Lago di Lases

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lago di Lases
Lases74.JPG
Il lago visto dalla spiaggia sulla sponda settentrionale
Stato Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Provincia Trento Trento
Comune Lona-Lases
Coordinate 46°08′26.16″N 11°13′16.64″E / 46.140599°N 11.22129°E46.140599; 11.22129Coordinate: 46°08′26.16″N 11°13′16.64″E / 46.140599°N 11.22129°E46.140599; 11.22129
Altitudine 632 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 0,160 km²
Lunghezza 0,700 km
Larghezza 0,225 km
Profondità massima 24 m
Mappa di localizzazione: Italia
Lago di Lases
Lago di Lases
Biotopo Lona-Lases
Tipo di area Biotopo
Codice EUAP EUAP0490
Stati Italia Italia
Regioni Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Province Trento Trento
Superficie a terra 25,19 ha
Provvedimenti istitutivi D.P.G.P. 8784, 05.08.88
Gestore Provincia Autonoma di Trento
Lases37.JPG
Mappa di localizzazione

Il lago di Lases è un piccolo lago alpino situato presso il monte La Gorsa (m 1041), a 20 chilometri circa da Trento, nel Trentino orientale.

Il lago ed il porfido[modifica | modifica wikitesto]

Il lago si trova in una ripida vallata, circondato da alture ormai sviscerate per le quotidiane perforazioni causate dall'estrazione del porfido. Infatti gli scavi hanno portato a formare enormi squarci e quindi grandi discariche che tra San Mauro e il Gorsa incombono sulla strada Provinciale e minacciano di "stozzare" il lago di Lases, come il Lago di Valle (piccolo lago di origine vulcanica).

Queste discariche di materiale di scarto a cielo aperto, hanno sommerso vaste zone di campi boschivi sul fondovalle. Un episodio tra tanti è quello che accade nella notte tra il 16 e il 17 gennaio 1986, quando scivolarono a valle, nei pressi del lago circa 300 000 metri cubi di materiale di scarto.

Il lago turistico[modifica | modifica wikitesto]

Il lago è lungo 700 metri, largo 225 è molto pescoso ed ha origine da uno sbarramento morenico.

Il comune negli ultimi anni ha creato oltre ad alcune spiagge per sdraiarsi, un fondale più confortevole con la sabbia. Nel passato sorgeva lungo una delle spiagge un trampolino, oggi è stato smontato. Esiste inoltre la possibilità di tuffarsi da una roccia.

È possibile effettuare un giro attorno al lago (che misura 2 chilometri circa), anche se il senitero non è dei più pianeggianti, infatti sale di un centinaio di metri in quota.

Il biotopo Lona-Lases[modifica | modifica wikitesto]

Attorno al lago di Lases è presente un biotopo costituito da tre zone principali, separate l'una dall'altra e con caratteristiche differenti:

  • la palude di Lases (chiamata anche "Palù dei Sfondroni"), con canneti e cariceti. Questa zona occupa la parte meridionale del lago e l'antico emissario del lago. Qui il biotopo è frequentato da svariate specie di uccelli acquatici quali gli Svassi maggiori, i Germani Reali, i Porciglioni, le Gallinelle d'acqua.
  • la Val Fredda con le buche di ghiaccio, dove persiste il ghiaccio tutto l'anno, dovuto alle basse temperature che si hanno durante tutte le stagioni.
  • il Palù Redont, è un piccolo bacino a forma circolare, estremamente impaludato, generato dall'escavazione glaciale. A livello vegetativo è degna di nota la presenza nella torbiera della rara associazione Caricetum lasiocarpae, caratterizzata dalla presenza di un folto strato di muschi e sfanghi.

L'avvio al progetto di questo biotopo si è avuta con la Legge Provinciale n.14 del 23 giugno 1986, anche se l'istituzione dell'area naturale protetta è diventata ufficiale nel 1988 con il D.P.G.P. n. 8784 del 5 agosto 1988. Questo biotopo ha una superficie di 25,19 ha.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]