Luigi Del Grosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Del Grosso
Parma Associazione Sportiva 1934-1935.jpg
Del Grosso (quinto da destra) nel Parma della stagione 1934-1935
Nazionalità Italia Italia
Altezza 168 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1952 - giocatore
Carriera
Giovanili
Bianco e Nero (Strisce).png San Secondo Parmense
Squadre di club1
1929-1931 Bianco e Nero (Strisce).png San Secondo Parmense 30 (5)
?-? non conosciuta Giovane Italia ? (?)
1933-1936 Parma 47 (19)
1936-1937 Cremonese 10 (1)
1937-1938 Modena 8 (4)
1938-1939 Cremonese 25 (4)
1939-1940 Ferrara 24 (22)
1940-1941 Parma 29 (19)
1941-1942 Modena 24 (4)
1942 Lazio ? (?)
1941-1946 Treviso 36 (19)
1946-1947 Parma 27 (5)
1948-1949 Pisa 1 (0)[1]
1950-1952 Pescara ? (?)
Carriera da allenatore
1950-1953Pescara
1954-1962Reggiana
1962-1963Padova
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Luigi Del Grosso (San Secondo Parmense, 25 luglio 191611 maggio 1976[2]) è stato un dirigente sportivo, allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera calcistica nel San Secondo Parmense poi alla Giovane Italia e poi al Parma.[3]. Dal 1936 al 1941 quindi milita alcuni fra Serie B e Serie C con Cremonese (in due differenti periodi), Modena, Ferrara e nuovamente Parma.

Nella stagione 1941-1942 torna al Modena neopromosso in Serie A. Coi canarini disputa 24 incontri in massima serie, con all'attivo 5 reti (fra cui il gol della bandiera all'esordio nell'1-7 subito dal Milan, e quello che vale un prestigioso pareggio in casa della Juventus[4]), che gli valgono il secondo posto fra i marcatori gialloblu alle spalle di Valeriano Ottino[4], ma non evitano agli emiliani l'ultimo posto finale.

Passa poi la stagione successiva alla Lazio, senza tuttavia mai scendere in campo in incontri di campionato.

Nel 1946 torna per la terza volta Parma nuovamente in B e nel 1950 diventa allenatore e giocatore del Pescara.

In carriera ha totalizzato complessivamente 24 presenze e 5 reti in Serie A e 93 presenze e 37 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'esperienza al Pescara,[5][6] dal 1954 al 1962 allena la Reggiana.[7]

Nella stagione di Serie B 1962-1963 guida il Padova.[8]

Nel 1957-1958 e nel 1958-1959 vinse il Seminatore d'oro premio calcistico assegnato annualmente dalla FIGC all'allenatore che si è più distinto nel corso della stagione agonistica, primo allenatore a ricevere il Seminatore d'oro che allenasse una squadra di Serie B.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad aver ricoperto il ruolo di direttore sportivo del Parma, Del Grosso è stato anche vice presidente e poi presidente dell'AIAC ovvero Associazione Italiana Allenatori Calcio.

Nel 1981 a lui fu intitolato lo stadio di San Secondo Parmense.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1933-1934
Modena: 1937-1938

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Pescara: 1951-1952

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Reggiana: 1955-1956
Reggiana: 1957-1958

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Pescara: 1951-1952

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1958-1959

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le liste della Serie B e C, Il Corriere dello Sport, 1º settembre 1949, pag.3
  2. ^ Corriere di Napoli, 13 maggio 1976, pagina 2
  3. ^ Info su borgodelpozzo.it
  4. ^ a b Serie A 1941-1942 Rsssf.com
  5. ^ Info su quotidianiespresso.repubblica.it
  6. ^ Info su solopescara.com
  7. ^ Info su lastoriadellareggiana.it
  8. ^ Fonte libro Biancoscudo - Cent'anni di Calcio Padova

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Luigi Del Grosso, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie