Riccardo III (film 1977)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riccardo III
Titolo originaleRiccardo III
Paese di produzioneItalia
Anno1977
Durata76 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico
RegiaCarmelo Bene
SoggettoWilliam Shakespeare
SceneggiaturaCarmelo Bene
MusicheLuigi Zito (musiche originali)
ScenografiaCarmelo Bene
Interpreti e personaggi

Riccardo III è un'opera teatrale del 1977 adattata nello stesso anno come film per la televisione diretto e interpretato[1] da Carmelo Bene, dedicato a Gilles Deleuze. Il fatto curioso di questa dedica all'amico filosofo risale al progetto ancora in nuce del Ricardo III del quale Carmelo Bene gli parla. Entusiasta, Deleuze ne scrive un libro, immaginando lo spettacolo a venire, senza nemmeno averlo visto.[2]

Di questa versione televisiva Maurizio Grande, nella sua introduzione, ne mostra alcune caratteristiche. Vengono eliminati...

tutti i personaggi e addirittura l'intreccio della conquista del potere, per lasciare solo sulla scena, una scena funerea, in penombra, Riccardo III con i suoi fantasmi.

Lasciando dunque...

... semplicemente i personaggi femminili, quegli stessi personaggi che sono sopravvissuti alle stragi fatte da Riccardo III. [...] e con questi intesse un rapporto segreto, intimo, quasi che fossero suoi fantasmi, sue apparizioni, sue fantasie [...]

Riccardo III cerca in ogni modo, deformandosi, di attrarre queste figure femminili (la duchessa di York, Lady Anna, la Regina Margherita, La Regina Elisabetta, Madame Shore) dalla sua parte, di provocare la loro attenzione, fingendosi deforme, storpio, inciampando malamente... Come al solito Carmelo Bene utilizza la forma monologata che restituisce a Riccardo III la sua solitudine e i suoi fantasmi, il suo teatrino privato, tutto intimistico. Una intimità scaturita anche dalla scelta del colore e dalle tonalità cupe. Come era successo per il suo primo amleto televisivo, Carmelo Bene riesce a sfruttare il mezzo televisivo per proporre un suo modo di mettere in luce i personaggi. Riccardo III è quasi sempre inquadrato in primo piano, col volto tagliato in due da un forte chiaroscuro.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione:

  • Riccardo III (da Shakespeare) secondo Carmelo Bene; regia, scene, costumi e interprete[1] principale C. B.; direttore della fotografia G. Abballe; montaggio RVM S. Spini; musiche L. Zito; altri interpreti: L. Mancinelli, M. G. Grassini, D. Silverio, S. Javicoli, L. Morante, L. Dotti; assistente alla regia A. M. Angeli; tecnico audio B. Severo; mixer video G. Casalinuovi; elaborazione elettronica per il colore G. Virgili; delegato al programma R. Carlotto; produzione RAI; durata 76'; trasmesso il 7/12/1981, Rai 2 (e il 5/1/1984).

Teatro:

  • Riccardo III, da Shakespeare. Con L. Mancinelli, M. G. Grassini, D. Silverio, S. Javicoli, L. Morante, M. Boccucci. Musiche originali di Luigi Zito. Scene e costumi di Carmelo Bene. Cesena, Teatro Bonci (22 dicembre 1977).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bisogna valutare il fatto che Bene considera le sue versioni non rivisitazioni o reinterpretazioni di un testo, ma una restituzione del così definito da Klossowski "significato metafisico del teatro". Vita di Carmelo Bene, op. cit., pag. 331
  2. ^ Carmelo Bene e Giancarlo Dotto, Vita di C.B., op. cit., pag. 326

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]