Libri dei Cieli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Libro del Paradiso" rimanda qui. Se stai cercando informazioni sul testo di abolizione della schiavitù (Bologna, 1257), vedi Liber Paradisus.

I Libri dei Cieli[1] è una composizione funeraria con testi della religione dell'antico Egitto destinati ad accompagnare il defunto nel suo viaggio nell'aldilà per consentirgli di "vivere" ancora nel mondo ultraterreno.

Si tratta, generalmente, di formule e di racconti incentrati sul viaggio notturno del Dio sole (nelle sue diverse manifestazioni) e della sua lotta con le forze del male (tra cui il serpente Apophis) che tentano, nottetempo, di fermarlo per non farlo risorgere al mattino.

Composto durante l'ultimo periodo del Nuovo Regno e suddiviso in più capitoli, i Libri dei Cieli descrivono il passaggio del sole attraverso il cielo.

Sono ricompresi nei Libri dei Cieli:

  • il Libro del Giorno,
  • il Libro della Notte
  • il Libro della Vacca Celeste.

Versioni più o meno complete sono state rinvenute, nella Valle dei Re, in tombe del periodo ramesside e, in stralcio, nella tomba di Ramses VI. Il "Libro dei Cieli" nelle sue tre parti è raffigurato nelle seguenti tombe della Valle dei Re (riportate in ordine cronologico di regno dei "Titolari" - ove noti -):

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kent R. Weeks, I tesori di Luxor e della Valle dei Re, pag. 554

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kent R. Weeks, I tesori di Luxor e della Valle dei Re, Edizioni White Star, ISBN 88-7844-170-8
  • Mario Tosi, Dizionario enciclopedico delle divinità dell'antico Egitto, vol.I, Ananke, ISBN 88-7325-064-5

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri libri del medesimo tipo, con valenza funeraria, sono:

Antico Egitto Portale Antico Egitto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antico Egitto