Maria di Brabante (Savoia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria di Brabante
Marie of Brabant (1278–1338).png
Contessa consorte di Savoia
Stemma
In carica 1297/1304 –
16 ottobre 1323
Predecessore Sibilla de Baugé
Successore Bianca di Borgogna
Nome completo Maria di Brabante
Nascita 1277/1285
Morte dopo il 2 novembre 1338
Luogo di sepoltura chiesa dei francescani a Bruxelles
Dinastia Casato di Reginar
Padre Giovanni I di Brabante
Madre Margherita di Dampierre o di Fiandra
Consorte di Amedeo V di Savoia
Figli Maria
Caterina
Giovanna e
Beatrice
Religione Cattolica

Maria di Brabante (1277/1285 – dopo il 2 novembre 1338) è stata Contessa consorte di Savoia, dal 1277/1285 al 16 ottobre 1323.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la Genealogia Ducum Brabantiæ Ampliata, Maria era la figlia femmina secondogenita del duca di Lorena e del Brabante e duca di Limburgo, Giovanni I di Brabante e della moglie, Margherita di Dampierre o di Fiandra[1] (1251-1285), che sia secondo il Iohannis de Thilrode Chronicon che secondo il Iohannis de Thielrode Genealogia Comitum Flandriæ era figlia del Conte di Fiandra e Marchese di Namur, Guido di Dampierre e di Matilde di Bethune[2][3], che secondo gli Annales Blandinienses era figlia ed ereditiera di Roberto VII di Bethune[4], signore di Béthune, Termonde, Richebourg e Warneton, e d'Elisabeth de Morialmez.
Secondo la Genealogia Ducum Brabantiæ Heredum Franciæ, Giovanni I di Brabante era il figlio maschio secondogenito del duca Duca di Lorena e del Brabante, Enrico III e di Alice di Borgogna[5], che, secondo gli Annales Parchenses era figlia del Duca di Borgogna e re titolare di Tessalonica, Ugo IV (12121272)[6] e della moglie (come ci viene confermato dalla Chronica Albrici Monachi Trium Fontium[7]) Yolanda di Dreux (12121248), che era figlia del conte di Dreux e di Braine, Roberto III[8] e della moglie (come ci viene confermato dal documento n° LXXIX del Cartulaire du comté de Ponthieu[9] Eleonora, signora di Saint-Valéry[10].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre Giovanni I morì, nel 1294: secondo il Balduini Ninovensis Chronicon Giovanni (Iohannis huius nominis primus dux Lotharingie, Brabantie et Lemburgie) morì il 7 marzo (nonas maii)[11]; sempre secondo il Balduini Ninovensis Chronicon lo scontro era avvenuto circa cinque giorni prima della morte del duca, Giovanni I venne sepolto nel coro della chiesa dei Francescani a Bruxelles[12]; secondo il Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, il duca fu condotto nel suo ducato, dove tentarono inutilmente di curarlo, senza precisare il luogo[13].
Ancora il Balduini Ninovensis Chronicon ci informa che gli succedette il figlio, Giovanni II[11].

Dopo la morte del padre, Maria fu fidanzata ad Ottone, erede della contea di Kleve; infatti secondo il Rheinlande Vatikanischen, Band I (non consultato) vi è un documento, datato 23 ottobre 1297, rilasciato dl papa Bonifacio VIII che concedeva, non ostante il grado 4° di consanguineità, la dispensa al matrimonio tra Maria ("Maria sorore Johannis ducis Brabantie") e Ottone ("Ottone nato Theoderici comitis Clevensis")[14].

In una data imprecisata, tra il 1297 ed il 1304, come ci conferma la Genealogia Ducum Brabantiæ Ampliata, Maria divenne moglie del Conte di Savoia e Conte d'Aosta e Moriana, Amedeo V di Savoia[1], che era figlio secondogenito del Conte di Savoia e Conte d'Aosta e Moriana, Tommaso II di Savoia e di Beatrice Fieschi.
Amedeo V era vedovo di Sibilla de Baugé, che gli aveva dato 8 figli.

Nel 1307, suo marito, Amedeo, fece testamento, in cui dichiarava suo erede universale nel Contado di Savoja, il figlio di primo letto, Edoardo (Odorado suo figlio primogenito) e definiva anche i vari lasciti sia ai figli di primo letto che eventuali di secondo letto (nascituri da Maria di Brabant, sua seconda Consorte)[15].

Il marito di sua sorella, Margherita, il conte di Lussemburgo, Enrico VII, venne eletto Re di Germania, nel novembre del 1308, ed assieme a Margherita vennero incoronati ad Aquisgrana, il 6 gennaio 1309[16].
Enrico VII ambiva alla corona imperiale, quindi, nel 1310, assieme alla moglie, Margherita, si mise in viaggio per raggiungere l'Italia, per poi andare a Roma, per essere incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero (il 29 giugno 1312[17]); per raggiungere l'Italia, Enrico VII, passò da Ginevra e poi attraversò la contea di Savoia[18], dove fu accolto calorosamente dai cognati, Amedeo e Maria[19].

Maria rimase vedova, nel 1323. Suo marito, Amedeo V, morì mentre si trovava ad Avignone, per incontrare papa Giovanni XXII, per spingerlo a intraprendere una crociata a favore dell'impero bizantino, che stava soccombendo sotto gli attacchi dell'impero ottomano[20], ma per la stanchezza del viaggio, si ammalò ed in pochi giorni morì[21]; anche lo storico francese, Victor Flour de Saint-Genis, conferma che Amedeo, dopo aver raggiunto il re di Francia, Carlo IV ad Avignone, morì poco tempo dopo, il 16 ottobre[22]; secondo le Mémoires et documents publiés par la Société d'histoire et d'archéologie de Genève - tome 9 la morte avvenne il 16 ottobre (XVII Kal Nov) 1323 (m.ccc.xxiij), presso Avignone (apud Avinionem), di Amedeo (D. Amedeus comes Sabaudie) che fu sepolto ad Altacomba (Altecombe), e gli succedette il figlio Edoardo (Eduardus de Sabaudia ejus filius)[23], figliastro di Maria.

Di Maria non si conosce l'anno esatto della sua morte; avvenne dopo il 1338[24][25] e fu sepolta presso la chiesa dei francescani a Bruxelles, ducato del Brabante[24].

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Margherita ad Amedeo V diede quattro figlie[24][25]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XXV, Genealogia Ducum Brabantiæ Ampliata, par. 14, pag 397, nota + Archiviato l'11 ottobre 2017 in Internet Archive.
  2. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXV, Iohannis de Thilrode Chronicon, capitulum 19, pagina 575 Archiviato il 13 ottobre 2017 in Internet Archive.
  3. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Iohannis de Thielrode Genealogia Comitum Flandriæ, pagina 335 Archiviato il 13 ottobre 2017 in Internet Archive.
  4. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus V, Annales Blandinienses, anno 1250 pagina 31 Archiviato il 18 settembre 2017 in Internet Archive.
  5. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XXV, Genealogia Ducum Brabantiæ Heredum Franciæ, par. 9, pag 391 Archiviato l'8 ottobre 2017 in Internet Archive.
  6. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, Scriptores, tomus XVI: Annales Parchenses, anno 1253, pag. 607 Archiviato il 27 settembre 2017 in Internet Archive.
  7. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1229, Pag 924, con relativa nota 7 Archiviato il 25 settembre 2017 in Internet Archive.
  8. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1229, Pag 924, con relativa nota 6 Archiviato il 25 settembre 2017 in Internet Archive.
  9. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. LXXIX, pagg 116 -119
  10. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 72
  11. ^ a b (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XXV, Balduini Ninovensis Chronicon, anno 1294, pag 546, nota + Archiviato il 13 ottobre 2017 in Internet Archive.
  12. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XXV, Balduini Ninovensis Chronicon, anno 1294, pag 546, nota 13 Archiviato il 13 ottobre 2017 in Internet Archive.
  13. ^ (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 331
  14. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: DUKES of BRABANT - MARIE de Brabant
  15. ^ (IT) Sezione Corte -> Testamenti de' sovrani, e principi della Real Casa di Savoia in Materie politiche per rapporto all'interno (Inventario n. 104) fascicoli 1-8 -> Testamenti -> Mazzo 1.4 -> Fascicolo 24
  16. ^ P.J. Blok, "Germania 1273 1313", cap. VIII, vol. VI, pag. 349
  17. ^ P.J. Blok, "Germania 1273 1313", cap. VIII, vol. VI, pag. 357
  18. ^ P.J. Blok, "Germania 1273 1313", cap. VIII, vol. VI, pag. 354
  19. ^ Edward Armstrong, "L'Italia al tempo di Dante", cap. VI, vol. VI, pag. 274
  20. ^ (FR) Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, pag 364
  21. ^ (FR) Histoire de la Maison de Savoie, Volume 1, pag 298
  22. ^ (FR) Histoire de Savoie, Pag 284
  23. ^ (LA) Mémoires et documents publiés par la Société d'histoire et d'archéologie de Genève - tome 9, n* 44, pag 306
  24. ^ a b c (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: Conti dI Savoia - MARIE de Brabant (AMEDEE de Savoie)
  25. ^ a b (EN) #ES Genealogy: Savoy 2-Maria of Brabant (Amedeo V "il Grande")
  26. ^ (LA) Histoire de Dauphiné et des princes qui ont porté le nom de dauphins, tome 1, doc. HHH; pag 199
  27. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus IX, Continuatio Claustroneoburgensis VII, anno 1336, pag 756
  28. ^ (FR) Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, pag 372
  29. ^ (LA) Preuves de l'Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, Procuration, pag 160

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]