Lezgini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lezgini
Лезгияр
LezginiЛезгияр
Area di maggior presenza di Lezgini
Nomi alternativi Lesghi, Lesgi, Lesgini, Lezgi
Luogo d'origine Azerbaigian, Daghestan
Lingua lingua lesga
Religione sunnismo
Bandiera dei Lezgini

I Lezgini, chiamati anche Lesghi,[1][2][3] Lesgi, Lesgini, Lezgi (in lingua lesga лезгияр) sono un gruppo etnico del sud del Daghestan e del nord dell'Azerbaigian. Parlano la lingua lesga.

Questo popolo è noto, nella storia russa, per aver resistito agli attacchi dell'impero per più della metà del XIX secolo.

Nel censimento russo del 2002 furono registrati 412.000 Lezgini[4]. In quello azero del 1999 ne furono censiti 178.000[5].

I Lezgini sono in gran parte sunniti.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fiorenzo Toso, III. Paesi esterni al'Unione Europea, in Lingue d'Europa: la pluralità linguistica dei Paesi europei fra passato e presente, Baldini Castoldi Dalai, 2006, p. 468, ISBN 88-8490-884-1.
  2. ^ Lesghi in Vocabolario - Treccani, treccani.it.
  3. ^ Lesghi nell'Enciclopedia Treccani, treccani.it.
  4. ^ (RU) perepis2002.ru
  5. ^ (EN) eurasianet.org

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità LCCN: (ENsh85076376