'amico ad andarsene subito. Il pistolero però non intende andarsene fino a quando non avrà rivisto la moglie Peggy, da cui è separato, e Jimmy jr., il figlio di otto anni. I due vivono lì in incognito, per sfuggire a chi cerca vendette.

Peggy però non intende rivedere Jimmy: ha paura del marito. Nel frattempo si sparge la voce dell'arrivo del pistolero in città.

Mentre sta per andarsene dalla città, Jimmy incontra una sua vecchia amica Mary, che gli dà informazioni su Peggy e il figlio, e gli promette che farà un ulteriore tentativo per convincere la donna a incontrarlo. Jimmy dunque decide di trattenersi ancora un po' nel saloon. Purtroppo, la sua fama gli gioca un altro brutto tiro: un certo Hunt si mette in testa di provocarlo. Jimmy però lo respinge con furbizia; e lo sceriffo Mark, per evitare ulteriori complicazioni, ordina al giovane di andarsene dalla città fino al tramonto.

Intanto il vecchio Jerry è ancora appostato col fucile puntato sul saloon. Il pistolero allora esce di lì, aggira il vecchio, lo disarma e lo porta in prigione.

Finalmente, Molly porta a Jimmy la buona notizia: può riabbracciare la moglie e incontrare per la prima volta suo figlio. L'uomo propone a Peggy di andare via, rifarsi una vita in un posto dove la sua fama non possa raggiungerlo. Jimmy insiste poi per incontrare il figlio, anche se in incognito. Alla fine, soddisfatto, Jimmy rimane d'accordo con la moglie che lui andrà avanti, cercherà una sistemazione e poi chiamerà lei e il bambino perché lo raggiungano.

Ma i tre inseguitori sono ormai arrivati a Cayenne. Lo sceriffo li stana; ma non riesce ad impedire che il giovane Hunt, ancora furioso, gli spari alle spalle, mentre questi sta andandosene.

In punto di morte, Jimmy si assume le responsabilità dell'accaduto: così salva la vita al giovane, ma lo costringe ad una vita raminga e angosciante come la sua. Una punizione peggiore dell'impiccagione. Morto Jimmy, lo sceriffo, malmena Hunt e lo caccia dalla città.

Al funerale del pistolero, Peggy e Jimmy jr. escono allo scoperto e si dichiarano, con orgoglio, moglie e figlio dell'uomo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

In uno dei finali alternativi girati, il personaggio di Hunt Bromley viene arrestato dallo sceriffo, ma il capo della 20th Century Fox Darryl F. Zanuck si oppose fortemente a questa soluzione, così il regista decise di far finire Bromley malmenato dallo sceriffo.

La produzione detestava i baffi di Gregory Peck. Quando iniziarono le riprese Spyros P. Skouras, il produttore, era fuori città. Al suo ritorno era già stato girato gran parte del film, ed era quindi troppo tardi per rigirare le scene con un Peck senza baffi. Dopo che il film non ebbe molto successo al botteghino, Skouras andò da Peck e gli disse: «Quei baffi ci sono costati milioni».[1]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il grande quadro posto dietro la sedia di Peck nel bar è Custer's Last Fight di Cassilly Adams del 1884. Le copie di questo quadro vennero distribuite nel 1896 in tutte le taverne e bar degli Stati Uniti dall'Anheuser Busch Company

La strada utilizzata in questo film è la stessa di Alba fatale.

La canzone di Bob Dylan Brownsville Girl allude al guardare Gregory Peck in questo film. Lo stesso Peck ringraziò pubblicamente il cantante nell'occasione di una premiazione nel 1997.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Trivia su IMDb, imdb.com. URL consultato il 19-02-2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema