Preparati la bara!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Preparati la bara!
Preparati la bara!.png
Una scena del film
Titolo originalePreparati la bara!
Lingua originaleitaliana
Paese di produzioneItalia
Anno1968
Durata92 min
Rapporto2,35:1
Generewestern
RegiaFerdinando Baldi
SoggettoFerdinando Baldi, Franco Rossetti
SceneggiaturaFerdinando Baldi, Franco Rossetti
ProduttoreFranco Rossetti
Produttore esecutivoFranco Rossetti
Casa di produzioneB.R.C. Produzione S.r.l.
Distribuzione (Italia)Titanus, Creazioni Home Video, Mondadori Video
FotografiaEnzo Barboni
MontaggioEugenio Alabiso
MusicheGian Franco Reverberi, Gian Piero Reverberi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Preparati la bara! (accreditato anche come "Viva Django") è un film del 1968 diretto da Ferdinando Baldi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un primo piano di Django

Django è un pistolero che ormai si è ritirato dall'attività e ha messo su famiglia.

Un suo vecchio amico, David, gli chiede aiuto per riuscire a ottenere la carica di governatore dello stato. Django rifiuta, anche perché ha l'impegno di scortare un carico d'oro ai depositi federali.

Durante il viaggio il convoglio viene assaltato da una banda assoldata da David: tutta la scorta, compresa la moglie di Django, viene fatta fuori, mentre quest'ultimo viene solo ferito e si salva per miracolo.

Django medita vendetta e diventa il boia della contea. Grazie al suo nuovo lavoro riesce a salvare con uno stratagemma alcuni condannati a morte a causa delle denunce di David.

Con questa banda assetata di vendetta mette a punto un piano per attaccare David. A causa dell'assenza di Django, occupato per salvare dall'impiccagione Mercedes, la moglie di Garcia, la banda decide di attaccare invece il convoglio che trasporta l'oro. Garcia nel momento di attraversare il confine, con una scusa uccide tutti i membri della banda, suscitando le ire sia di Django che di David. Quest'ultimo vuole, naturalmente, reimpadronirsi del suo oro, e utilizzando il traditore Garcia, incastra Django.

Dopo alcune peripezie del protagonista, il film culmina nella scena finale, con Django intento a scavare sulla tomba della moglie. Qui arrivano sia Garcia che David. Il primo è però ucciso da una banda di scagnozzi messicani che David segretamente aveva portato al seguito. Django, impassibile continua a scavare la fossa e all'improvviso estrae dalla bara della moglie una mitragliatrice e uccide il gruppo di messicani, e, per ultimo, David, il quale aveva cercato di scappare.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema