Oberaden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oberaden (nome latino sconosciuto)
Druso in Germania per Wikipedia.JPG
Le campagne di Druso maggiore, avrebbero utilizzato per la prima volta questo castrum nell'11 a.C., percorrendo il fiume Lippe, come si vede nella cartina
Periodo di attività fortezza legionaria dall'11 all'8 a.C. e forse dal 14 al 16
Località moderna Oberaden
Unità presenti sconosciute
Dimensioni castrum 840x680 metri pari a 54,00 ha
Provincia romana Germania
Battaglie nei pressi sconosciute

Il campo militare romano di Oberaden si trova nella frazione della città tedesca di Bergkamen (Kreis Unna). Fa parte di una serie di fortificazioni realizzate all'epoca di Augusto, ai fini dell'occupazione della Germania e della sua trasformazione in provincia romana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Limes romano.

Dalle campagne di Druso a quelle di Germanico (12 a.C. - 16 d.C.)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Occupazione romana della Germania sotto Augusto e Spedizione germanica di Germanico.

Il momento della fondazione del campo è suggerito da Cassio Dione[1] in relazione alla campagna di occupazione della Germania, dell'anno 11 a.C. da parte di Druso. La fine del suo utilizzo potrebbe essere avvenuto pochi anni più tardi, attorno al 9-8 a.C., a vantaggio del vicino accampamento militare di Haltern.[2]

Il campo potrebbe essere stato utilizzato anche nel corso delle campagne di Germanico del 14-16.

Gli scavi archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Oberaden
Germania 7-9 Varo.jpg
La provincia romana di Germania Magna nel 9
CiviltàRomana
Utilizzocampo militare
Epoca11 a.C.
Localizzazione
StatoGermania Germania
CircondarioBergkamen
Dimensioni
Superficie571 200 
Scavi
Data scoperta1905
Date scavi1906-1914
ArcheologoGerhard Kropatschek
Mappa di localizzazione

Coordinate: 51°36′45″N 7°35′03.98″E / 51.6125°N 7.58444°E51.6125; 7.58444

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Germania (provincia romana).

Il primo ritrovamento archeologico risale al 1905, quando un parroco, un certo Otto Prein, trovò nel terreno i primi reperti archeologici di età augustea, non molto distante dal più piccolo campo militare romano di Beckinghausen. L'anno successivo gli scavi continuarono sotto la direzione del professore Gerhard Kropatschek, fino al 1914.

A seguito di tutta una serie di nuove e più ampie campagne di scavi, condotte negli anni 1937 e 1938 sotto la direzione di Christoph Albrecht, negli anni 1962/1963 e dal 1976, fu messo in luce il perimetro dell'accampamento romano (di circa 2,7 km), per metà a forma di rettangolo e per metà di ottagono, che copriva ben 56 ettari (840x680 metri), non molto lontano dal basso corso del fiume Lippe.

Questo campo faceva parte di tutta una serie di forti ausiliari e legionari lungo il corso di questo affluente del Reno, insieme a: Holsterhausen, Haltern, Beckinghausen e Anreppen.

Il perimetro era costituito da un agger di terra, da un fossato largo 4-5 metri e profondo 2-3 metri, una palizzata di legno, tipica dell'età augustea ed una serie di torri distanziate tra loro ad intervalli di circa 25 metri.

Sono state poi identificate all'interno del grande perimetro del campo diverse ed importanti strutture come: le abitazioni dei centurioni di fronte alla palizzata in legno, l'abitazione del comandante (il Praetorium di 41 x 59 metri), la Via principalis, i Principia (di 94 x 103 metri), le abitazioni dei Tribuni e del Legato (di 39 x 29 metri e 36 x 17,5 Meter), oltre ad altri edifici minori.

Anche in questo campo furono ritrovati alcuni reperti militari (come una spada, il gladio legionario, in legno da esercitazione; i pilum ovvero i giavellotti dei legionari, lame di pugnali, piombini per fionda, punte di freccia), monete, e diverse Phalerae (collane), ecc., certamente non numerosi come ad Haltern.

L'ampia superficie del campo di Oberaden induce a credere che vi potessero essere ospitate fino a 2-3 legioni e contingenti di Auxilia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, LIV, 33.
  2. ^ D.B.Campbell, Roman legionary fortresses 27 BC - AD 378, Oxford 2006, p.8.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie

Cassio Dione Cocceiano, Storia romana, LIV, 33.

Fonti moderne
  • D.B.Campbell, Roman Legionary Fortresses 27 BC-AD 378, Oxford-N.Y. 2006, p. 9, 11 e 13.
  • V.A.Maxfield, L'Europa continentale, a cura di J.Wacher,parte IV, cap.VIII, p. 160-163.
  • Wells, C.M., The german policy of Augustus, 1972.
  • Christoph Albrecht, Das Römerlager in Oberaden. Veröffentlichung des Städtischen Museums für Vor - und Frühgeschichte, Dortmund II, l (1938), pag.21 segg..
  • Johann-Sebastian Kühlborn, Oberaden, in Bendix Trier (Hrsg.), 2000 anni di Roma in Vestfalia, Ausstellungskatalog. Zabern, Magonza 1989, ISBN 3-8053-1100-1.
  • Bendix Trier, Die römische Okkupation nördlich der Alpen zur Zeit des Augustus. Kolloquium Bergkamen 1989. Münster 1991, ISBN 3-402-05139-7.
  • Johann-Sebastian Kühlborn, Il campo di romano in Oberaden III. Aschendorff, chiesa di un monastero, 1992, ISBN 3-402-05140-0.
  • Johann-Sebastian Kühlborn, Germaniam pacavi - Germanien habe ich befriedet. Archäologische Stätten augusteischer Okkupation, Münster 1995.
  • Friedhelm Schwemin, Die Römer in Oberaden, Werne, 1998, ISBN 3-929158-09-4.
  • Johann-Sebastian Kühlborn, Antike Berichte durch Ausgrabungen bestätigt, in Archäologie in Deutschland 3/1999, pag. 6-12.
  • Ralf G. Jahn, Der römisch-germanische Krieg (9-16 n. Chr.). Dissertation Bonn 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]