Manuela Mölgg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manuela Mölgg
Manuela Moelgg.jpg
Manuela Mölgg a Semmering nel 2006
Nazionalità Italia Italia
Altezza 169 cm
Peso 62 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom gigante, slalom speciale
Squadra Fiamme Gialle
Ritirata 2018
 

Manuela Mölgg (Brunico, 28 agosto 1983) è un'ex sciatrice alpina italiana.

È sorella di Manfred, anche lui sciatore alpino di alto livello[1]; a volte il loro cognome è scritto nella variante Moelgg.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1999-2009[modifica | modifica wikitesto]

Originaria di San Vigilio di Marebbe[1][2] e specialista delle gare tecniche, gareggiava per il gruppo sciatori Fiamme gialle. Iniziò a prendere parte a gare FIS nel dicembre del 1998 e una stagione dopo esordì in Coppa Europa (l'11 febbraio 2000 all'Abetone in slalom speciale). Partecipò a due edizioni dei Mondiali juniores, Verbier 2001 e Tarvisio 2002, senza conseguire risultati di rilievo. In Coppa del Mondo esordì il 20 dicembre 2000 nello slalom speciale di Sestriere, senza qualificarsi per la seconda manche, mentre ai Campionati mondiali debuttò in occasione della rassegna iridata di Sankt Moritz 2003, chiudendo 7ª nello slalom gigante e 15ª nello slalom speciale.

Il 28 novembre 2004 conquistò il primo podio in Coppa del Mondo, nello slalom speciale di Aspen, classificandosi al secondo posto. Nella stagione successiva arrivò l'esordio olimpico: ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 fu 19ª nello slalom speciale e non concluse lo slalom gigante. Ai Mondiali di Åre 2007 si classificò 11ª nello slalom gigante e 20ª nello slalom speciale. La successiva stagione 2007-2008 fu la sua migliore in Coppa del Mondo: arrivò terza nella classifica di slalom gigante dietro alla compagna di squadra Denise Karbon e all'austriaca Elisabeth Görgl. Ai Mondiali di Val-d'Isère 2009, nella gara di slalom, dopo aver chiuso al comando la prima manche[3] ha inforcato nella seconda a poche porte dal traguardo[4], perdendo così l'occasione di contendere l'oro a Maria Riesch. Non ha portato a termine nemmeno la prova di slalom gigante.

Stagioni 2010-2018[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 dicembre 2009 ha colto a Pozza di Fassa in slalom speciale la sua seconda e ultima vittoria, nonché ultimo podio, in Coppa Europa e a ai successivi XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver 2010 si è classificata 17ª nello slalom gigante e 11ª nello slalom speciale. Ha gareggiato in slalom gigante e in slalom speciale anche ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen 2011 e di Schladming 2013, classificandosi nel primo caso 6ª in entrambe le prove e nel secondo, rispettivamente, all'11º e al 25º posto. Ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015 è stata 20ª nello slalom gigante e non ha completato lo slalom speciale; due anni dopo ai Mondiali di Sankt Moritz 2017, sua ultima presenza iridata, si è classificata 6ª nello slalom gigante e non ha completato lo slalom speciale.

Il 19 dicembre 2017 a Courchevel in slalom gigante è saltia per l'ultima volta in carriera sul podio in Coppa del Mondo (3ª) e ai successivi XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018, suo congedo olimpico, si è classificata 8ª nello slalom gigante e 23ª nello slalom speciale. Si è ritirata al termine di quella stessa stagione 2017-2018; la sua ultima gara in Coppa del Mondo è stato lo slalom gigante di Ofterschwang del 9 marzo, dove è stata 8ª, e la sua ultima gara in carriera è stato lo slalom gigante dei Campionati mondiali militari di sci alpino 2018, il 28 marzo a Pampeago, chiuso dalla Mölgg al 9º posto.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

È testimonial dell'associazione benefica Lebenshilfe[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Manuela Mölgg (seconda, a destra) sul podio dello slalom gigante di Coppa del Mondo di Semmering 2008, accanto a Kathrin Zettel (prima, al centro) e Lara Gut (terza, a sinistra)

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 15ª nel 2009
  • 14 podi:
    • 6 secondi posti
    • 8 terzi posti

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 52ª nel 2002
  • 2 podi:
    • 2 vittorie
Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]
Data Località Paese Specialità
29 gennaio 2004 Abetone Italia Italia GS
19 dicembre 2009 Pozza di Fassa Italia Italia SL

Legenda:
GS = slalom gigante

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Scheda FISI, su fisi.org. URL consultato l'8 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  2. ^ "Profiles. Manuela" sul sito personale, su moelgg.com. URL consultato il 2 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  3. ^ Risultato ufficiale della prima manche dello slalom valido per i Campionati mondiali di Val-d'Isère, su data.fis-ski.com. URL consultato il 24 luglio 2015.
  4. ^ Emanuela Fontana, Sci: Manuela Mölgg butta via l'oro medaglia di legno per la Karbon, in Il Giornale, 14 febbraio 2009. URL consultato il 24 luglio 2015.
  5. ^ "Sponsors. Manuela" sul sito personale, su moelgg.com. URL consultato il 2 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  6. ^ (EN) Profilo FIS, su data.fis-ski.com. URL consultato l'8 luglio 2018.
  7. ^ Campionati Italiani di sci alpino, l'albo d'oro della combinata femminile, in fisi.org, 24 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]