Nicola Canali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Canali
cardinale di Santa Romana Chiesa
MarrydelValpacelli.jpg
Concordato tra Santa Sede e Serbia del 24 giugno 1914. Da sinistra a destra: Eugenio Pacelli, Rafael Merry del Val y Zulueta, Nicola Canali, mons. Dionigi Cardon, Milenko Vesnić.
Coat of arms of Nicolas Canali OESSJ.svg
Semper fidelis
Incarichi ricoperti
Nato 6 giugno 1874, Rieti
Ordinato presbitero 31 marzo 1900
Creato cardinale 16 dicembre 1935 da papa Pio XI
Deceduto 3 agosto 1961, Città del Vaticano

Nicola Canali (Rieti, 6 giugno 1874Città del Vaticano, 3 agosto 1961) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Rieti il 6 giugno 1874. Fu ordinato prete il 31 marzo 1900.

Era sacerdote quando Papa Pio XI lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 16 dicembre 1935 e non fu consacrato vescovo, come diversi altri appartenenti al Collegio cardinalizio.[1]

In qualità di cardinale protodiacono annunciò al mondo, nell'ottobre 1958, l'elezione al soglio pontificio del cardinale Angelo Giuseppe Roncalli (papa Giovanni XXIII). Morì il 3 agosto 1961 all'età di 87 anni e ricevette sepoltura all'interno della Chiesa di Sant'Onofrio al Gianicolo.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro e Cavaliere di Collare dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere di Collare dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Balì Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Balì Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prima delle disposizioni introdotte da Giovanni XXIII il cardinalato non era collegato al presbiterato o all'episcopato. Bastava essere diacono. Si era però insigniti della dignità cardinalizia e di diritto legati agli uffici previsti da questo status, con il diritto di partecipare al conclave per l'elezione del papa. Qualora venisse eletto pontefice uno di questi cardinali, ricevevano l'ordine episcopale prima della cerimonia di insediamento dal Cardinale Decano del Sacro Collegio, o in caso di impedimento, dal Cardinale Sottodecano, come previsto dal codice di diritto canonico. L'ultimo caso occorse nel 1846 all'elezione di Papa Gregorio XVI.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Umberto Lorenzetti, Cristina Belli Montanari, L'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Tradizione e rinnovamento all'alba del Terzo Millennio, Fano (PU), settembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato Successore Emblem Holy See.svg
Luigi Tripepi 21 marzo 1908 - 24 settembre 1914 Federico Tedeschini
Predecessore Segretario della Congregazione del Cerimoniale Successore Emblem Holy See.svg
Ricardo Sanz de Samper y Campuzano 24 settembre 1914 - 27 giugno 1926 Beniamino Nardone
Predecessore Assessore della Congregazione del Sant'Uffizio Successore Emblem Holy See.svg
Carlo Perosi 27 giugno 1926 - 16 dicembre 1935 Alfredo Ottaviani
Predecessore Cardinale diacono di San Nicola in Carcere Successore
Giuseppe Mori 19 dicembre 1935 - 3 agosto 1961 Patrick Aloysius O'Boyle
Predecessore Gran Priore di Roma del Sovrano Militare Ordine di Malta Successore Bandiera del Sovrano Militare Ordine di Malta.png
Gennaro Granito Pignatelli di Belmonte aprile 1938 - 3 agosto 1961 Raimondo del Balzo di Presenzano
Predecessore Presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano Successore Emblem Holy See.svg
- 20 marzo 1939 - 3 agosto 1961 Alberto di Jorio
(pro-governatore)
Predecessore Presidente della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano Successore Vatican City CoA.svg
- 20 marzo 1939 - 3 agosto 1961 Amleto Giovanni Cicognani
Predecessore Penitenziere Maggiore Successore Emblem Holy See.svg
Lorenzo Lauri 15 ottobre 1941 - 3 agosto 1961 Arcadio María Larraona, C.M.F.
Predecessore Cardinale protodiacono Successore Pavillon pontifical.png
Camillo Caccia Dominioni 12 novembre 1946 - 3 agosto 1961 Alfredo Ottaviani
Predecessore Gran Maestro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme Successore Croix de l Ordre du Saint-Sepulcre.svg
Luigi Barlassina 25 dicembre 1949 - 19 agosto 1960 Eugène Tisserant
Predecessore Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore Emblem Holy See.svg
Massimo Massimi 16 marzo 1950 - 28 maggio 1951 Giovanni Mercati
Predecessore Pro-presidente dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica Successore Emblem Holy See.svg
Domenico Mariani 28 maggio 1951 - 3 agosto 1961 Gustavo Testa
Predecessore Cardinale protettore dell'Almo Collegio Capranica Successore COA Card Domenico Capranica.svg
Francesco Marchetti Selvaggiani 13 gennaio 1951 - 3 agosto 1961 Clemente Micara
Controllo di autorità VIAF: (EN88676857 · GND: (DE1084236567 · BNF: (FRcb11197159z (data)