Palazzo Silone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Silone
Palazzo Silone.JPG
Particolare del fronte occidentale.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo
LocalitàL'Aquila
IndirizzoVia Leonardo da Vinci, 6
Coordinate42°21′57.8″N 13°22′26.9″E / 42.366056°N 13.374139°E42.366056; 13.374139Coordinate: 42°21′57.8″N 13°22′26.9″E / 42.366056°N 13.374139°E42.366056; 13.374139
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1990 - 1998
Usosede principale della giunta regionale dell'Abruzzo e della sua presidenza
Realizzazione
ArchitettoMassimo Buccella, Pierluigi Properzi
ProprietarioRegione Abruzzo

Palazzo Silone, già Palazzo Con-Bit[1], è un moderno palazzo dell'Aquila, sede della giunta e della presidenza della Regione Abruzzo, oltre che della biblioteca regionale Benedetto Croce.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Edificato tra il 1990 ed il 1998 su progetto di Massimo Buccella e Pierluigi Properzi con il nome di Centro direzionale L'Aquila Ovest[2], venne successivamente acquistato dalla Regione Abruzzo divenendo la sede degli uffici della giunta regionale. Dal 2006 è intitolato ad Ignazio Silone, uno dei più importanti scrittori e politici abruzzesi. In seguito al terremoto del 2009 ed alla conseguente inagibilità di Palazzo Centi, ospita anche gli uffici del presidente della Regione Abruzzo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La struttura, ubicata nella periferia occidentale dell'Aquila, in un'area strategica a ridosso del popoloso quartiere di Pettino e dell'uscita autostradale, si pone come elemento di raccordo tra il nucleo storico della città ed i nuovi insediamenti, costituendo con i vicini complessi dell'Accademia di belle arti (Paolo Portoghesi, 1978) e del Liceo scientifico Andrea Bafile[3] (Luigi Zordan, 1979) un centro direzional-formativo di notevole rilevanza[2].

È caratterizzata da tre corpi di fabbrica di cui due paralleli alla via Leonardo Da Vinci, ad altezze diverse, ed uno ortogonale posto sul fianco orientale; in facciata l'edificio si presenta a vetrata continua curvilinea, intersecata da due setti in laterizio, in cui si inserisce un portale che rappresenta metaforicamente il passaggio tra la città antica e quella nuova[2]. Il palazzo dispone di otto livelli per un'altezza massima di oltre 30 metri che lo rende uno degli edifici più alti presenti in L'Aquila. I parcheggi sono situati sui lati settentrionale ed orientale mentre il lato meridionale si presenta a verde. I collegamenti verticali sono garantiti da due corpi ascensori posizionati nei due corpi di fabbrica principale[4].

Particolare del fronte orientale

Nonostante l'irregolarità della forma e la notevole altezza, non ha presentato danni in seguito al terremoto del 2009 ed è stato regolarmente utilizzato sin dai primi giorni seguenti la tragedia.

Biblioteca regionale
Benedetto Croce
Palazzo Silone.JPG
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo
CittàL'Aquila
IndirizzoVia Leonardo Da Vinci, 6
Caratteristiche
Tipopubblica
Sito web

Biblioteca regionale Benedetto Croce[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del palazzo è situata anche la biblioteca regionale intitolata a Benedetto Croce, specializzata in materie giuridiche, tecniche, culturali e storiche inerenti all'Abruzzo; la biblioteca, che dispone di una sala lettura munita di supporti multimediali e di un ufficio prestiti, organizza mostre e convegni ed è editrice per quanto riguarda riviste e pubblicazioni. L'accesso al pubblico è consentito dopo apposito accreditamento[5]. La biblioteca fa capo alla direzione dell'Avvocatura regionale ed è ubicata al primo livello seminterrato del palazzo[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dal nome dell'impresa esecutrice del progetto
  2. ^ a b c Pica, Centro direzionale in L'Aquila (PDF), su pica.it. URL consultato il 25 novembre 2010.
  3. ^ Oggi la struttura ospita l'Istituto Domenico Cotugno
  4. ^ Palazzo Ignazio Silone, su docs.google.com. URL consultato il 25 novembre 2010.
  5. ^ Regione Abruzzo, Biblioteca regionale Benedetto Croce, su regione.abruzzo.it. URL consultato il 25 novembre 2010.
  6. ^ Regione Abruzzo, Dati della biblioteca, su regione.abruzzo.it. URL consultato il 25 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2009).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Simonetta Ciranna, Architetture a confronto: XIX e XX secolo, Roma, Gangemi Editore, 2005.
  • Touring Club Italiano - La Biblioteca di Repubblica, L'Italia - Abruzzo e Molise, Touring Editore, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]