Quartieri di Firenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando i quartieri storici che si scontrano nel Calcio storico fiorentino, vedi Quartieri storici di Firenze.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Firenze.

Quartieri amministrativi

Il comune di Firenze è diviso ufficialmente in cinque quartieri amministrativi, nei quali sono compresi a loro volta zone urbanistiche e quartieri minori.

Le prime Circoscrizioni di decentramento fiorentine furono create a metà degli anni 1970, sull'esperienza dei precedenti comitati di zona. Fino al 1990 i Quartieri furono 14, per diventare con un'ampia riforma gli attuali 5.

Elenco dei quartieri[modifica | modifica wikitesto]

Il Quartiere 1 Centro Storico, oltre ai rioni di San Jacopino, di Piazza Puccini e alle Cascine, comprende il Centro Storico, anima della città, frequentatissima meta di turismo e inestimabile patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, sede di importanti musei come la Galleria degli Uffizi, delle principali istituzioni, della stazione centrale di Firenze e di numerose attività.

Il Quartiere 2 Campo di Marte comprende aree prevalentemente residenziali oltre che le principali strutture sportive della città, tra le quali lo Stadio Artemio Franchi e il Centro Tecnico Sportivo Federale della FIGC, il Nelson Mandela Forum e l'omonima stazione ferroviaria.

Il Quartiere 3 Gavinana-Galluzzo, composto dalle zone di Gavinana, Bandino, Sorgane e Nave a Rovezzano e del Galluzzo, occupa la parte a sud-est della città.

Il Quartiere 4 Isolotto-Legnaia è composto principalmente da Isolotto, Legnaia, Soffiano, San Lorenzo a Greve e Cintoia e si situa nella parte a sud-ovest della città, in prossimità dell'inizio della SGC FI-PI-LI e dell'autostrada del Sole.

Il Quartiere 5 Rifredi, il più esteso e popolato, occupa il quadrante nord-ovest della città. Comprende al suo interno varie zone urbanistiche come Statuto, Rifredi, Novoli e alcuni sobborghi come Brozzi e Peretola. Ospita molte strutture di ampio rilievo urbano e metropolitano quali il grande Policlinico di Careggi, l'Ospedale pediatrico Meyer, il Centro traumatologico ortopedico, le sedi di molte Facoltà (economia, giurisprudenza, scienze politiche, ingegneria, medicina e chirurgia, farmacia, scienze matematiche fisiche e naturali) dell'Università degli Studi, l'importante stazione di Firenze Rifredi, il nuovo Palazzo di Giustizia, l'aeroporto di Firenze e l'inizio dell'autostrada A11. Nel Quartiere 5 è presente poi la maggioranza degli insediamenti industriali rimasti dentro i confini del comune di Firenze e non spostatisi nell'hinterland.

Quartiere Superficie
(km²)
Abitanti
(5/06)
Densità
(ab/km²)
Suddivisioni
Quartiere 1 11,396 67.170 5.894 Centro Storico · Il Prato · Fortezza da Basso · Viali · San Jacopino · Collina sud · San Gaggio
Quartiere 2 23,406 88.588 3.784 Campo di Marte · Le Cure · Viali · Bellariva · Coverciano · Settignano · Collina nord
Quartiere 3 22,312 40.907 1.833 Gavinana · Galluzzo · San Gaggio · Collina sud · Sorgane · Bandino · Paradiso · San Marcellino
Quartiere 4 16,991 66.636 3.921 Isolotto · Legnaia · Argingrosso · Cintoia · I Bassi · La Casella · Le Torri · Mantignano · Monticelli · Pignone · San Lorenzo a Greve · Soffiano · San Quirico · Torcicoda · Ugnano
Quartiere 5 28,171 103.761 3.683 Statuto · Romito · Viali · Fortezza da Basso · Rifredi · Careggi · Castello · Collina nord · Novoli · Firenze Nova · Brozzi · Le Piagge · Peretola · Quaracchi
Firenze 102,276 367.062 3.589

Funzioni e amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Queste sono le principali funzioni dei Quartieri:

  • Sottoporre al Consiglio Comunale, alla Giunta e al Sindaco mozioni, interrogazioni, interpellanze e proposte;
  • Esprimere pareri obbligatori sui piani urbanistici generali e specifici, sui bilanci comunali, sui regolamenti e deliberazioni comunali che interessano i Quartieri.
  • Gestire direttamente servizi di base e alla persona, secondo appositi criteri direttivi approvati dal Consiglio Comunale generalmente all'inizio di ogni consiliatura[1].

Gli organi politici statutari dei Quartieri sono tre: Consiglio, Presidente e Collegio di Presidenza. A questi si aggiungono le Commissioni consiliari[2]

Consiglio di Quartiere[modifica | modifica wikitesto]

Il Consiglio di Quartiere è composto di 19 membri, eletti direttamente con il metodo proporzionale, con premio di maggioranza e preferenze. Le elezioni si svolgono contestualmente a quelle per il Sindaco ed il Consiglio comunale di Firenze. In caso di scioglimento anticipato del Consiglio Comunale, sono sciolti anche i Consigli di Quartiere. Ogni consigliere deve appartenere ad un gruppo consiliare. Fino al 2014 i consiglieri di Quartiere erano 23.

Commissioni Consiliari[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i consiglieri compongono le Commissioni Consiliari Permanenti, con compiti consultivi e di impulso relativi alle competenze attribute ai Quartieri. Sono composte da 5 o 7 membri, proporzionalmente distribuiti tra i gruppi del Consiglio, e presiedute da un consigliere di maggioranza. I vicepresidenti sono invece consiglieri di opposizione.

Ogni anno le Commissioni sottopongono al Consiglio le linee programmatiche, riguardanti le tematiche e le funzioni ad esse delegate.

In tutti i Quartieri la Commissione Garanzia e Regolamento, con funzioni di controllo sull'operato politico del Quartiere, mantiene la proporzionalità elettiva ma è presieduta da un consigliere di opposizione.

In caso di particolari tematiche da affrontare possono essere istituite Commissioni Consiliari Speciali, con durata limitata e prestabilita.

Presidente del Consiglio di Quartiere[modifica | modifica wikitesto]

Il Presidente è eletto dal Consiglio di Quartiere nella prima seduta, sebbene sia indicato sui manifesti elettorali (ma non sulle schede elettorali). In caso di assenza o temporanea impossibilità è sostituito dal Vicepresidente, eletto in votazione separata nuovamente nella prima seduta. In caso di dimissioni entro i primi tre anni di consiliatura, il Consiglio procede ad una nuova elezione oppure si procede con nuove elezioni circoscrizionali. In caso di dimissioni dopo questa data, il Consiglio è sciolto ed il Quartiere è commissariato.

Collegio di Presidenza[modifica | modifica wikitesto]

È composto da Presidente, Vicepresidente e dai presidenti delle commissioni consiliari permanenti espressione della maggioranza. È l'organo esecutivo del Quartiere. Coordina inoltre i lavori delle Commissioni e del Consiglio, ha potere di impulso nei confronti degli altri organismi e può proporre atti e linee d'indirizzo al Consiglio.

Amministrazione della consigliatura 2009-2014[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i Quartieri sono stati amministrati da coalizioni di centrosinistra, formate da Partito Democratico, Italia dei Valori, Sinistra per Firenze (composta da Sel e Socialisti) e Comunisti Fiorentini, nati da una costola dei Comunisti Italiani. Nel 2012 la maggioranza del Quartiere 1 fu ampliata a due liste civiche di sinistra.

I presidenti sono stati espressione di PD (Quartieri 1, 3 e 5) e Sinistra per Firenze (Quartiere 2, poi iscrittosi al PSI e Quartiere 4, poi iscrittosi al PD). I vicepresidenti espressione di IDV (Quartiere 1 e 5), e PD (Quartieri 2, 3 e 4).

Amministrazione della consigliatura 2014-2019[modifica | modifica wikitesto]

Le elezioni amministrative del 25 maggio 2014 hanno confermato le coalizioni di centrosinistra alla guida dei Quartieri fiorentini, con maggioranze più ampie rispetto alla precedente consigliatura. SEL non fa parte di queste maggioranze.

Tali coalizioni sono formate da PD, IDV e 5-6 liste civiche. Tutti i presidenti sono espressione del Partito Democratico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze