Folleville (accampamento romano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Folleville (nome latino: sconosciuto)
Limes1-it.png
Il settore di frontiera della provincia romana della Germania inferiore lungo il fiume Reno. La fortezza legionaria di Folleville sulla Somme si trovava poco ad ovest di questo settore di limes.
Periodo di attività accampamento legionario semi-permanente utilizzato a fasi alterne in età augustea, forse fin dal 29 a.C. fino alle campagne di Germanico
Località moderna Folleville nella regione della Piccardia, a sud di Amiens (l'antica Samarobriva)
Unità presenti sconosciute, ma dalle dimensioni del castrum sembrerebbe un'intera legione
Dimensioni castrum il campo semi-permanente di epoca augustea misurava 15,9 ha[1]
Provincia romana Germania inferiore

Il campo militare romano di Folleville si trova nei pressi del comune francese di Folleville, nel dipartimento della Somme, nella regione della Piccardia. Fa parte di tutta una serie di fortificazioni realizzate o potenziate all'epoca di Augusto, ai fini della romanizzazione della Gallia (in questo caso della tribù degli Ambiani) e dell'occupazione della Germania e della sua trasformazione in provincia romana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Limes romano.

Da Augusto a Germanico (29 a.C. - 16 d.C.)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Occupazione romana della Germania sotto Augusto e Spedizione germanica di Germanico.

Questo castra militare di epoca augustea, potrebbe risalire agli anni antecedenti la "grande offensiva" messa in atto da Augusto tramite i suoi generali (primo fra tutti il figliastro Druso maggiore), a partire dal 12 a.C. Druso, infatti, compì la prima spedizione in territorio germanico, dopo aver respinto un'invasione di Sigambri, Tencteri ed Usipeti. Penetrò, quindi, all'interno del territorio germano, passando per l'isola dei Batavi (probabili alleati di Roma) e devastando le terre di Usipeti e Sigambri. Dopo aver disceso con una flotta il Reno in direzione del Mare del Nord, si rese alleati i Frisi e penetrò nel territorio dei Cauci.[2]

Le campagne di Druso maggiore in Germania dal 12 al 9 a.C.

Questo castra legionario potrebbe, pertanto, aver costituito per il ventennio successivo una sorta di "riserva militare" nelle retrovie del limes del basso Reno o una base di approvvigionamento per le successive campagne in territorio germanico fino a quelle di Germanico del 14-16.[3]

Al termine di queste ultime operazioni del 16, l'imperatore romano Tiberio creava due nuove "aree militarizzate" ad ovest del fiume Reno, divenute settant'anni più tardi le nuove province della Germania inferiore e della superiore.[4][5] In questa circostanza, o forse alcuni anni prima il castra di Folleville potrebbe aver "chiuso".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L.Keppie, The making of the roman army, from Republic to Empire, p.156.
  2. ^ Cassio Dione, Storia romana, LIV.32.
  3. ^ C.M.Wells, The German Policy of Augustus, p.119-121.
  4. ^ C.M.Wells, The German Policy of Augustus, p.136-137.
  5. ^ M.Carroll, Romans, Celts & Germans: the german provinces of Rome, p.41.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Keppie, Lawrence, The making of the roman army, University of Oklahoma 1998.
  • Parker, H., Roman Legions, New York 1993.
  • Wells, C.M.,The German Policy of Augustus, in Journal of Roman studies 62, Londra 1972.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Località geografiche[modifica | modifica wikitesto]