Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Pellio Intelvi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pellio Intelvi
frazione
Pellio Intelvi – Stemma
Pellio Intelvi – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Como-Stemma.png Como
ComuneAlta Valle Intelvi-Stemma.png Alta Valle Intelvi
Territorio
Coordinate45°59′N 9°04′E / 45.983333°N 9.066667°E45.983333; 9.066667 (Pellio Intelvi)Coordinate: 45°59′N 9°04′E / 45.983333°N 9.066667°E45.983333; 9.066667 (Pellio Intelvi)
Altitudine750 m s.l.m.
Superficie9,99 km²
Abitanti1 016[1] (31-12-2013)
Densità101,7 ab./km²
SottodivisioniPellio Inferiore, Pellio Superiore
Altre informazioni
Cod. postale22020
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT013179
Cod. catastaleG427
TargaCO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantipelliesi
PatronoSan Michele Arcangelo
Giorno festivo29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pellio Intelvi
Pellio Intelvi
Pellio Intelvi – Mappa
Posizione dell'ex comune di Pellio Intelvi nella provincia di Como
Sito istituzionale

Pellio Intelvi (Pei in dialetto comasco,[2] pronuncia fonetica IPA: /ˈpei/) è una frazione italiana di 1 016 abitanti del comune di Alta Valle Intelvi della provincia di Como in Lombardia, fino al 2016 comune autonomo.

Vi nacquero l'architetto barocco Carlo Lurago, attivo principalmente a Praga e Passavia e lo scultore Ercole Ferrata operante a Roma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 1º gennaio 2017, insieme ai comuni di Lanzo d'Intelvi e Ramponio Verna, si è fuso a seguito di un referendum popolare tenutosi il 20 novembre 2016, nel nuovo comune di Alta Valle Intelvi.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2013.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 479.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Andrea Spiriti (a cura di), Artisti del laghi in Sardegna, atti del congresso internazionale, Cagliari 2009; Idem, Artisti e architetti svizzeri a Torino. Le ragioni della continuità, in Giorgio Mollisi (a cura di), Svizzeri a Torino nella storia, nell'arte, nella cultura, nell'economia dal Cinquecento ad oggi, «Arte&Storia», anno 11, numero 52, ottobre 2011, Edizioni Ticino Management, Lugano 2011, 56-65; Idem, Artisti dei Lagni, 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233910901