Reggio TV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Reggio TV
RTV canale14.png
Nomi precedenti Reggio TV
Data di lancio 15 maggio 1998
Editore Eduardo Lamberti Castronuovo
Sito www.reggiotv.it
Diffusione
Terrestre
Digitale Reggio TV DVB-T, FTA in Provincia di Reggio Calabria e Provincia di Catanzaro (LCN 14)

Reggio TV (meglio nota come RTV) è una emittente televisiva locale presente in Calabria.

Ha sede a Villa San Giovanni e trasmette nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Cosenza, Vibo Valentia, Messina e Catania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Reggio TV nasce il 15 maggio 1998 a Reggio Calabria dalla fusione di due reti televisive locali. Realizza la sua sede nella centralissima via Vittorio Veneto ed è subito conosciuta per lo slogan "RTV – la televisione positiva".

Nel 2008 si trasferisce presso la Zona Industriale di Campo Calabro (RC) e la sua struttura che si affaccia sullo Stretto di Messina è ben visibile anche dalla città di Messina.

Per diverso tempo, ha anche avuto uno studio televisivo a Gioia Tauro, poi dismesso.

A partire da marzo 2007, in modalità saltuaria, l'emittente effettua diversi test notturni in DVB-T, dalle 2 alle 6 del mattino.

La guerra del 32[modifica | modifica wikitesto]

In seguito all'esistenza di notevoli interferenze sul canale UHF 32, vennero intraprese delle azioni legali per cercare di ovviare a questo problema.

Forte di sentenze del TAR e del Tribunale Civile, l'editore di ReggioTV promosse una serrata con totale fermo degli studi televisivi. Una sorta di sciopero contrario che non tarda a dare i suoi effetti positivi. Anche il capo del governo del tempo, Romano Prodi, interessato dalla forma di protesta singolare quanto risoluta, intervenne.

La stampa locale e quella nazionale richiamata dal clamore contribuirono alla soluzione del problema: le interferenze cessarono e ReggioTV riaprì.

Dal novembre del 2003, con l'acquisizione del canale UHF 47, ReggioTV trasmette anche su Messina e provincia.

Reggio TV in digitale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 15 giugno 2012, a seguito dello switch off della Provincia di Reggio Calabria tirrenica, Reggio TV è visibile sul Digitale Terrestre nel canale 14 e in streaming da qualsiasi parte del mondo sul sito internet dell'emittente.

Da settembre 2012 Reggio TV trasmette anche nella Provincia di Catanzaro sul mux di RTC Telecalabria e successivamente anche nella città di Cosenza e Provincia e Vibo Valentia e Provincia.

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Molte sono le trasmissioni che hanno come protagonista il passante, a cui viene spesso data la possibilità di manifestare le sue idee, le sue critiche, le sue proposte.

Grande rilievo ha nel palinsesto la cultura, dal teatro popolare all'opera lirica, e Reggio TV produce, in collaborazione con alcune associazioni italiane, qualificate edizioni di opere liriche.

Trovano posto nel palinsesto la storia, la letteratura e l'arte, come pure le manifestazioni religiose e la messa della domenica.

News[modifica | modifica wikitesto]

  • RTV News, diretto da Francesco Chindemi (direzione giornalistica)
  • 7 Giorni News
  • Rassegna stampa

Talk-Show[modifica | modifica wikitesto]

  • Il salotto dell'editore
  • Medicina in diretta

Quiz[modifica | modifica wikitesto]

  • Eureka - quiz per ragazzi provenienti dalle scuole secondarie di primo e secondo grado della città di Reggio Calabria e provincia

Sport[modifica | modifica wikitesto]

  • Fuori gioco - Condotto da Andrea Ripepi e Federico Lamberti Castronuovo
  • Pianeta dilettanti - Condotto da Nino Neri, approfondimento sul calcio dilettantistico

Varietà[modifica | modifica wikitesto]

  • Va 'nti to' mamma - Poesie in vernacolo
  • Aspettando il TG
  • Chisti simu - Condotto da Alfredo Auspici e Francesco Polimeni
  • Smashits - a cura di Filippo Lopresti

Rotocalchi[modifica | modifica wikitesto]

  • Civitas - Condotto da Francesco Chindemi
  • In linea con Civitas

Religione[modifica | modifica wikitesto]

  • Santa Messa
  • Buon onomastico

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

  • Il libro del mese
  • La lirica... non è vietata ai minori

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]