Lago di Molveno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lago di Molveno
Molveno01.jpg
Stato Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Provincia Trento Trento
Comune Molveno
Coordinate 46°07′33.72″N 10°57′37.77″E / 46.126033°N 10.960493°E46.126033; 10.960493Coordinate: 46°07′33.72″N 10°57′37.77″E / 46.126033°N 10.960493°E46.126033; 10.960493
Altitudine 823 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 3,27 km²
Lunghezza 4,4 km
Larghezza 1,5 km
Profondità massima 123 m
Idrografia
Immissari principali Ceda, Rio Lambin, Rio Massodi, Rio delle Seghe
Mappa di localizzazione: Italia
Lago di Molveno
Lago di Molveno

Il lago di Molveno è un lago del Trentino-Alto Adige, situato nel territorio del comune di Molveno. Deve gran parte del suo fascino alla cornice naturale che lo circonda: ad ovest si erge la catena centrale del Gruppo di Brenta (Campanile basso, Croz dell'Altissimo, Sfulmini, Cima Tosa), a sud est il massiccio del monte Gazza e della Paganella.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La "preziosa perla in più prezioso scrigno", come il poeta Antonio Fogazzaro lo definiva, è un lago alpino di origine naturale, formatosi circa 4.000 anni fa a seguito di un'imponente frana.

Dal 2011 al 2015 è stato premiato da Legambiente e dal TCI con il marchio di qualità ambientale "5 vele" per la qualità dell'acqua, della spiaggia, dei servizi e della sicurezza[1]

Dagli anni 50 le acque del lago alimentano la centrale idroelettrica di Santa Massenza. I lavori per la realizzazione delle condutture idriche di convoglio delle acque dai fiumi Sarca e dai bacini in val di Genova nel lago, nonché le relative opere idrauliche di portata alla centrale installate sul fondo del bacino hanno modificato l'equilibrio naturale del lago, le cui acque possono essere utilizzate in maggiore o minore misura in base alle esigenze dell'impianto elettrico a valle. Il lago, pur di indiscussa origine naturale, può quindi definirsi come bacino artificiale. Le acque convogliate nel lago dalla Val di Genova influiscono sulla temperatura del bacino, che risulta leggermente più bassa rispetto a quella di altri laghi alpini situati ad altitudini simili. Da anni sono state introdotte, specie per le esigenze turistiche della zona, limitazioni di invaso e svuotamento dello specchio d'acqua, che oggi non possono superare i 2 metri di dislivello.

È il secondo lago per estensione del Trentino-Alto Adige, dopo il lago di Caldonazzo, tra quelli interamente compresi nei confini della regione[2] e ha una profondità massima di 123 metri.

Il pendio settentrionale, dove si trova l'abitato di Molveno, si distende verso il lago con prati pianeggianti e spiagge, il "Lido di Molveno", che durante l'estate è molto frequentato dai numerosi turisti.

Un ramo settentrionale del lago di Molveno, inserito tra le Pendici della Paganella e del Gruppo di Brenta, è chiamato "lago di Bior". In esso si riversano le acque del rio Lambin.

Attorno al lago si trovano diversi fortini napoleonici e presso il "ponte di Napoleone" una cascata che riversa direttamente le acque all'interno del lago.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige