Pellegrino (Firenze)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pellegrino
ex comune
Pellegrino – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
Città metropolitanaProvincia di Firenze-Stemma.svg Firenze
Amministrazione
Data di soppressione1865
Territorio
Coordinate43°46′17″N 11°15′15″E / 43.771389°N 11.254167°E43.771389; 11.254167 (Pellegrino)
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale50139
Prefisso055
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT048804
Cod. catastaleG423
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pellegrino
Pellegrino

Il Pellegrino di Careggi era un comune sparso negli immediati dintorni di Firenze.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il comune del Pellegrino si distingueva per non avere un capoluogo vero e proprio e derivava il suo nome dal vicino e celeberrimo "Ospedale del Pellegrino" di Porta San Gallo. La sede comunale era posta sulla via Bolognese, nell'attuale zona del Ponte Rosso. (Oggi via del Pellegrino si trova tra via Faentina e via Bolognese a Firenze, in quei precisi luoghi, a testimonianza dell'esistenza del vecchio comune). Il suo territorio si estendeva per circa 21,5 km², comprendendo una parte di territorio che andava dal fiume Arno alla valle del Terzolle e in cui ricadevano il celeberrimo Parco delle Cascine e le località di Careggi, Montughi, Novoli, Il Pino, Polverosa, Rifredi, Serpiolle e Trespiano.

Al momento della soppressione, il comune contava poco meno di 10000 abitanti e il suo stemma, evidentemente derivato dal toponimo, raffigurava un pellegrino con bastone. I suoi confini erano compresi tra i comuni di Firenze, Brozzi, Sesto Fiorentino e Fiesole.

Storia amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fu creato nel 1808 per decisione del governo francese della Toscana, che ne staccò il territorio da quello di Fiesole.

Nel 1865 il comune del Pellegrino venne soppresso col R.D. 2412 26/7/1865, che prevedeva l'espansione del territorio comunale fiorentino (fino ad allora compreso nella cerchia delle mura) per mezzo della soppressione di alcuni comuni (oltre ad esso, scomparvero quelli di Rovezzano e Legnaia) e la riduzione territoriale di altri (Bagno a Ripoli, Galluzzo e Fiesole).

Il suo territorio venne pertanto diviso tra quelli di Firenze (Parco delle Cascine, Rifredi, Montughi, Il Pino, parte di Novoli e Polverosa); Fiesole (Trespiano, Serpiolle e Careggi) e Sesto Fiorentino (una parte di Novoli e Polverosa e le località del Sodo e del Lippi).

La porzioni annesse da questi due comuni sarebbero state comunque unite al comune di Firenze nel 1910 (Fiesole) e nel 1928 (Sesto Fiorentino), in occasione di altri allargamenti del territorio comunale del capoluogo toscano.

Attualmente il territorio appartenente al comune di Firenze è suddiviso fra tre quartieri:

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune portava: «di rosso, al pellegrino al naturale movente sulla campagna di verde»[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Michele Turchi, Comuni abrogati della provincia di Firenze, su araldicacivica.it. URL consultato il 13 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2015).
  Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze