Matthew Korklan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matthew Korklan
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Matthew Joseph Korklan
Ring name Matt Sydal
Matt
Ski-Mask Malloy II
Lance Sydal
Evan Bourne
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita St. Louis, Missouri
19 marzo, 1983
Residenza Louisville, Kentucky
Altezza dichiarata 173 cm
Peso dichiarato 75 kg
Allenatore Gateway Championship Wrestling
Debutto 20 ottobre 2000
Federazione WWE - Raw
Progetto Wrestling

Matthew Joseph Korklan (St. Louis, 19 marzo 1983) è un wrestler statunitense, meglio conosciuto come Matt Sydal. Fa attualmente parte del roster di Raw all'interno della World Wrestling Entertainment (WWE), con il nome di Evan Bourne.

Prima di firmare per la WWE, Korklan ha lottato con diverse promotion indipendenti, come la IWA, la ROH, e la federazione giapponese Dragon Gate, utilizzando il ring-name che più lo ha reso famoso, Matt Sydal. Ha avuto anche una breve esperienza in Wrestling Society X, ed ha partecipato al primo Pay Per View della TNA.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Getaway Championship Wrestling (2000 – 2003)[modifica | modifica sorgente]

Korklan fa parte del team di wrestling nella sua High School. Nel frattempo comincia anche ad allenarsi alla Getaway Championship Wrestling (GCW). Dopo tre mesi di allenamento, Korklan inizia a fare wrestling per la GCW il 20 ottobre del 2000. Korklan combatte anche nella Saint Paul Wrestling Organization con il nome di Lance Sydal.

Nel 2003, Korklan (utilizzando come ring name Matt, omettendo il cognome) forma una stable in GCW, chiamata Operation: Shamrock. Inoltre, Sydal e uno dei componenti della stable, Billy McNeil formano un tag team. Operation. Shamrock ha una rivalità con la fazione Ministry of Hate, capeggiata da Nikki Stychinine.

Circuiti Indipendenti (2003 – 2007)[modifica | modifica sorgente]

Korklan debutta nella IWA Mid South nel novembre del 2003, combinando due dei suoi vecchi ringname in uno nuovo: Matt Sydal. Vince il suo primo titolo, l'IWA Mid-South Light Heavyweight Championship, il 17 gennaio 2004, a Highland, Indiana, sconfiggendo J.C. Bailey. Sydal perde il titolo contro il suo nemico Delirious il 26 giugno 2004 a Oolitic, Indiana. Sydal si unisce alla NWA Midwest nello stesso anno, e il 30 luglio a Rock Island, Illinois sconfigge Justin Kage per il NWA Midwest X Division Championship, che perde di nuovo contro Delirious dopo averlo mantenuto per più di un anno. Riviince la cintura quando fa coppia con Daizee Haze in un Intergender Match contro Delirious e MsChif. L'unica regola del match prevedeva che il wrestler maschio del team vincente sarebbe uscito campione al termine dell'incontro. Haze schiena MsSchif vincendo così per Sydal il titolo di Delirious. Sydal perde la corona contro Jayson Strife circa quattro mesi dopo, prima di lasciare la promotion.

Sydal ha affrontato diverse top stars del circuito indipendente durante il suo stint in IWA. Ha perso tre incontri con AJ Styles (Allen Jones ai tempi il breve feud), vedendosela anche con wrestlers dal calibro di CM Punk (Phil Brooks), Chris Sabin e Hate Webb. Il 24 settembre 2005 Sydal vince il quinto Ted Petty Invitational Tournament, sconfiggendo El Generico, Tyler Black, e Sabin, ed eliminando Kevin Steen e Arik Cannon in finale. Da questo momento in avanti, Sydal appare in IWA in rare occasioni, l'ultima risale all'agosto 2007.

Total Nonstop Action Wrestling (2004 – 2005)[modifica | modifica sorgente]

Sydal fa parte del primo Pay Per View della storia della Total Nonstop Action Wrestling (TNA), Victory Road, nel novembre 2004, come partecipante di un X Division Gauntlet Match a 20 uomini. Fa anche parte di un sondaggio online per Sacrifice. Il vincitore del sondaggio avrebbe sfidato Christopher Daniels per il TNA X Division Championship. Sydal, assieme a Jay Lethal e Roderick Strong, perde il sondaggio a favore di Austin Aries. Durante il suo stint in TNA, Sydal viene principalmente utilizzato come jobber, e mai per vincere un match.

Ring Of Honor (2004 – 2007)[modifica | modifica sorgente]

Il 23 aprile 2004, Sydal (assieme a Daizee Haze) debutta nella Ring Of Honor, sconfiggendo il suo nemico storico, Delirious. Dopo un breve feud con Trent Acid, Sydal fa coppia con Fast Eddie Vegas negli “Air Devils” (nome votato dai fans della ROH stessa). Solo una volta però, perché il 25 febbraio 2005, dopo che Eddie gli volta le spalle, si allea con The Embassy. Il 12 agosto 2005 Sydal viene introdotto nella Generation Next. Sul finire del 2005 Daizee Haze volta anch'essa le spalle a Sydal, lasciando la Generation Next per unirsi con The Embassy. La Generation Next e The Embassy si affrontano in un numerosi match a squadre, con il feud che culmina in uno Steel Cage Walfare Match il 3 dicembre a Steel Cage Warfare, dove la Generation Next trionfa.

Dopo aver affrontato diverse volte AJ Styles, i due fanno coppia per sfidare i campioni di coppia della ROH Austin Aries e Roderick Strong . Sydal fa team anche con Samoa Joe) e Jack Evans, per cercare di vincere i Tag Team Titles. Sydal arriva in finale nel Survival Of The Fittest 2006, dove però perde contro Delirious. Sydal e Delirious portano la loro rivalità anche in ROH, e combattono diversi match durante l'estate e durante la fine del 2006.

Il 25 novembre Sydal fa coppia con Christopher Daniels e sconfigge i Kings Of Wrestling (Chris Hero e Claudio Castagnoli) conquistando i ROH World Tag Team Championship. Sydal e Daniels difendono con successo i loro titoli contro Shingo e CIMA il 22 dicembre. I due però perdono il titolo il 24 febbraio 2007 a Chicago, contro i Briscoe Brothers (Jay e Mark Pugh). Dopo diversi tentativi di rivincere le cinture con Castagnoli andati a vuoto, Sydal si unisce a Larry Sweeny e alla sua stable, che include anche Hero, Sara Del Rey e Tank Toland. Perde un match contro Mike Quackenbush nel primo round del ROH Race To The Top Tournament. Sydal finisce il suo stint nella ROH il 15 settembre 2007 a Man Up, a Chicago, Illinois, in un match contro Delirious, lo stesso uomo con il quale aveva debuttato. Sydal sconfigge Delirious e i fan gli tributano un caloroso addio.

Dragon Gate e Wrestling Society X (2006 – 2007)[modifica | modifica sorgente]

Sydal inizia a fare tour per il Giappone con la Dragon Gate, nel maggio 2006. Qui forma i New Blood Generation International con CIMA, Don Fuki e Jack Evans. Diventa anche parte della Typhoon Faction di CIMA. Durante Wrestlejam, evento Dragon Gate, Sydal fa team con la Generation Next e vince una $10,000 Tag Team Challenge

Sydal lascia la Dragon Gate e firma con la nuova promotion Wrestling Society X. Appare nella prima puntata dello show su MTV dove, accompagnato al ring dalla sua vallette e fidanzata on screen Lizzy Valentine, viene sconfitto da Jack Evans. Sconfigge Scorpio Sky ma la settimana seguente perde contro Human Tornado. Inizia una storyline che lo avrebbe visto protagonista di un feud con Syxx-Pac (Sean Waltman) ma prima che si affrontino la WSX chiude.

Nella primavera del 2007 Sydal torna alla Dragon Gate. Durante il suo nuovo stint vince il Open The Brave Gate Title contro Masato Yoshino, lo difende per poco più di un mese prima di perderlo contro Genki Horiguchi.

WWE (2007 – Presente)[modifica | modifica sorgente]

Federazioni di sviluppo (2007 – 2008)[modifica | modifica sorgente]

Evan Bourne esegue l'Air Bourne

Dopo il fallimento della WSX che rende dunque Sydal un free agent, il wrestler firma un contratto di sviluppo con la World Wrestling Entertainment (WWE). Sydal fa il suo debutto nella Ohio Valley Wrestling (OVW) il 10 ottobre 2007, sconfiggendo Jamin Olivencia. Nel dicembre dello stesso anno, batte Mike Kruel e vince il OVW Heavyweight Championship. Il 7 febbraio 2008 la WWE cessa la sua partnership con la OVW. In seguito a ciò Sydal perde il titolo contro Jay Bradley il 13 febbraio. Sydal dunque si sposta nella nuova federazione di sviluppo della WWE, la Florida Championship Wrestling e fa il suo debutto il 22 marzo sconfiggendo TJ Wilson, prima di venire promosso al roster principale.

ECW (2008 – 2009)[modifica | modifica sorgente]

Evan Bourne nell'ECW

Nell'edizione della ECW del 3 giugno 2008, Sydal fa il suo debutto televisivo dove perde per count out in un match con Shelton Benjamin. La settimana seguente Sydal è ufficialmente un membro del roster ECW, sotto le spoglie del suo nuovo ring name, Evan Bourne. Evan, trionfa in un Tag Team Match, dove assieme a Kofi Kingston sconfigge Mike Knox e Shelton Benjamin. Nelle puntate successive batte Matt Striker, Nunzio, e l'ex campione mondiale ECW Chavo Guerrero, utilizzando come finisher la Shooting Star Press. In seguito, si allea con Rey Mysterio per aiutarlo nel suo feud con Kane. La Big Red Machine e Bourne si affrontano nell'800esima puntata di RAW, in un incontro vinto dallo stesso Kane. La popolarità di Bourne sale sempre più e le sue mosse acrobatiche lo rendono uno dei beniamini del pubblico in un men che non si dica. Dopo molteplici apparizioni nel roster rosso della WWE, Bourne si guadagna il diritto di prendere parte al ballottaggio valido per decretare lo sfidante di Matt Hardy al titolo ECW in quel Cyber Sunday. Il pubblico sceglie proprio lui, ma a vincere il match è Matt Hardy. Durante la puntata del ECW del 28 ottobre 2008 si è infortunato gravemente mentre era impegnato in un six-man tag team match. Gli esami effettuati nei giorni successivi hanno accertato la rottura del legamento mediale della caviglia, detto anche deltoide, e perciò per lui sono confermati i quattro mesi di stop ipotizzati al momento dell'infortunio. Bourne dunque, che ancora deve decidere se operarsi o meno (in questo caso però i tempi di recupero potrebbero allungarsi), se tutto va per il verso giusto rientrerebbe giusto in tempo per Wrestlemania XXV. [1]. Bourne è tornato a calcare il ring nel corso nella puntata del 17 marzo 2009 di ECW on SyFy, battendo Jamie Noble.

Raw; Feuds con Chris Jericho e Jack Swagger (2009 – 2011)[modifica | modifica sorgente]

Bourne durante una puntata di Raw

Evan Bourne passa nel roster di Raw nell'edizione successiva al PPV The Bash. Il suo debutto fu in un Gauntlet match contro Randy Orton dove però vinse Orton con una super RKO. Poche settimane dopo, a Raw, Evan riesce a sconfiggere il campione degli Stati Uniti Kofi Kingston in un not-title match, alla fine dell'incontro i due vengono attaccati da The Big Show. La settimana successiva Evan Bourne perde proprio contro Big Show. Finito il match Big Show cerca di infierire su Evan ma interviene Kofi a salvare il giovane atleta. Nella puntata di Raw del 27 luglio 2009 Evan viene scelto come avversario di Jack Swagger nel Beat The Clock Challenge vincendo il match in poco più di 3 minuti; sfortunatamente solo Swagger in caso di vittoria avrebbe avuto una title-shot. In un episodio di Raw riesce a mettere fine all'imbattibilità di Jack Swagger. Alle Survivor Series viene inserito nel team di John Morrison dove riesce ad eliminare Dolph Ziggler dopo essere subito eliminato da Drew McIntyre e alla fine il team di The Miz si aggiudica il match. Nella puntata della ECW del 29 dicembre 2009 si è qualificato per la finale del torneo ECW Homecoming battendo Mike Knox. A Wrestlemania XXVI esce sconfitto dal Money in the Bank Ladder Match.Nella puntata di Raw del 31/05/2009,ad inizio puntata, sfida la "Rated R Superstar" Edge per prendere il suo posto al Ppv Fatal Four Way, ma il canadrese lo stende con la sua Spear.La stessa sera si prende la sua rivincita sconfiggendo nel Main Event Edge e Sheamus insieme a John cena in un Tag-Team Match,dove sostituisce l'infortunato Randy Orton. A Fatal 4-Way sconfigge Chris Jericho. Nel PPV Money In The Bank, prende parte all'omonimo match, ma dopo essere andato vicinissimo alla vittoria, si aggiudica la contesa The Miz. A Night of the Champions 2010 non riesce a diventere Campione di coppia WWE insieme a Mark Henry. Nella edizione di Raw del 25 ottobre si infortuna in un match contro CM Punk.

Ritorna nella puntata di Raw del 28 febbraio, dove sconfigge Sheamus con l'Air Bourne. Nel Dark match della puntata di Raw del 7 marzo, sconfigge Ted DiBiase Il 21 marzo, sempre a Raw, viene sconfitto dallo US Champion Sheamus. A Wrestlemania 27, Evan Bourne partecipa al dark match, una 22-man battle royal dalla quale viene però eliminato. Nella puntata di Raw dell'11 aprile, Bourne partecipa ad un 8-man tag team match insieme a Santino Marella, Mark Henry e Daniel Bryan ma i quattro vengono sconfitti da Il Corre a causa dello schienamento di Heath Slater su Santino Marella. Nella puntata di Raw dedicata al Draft 2011, Evan Bourne partecipa alla battle royal SmackDown vs Raw dove però viene eliminato da Big Show. Nella puntata di Superstars del 5 maggio, sconfigge Zack Ryder. Nella puntata di Superstars del 19 maggio, perde nel main event contro Drew McIntyre. Il 23 maggio combatte a Raw perdendo nuovamente contro Jack Swagger. Il 30 maggio a Raw, in una rivincita, riesce a vincere contro Jack Swagger. Nella puntata di Raw All Star Night del 13 giugno, Bourne e Kofi Kingston sconfiggono in un match di coppia Jack Swagger e Dolph Ziggler. A WWE Capitol Punishment Evan Bourne sconfigge Jack Swagger. Nella puntata di Raw Power to the people perde contro Mason Ryan. Nella puntata della Raw Roulette del 27 giugno, Evan Bourne perde contro Sin Cara in un No-Count Out Match deciso dalla Raw Roulette. A WWE Money in the Bank Bourne parteciperà al Raw Money in the Bank Ladder Match con Alex Riley, Alberto Del Rio, Rey Misterio, Jack Swagger, Kofi Kingston, R-Truth e The Miz. Nella puntata di WWE Raw del 4 luglio, Bourne accorre in aiuto di Sgt. Slaughter al termine del match contro Jack Swagger. Nella puntata di Raw dell'11 luglio, in coppia con Kofi Kingston e Alex Riley, sconfigge The Miz, R-Truth e Jack Swagger. Nel PPV Money in the Bank, non riesce a vincere l'omonimo match, vinto da Alberto Del Rio. Nella puntata di Superstars dopo il PPV, sconfigge Primo ad un match. Nella puntata di Raw del 25 luglio, Evan Bourne perde contro Dolph Ziggler mentre in quella del 1º agosto, perde contro Alberto Del Rio.

Air Boom e incidente (2011 – 2012)[modifica | modifica sorgente]

Evan Bourne come il WWE Tag Team Champion

Nella puntata di Superstars dell'11 agosto, Evan Bourne perde un match di coppia insieme a Santino Marella contro i campioni di coppia David Otunga & Michael McGillicutty. Nella puntata di Raw del 15 agosto vince un match con Kofi Kingston contro i campioni di coppia David Otunga & Michael McGillicutty. La settimana seguente conquista, insieme a Kofi Kingston, il WWE Tag Team Championship. Nella puntata di Raw Super Show del 29 agosto, difendono le loro cinture con successo contro gli ex-campioni. La settimana dopo, gli Air-Boom, sconfiggono in un match non titolato The Great Khali & Jinder Mahal. Nella puntata di Smackdown del 16 settembre perde contro R-Truth. A Night of Champions sconfiggono gli Awesome Truth conservando i titoli di coppia. La sera dopo, a Raw, Evan vince un 8-man tag team match insieme al suo compagno Kofi, Sheamus e Justin Gabriel contro David Otunga, Michael McGillicutty, Wade Barrett e Christian. Nella puntata di SmackDown del 23 settembre, gli Air Boom sconfiggono gli Usos. Nella puntata di Raw del 26 settembre, gli Air Boom e Zack Ryder affrontano in un 6-Man Tag team match Dolph Ziggler, Jack Swagger e Mason Ryan, vincendo grazie al tradimento di quest'ultimo. A SmackDown del 30 settembre perde un match contro Jack Swagger, a causa dell'intervento di Vickie Guerrero. A Hell in a Cell gli Air Boom sconfiggono Dolph Ziggler e Jack Swagger, rimanendo campioni di coppia. Nella puntata di Raw post PPV, vince un 12-Man Tag Team Match facendo squadra con Sheamus, John Cena, Kofi Kingston, CM Punk e Mason Ryan, sconfiggendo Alberto Del Rio, Christian, David Otunga, Dolph Ziggler, Jack Swagger e Cody Rhodes. A SmackDown del 7 ottobre gli Air Boom perdono un match contro Dolph Ziggler e Jack Swagger. Nella puntata di Superstars antecedente a Vengeance, battono nel main event della puntata la strana coppia formata da Drew McIntyre e Michael McGillicutty. A Vengeance gli Air Boom sconfiggono nuovamente Ziggler & Swagger conservando i titoli di coppia. La settimana successiva al PPV, gli Air Boom vincono prima a Superstars contro JTG e Primo e, il giorno seguente a SmackDown, vengono battuti dagli Awesome Truth. Nello speciale di Halloween del 31 ottobre gli Air Boom vengono sconfitti da Cody Rhodes e Wade Barrett. Nella giornata seguente viene ufficializzato sul sito della WWE la sospensione di Evan Bourne, dopo che quest'ultimo è stato trovato positivo ai test del Wellness program.

L'8 dicembre, nel corso della puntata di Superstars, fa il suo ritorno sul ring, perdendo però contro Epico. Nell'edizione di Superstars del 15 dicembre, gli Air Boom perdono contro Epico & Primo, che diventano primi sfidanti alle cinture di coppia. a TLC 2011 però, riescono a battere Epico & Primo e mantengono le cinture. Nelle ultime due puntate di Superstars del 2011, gli Air Boom battono Curt Hawkins e Tyler Reks. Anche il 2012 inizia con una vittoria quando Bourne batte Epico a Superstars. Nella puntata di Superstars del 12 gennaio, batte Michael McGillicutty dopo una Air Bourne. Il 15 gennaio 2012, in un house show non ripreso dalle telecamere a Oakland, perdono i titoli di coppia, vinti da Primo e Epico. Vengono sconfitti nuovamente dai portoricani il 16 gennaio a Raw nel rematch valevole per il titolo.

Inizialmente, tale scelta non era stata compresa da molti fans della WWE, ma il 17 gennaio sul proprio sito ufficiale, la WWE ha comunicato che Evan Bourne è stato sospeso per 60 giorni poiché ritrovato per la seconda volta positivo ai controlli del Wellness program. Nel caso di una terza violazione, la WWE, come da programma, si troverà costretta a licenziare il nativo di St. Louis. Il 23 marzo ha un grave incidente stradale che gli ha procurato una frattura esposta e in quattro punti del piede.

Ritorno; NXT (2013 - presente)[modifica | modifica sorgente]

Evan ritorna ad NXT, sconfiggendo dopo un match molto combattuto, Sami Zayn. L'ex compagno di team di Kofi Kingston, ha twittato dicendo che vorrebbe partecipare al Royal Rumble Match del 2014: Però la WWE non gli concede la possibilità di apparire!

Si pensa che possa tornare a Wrestelmania XXX (30)

Nel Wrestling[modifica | modifica sorgente]

Mosse[modifica | modifica sorgente]

Air Bourne.gif

Managers[modifica | modifica sorgente]
  • Daizee Haze
  • Jade Chung
  • Allison Danger
  • Lizzy Valentine
  • Larry Sweeney
Musiche d'ingresso[modifica | modifica sorgente]
  • "Clavicle" degli Alkaline Trio
  • "Mr. Chainsaw" degli Alkaline Trio
  • "My Seventh Rib" dei The Shins
  • "Bourne to Fly" (WWE)
  • "Born to SOS" by Mutiny Within and Collie Buddz (WWE; Settembre 2011 – October 2011; usata come membro degli Air Boom)
  • "Boom" by Jim Johnston (ottobre 2011 - Presente; Usata come membro degli Air Boom)

Faction[modifica | modifica sorgente]

  • Giugno 2008 - Presente: Face

Condotta In Pay Per View TNA[modifica | modifica sorgente]

2004[modifica | modifica sorgente]

Condotta In Pay Per View WWE[modifica | modifica sorgente]

2008[modifica | modifica sorgente]

2009[modifica | modifica sorgente]

2010[modifica | modifica sorgente]

2011[modifica | modifica sorgente]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Dragon Gate

Independent Wrestling Association Mid-South

  • IWA Mid-South Light Heavyweight Championship (1)
  • Ted Petty Invitational winner (2005)

NWA Midwest

  • NWA Midwest X Division Championship (2)

Westside Xtreme wrestling

Ring of Honor

Ohio Valley Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • 69° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2011)

World Wrestling Entertainment

Slammy Awards

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 160243123