Lotus 93T

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lotus 93T
Lotus 93T - Elio de Angelis.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Team Lotus
Categoria Formula 1
Squadra John Player Team Lotus
Progettata da Colin Chapman
Martin Ogilvie
Sostituisce Lotus 92
Sostituita da Lotus 94T
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in alluminio
Motore Renault-Gordini EF1 V6 Turbo
Trasmissione Lotus/Hewland FGA a 5 rapporti manuale
Dimensioni e pesi
Passo 2667 mm
Peso 560 kg
Altro
Carburante Elf
Pneumatici Pirelli
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio degli Stati Uniti-Ovest 1983
Piloti 11. Elio De Angelis
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
7 0 0 0

La Lotus 93T fu una vettura di Formula 1 con la quale il team inglese affrontò la prima parte del campionato di F1 del 1983, prima di essere sostituita in corso di stagione con il modello affinato 94T. Disegnata da Colin Chapman e Martin Ogilvie, la 93T era spinta dal motore Renault EF1 (un V6 turbo da 1,5 litri), montava il cambio Lotus/Hewland ed era gommata Pirelli.

Aspetti tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Prima vettura di casa Lotus spinta da un motore turbocompresso, fu l'ultima concepita da Chapman prima del suo decesso avvenuto nel dicembre 1982. La scelta del motore sovralimentato era ormai diventata necessaria per dare competitività alle vetture di Formula 1.

Stagione 1983[modifica | modifica wikitesto]

La vettura venne impiegata dal solo Elio De Angelis (che nella prima gara della stagione in Brasile aveva utilizzato la vecchia Lotus 91), mentre all'altro pilota, Nigel Mansell, venne affidata la Lotus 92, a motore Ford Cosworth DFV. Pur ottenendo buoni risultati in prova, la vettura era poco affidabile tanto che giunse una sola volta al traguardo, senza marcare punti: vettura venne sostituita con la Lotus 94T dal GP di Gran Bretagna, nona gara della stagione. Mansell guidò la 93T solo due volte, la prima fu al GP di Germania, quando la sua 94T ebbe dei problemi durante il warm-up e il britannico fu costretto a partire con la vettura vecchia, la seconda fu in occasione della gara non valida per il campionato, la Race of Champions.

Nei media[modifica | modifica wikitesto]

La progettazione della vettura e la sua realizzazione sono i protagonisti del documentario di Julian Roberts Lotus Goes Turbo, che segue i passi della squadra Lotus nell'introduzione del nuovo motore sovralimentato della Renault al posto del precedente propulsore Cosworth aspirato[1].

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Punti Pos.
1983 John Player Team Lotus Renault EF1 P Elio De Angelis Rit Rit Rit Rit 9 Rit Rit 11*
Nigel Mansell Rit

* Tutti i punti furono marcati con la Lotus 94T. La Lotus-Renault si classificò ottava nel campionato mondiale costruttori con 11 punti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Filmato audio(EN) Lotus Goes Turbo, 1983. URL consultato il 22 novembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche della Lotus 93T su www.statsf1.com

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1