La leggenda di Bagger Vance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La leggenda di Bagger Vance
La leggenda di Bagger Vance.PNG
Will Smith e Matt Damon in una scena del film
Titolo originale The Legend of Bagger Vance
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2000
Durata 126 min
Colore colore (Technicolor)
Audio Dolby Digital EX
Rapporto 1.85 : 1
Genere drammatico, sportivo
Regia Robert Redford
Soggetto Steven Pressfield (romanzo)
Sceneggiatura Jeremy Leven
Produttore Jake Eberts, Michael Nozik e Robert Redford
Casa di produzione Twentieth Century Fox Film Corporation
Fotografia Michael Ballhaus
Montaggio Hank Corwin
Musiche Rachel Portman
Scenografia Stuart Craig Angelo P. Graham e W. Steven Graham
Costumi Judianna Makovsky
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La leggenda di Bagger Vance (The Legend of Bagger Vance) è un film del 2000 diretto da Robert Redford, tratto dall'omonimo romanzo di Steven Pressfield.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Il golf è un gioco che non può essere vinto, ma solo giocato. Così io gioco e continuo a giocare. Gioco per i momenti che devono ancora venire, cercando il mio posto in campo. »
(Hardy Greaves -Jack Lemmon)

Rannulph Junuh, giovane e straordinario giocatore di golf di Savannah in Georgia negli Stati Uniti, parte per la prima guerra mondiale. Una volta ritornato a casa appare senza speranze, traumatizzato dalla guerra pur essendone tornato da eroe, e decide di dimenticare il passato tramite gli alcolici, ubriacandosi per circa 10 anni, finché qualcuno finalmente si ricorda di lui.

Viene organizzato un torneo con i due più grandi giocatori d'America (Bobby Jones e Walter Hagen) e grazie ad un misterioso e straordinario caddie, Bagger Vance, e ad una donna travolgente, Adele Invergordon, riesce a ritrovare la voglia di vivere, di vincere e di amare.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si sono svolte tra il 23 settembre e il 21 dicembre 1999 in Georgia e Carolina del Sud.[senza fonte]

In questo film compare per l'ultima volta sul grande schermo Jack Lemmon in alcuni "camei", molto lunghi, pochi mesi prima della morte.[senza fonte]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film uscì nelle sale statunitensi il 23 ottobre 2000.[senza fonte]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

A fronte di un budget di 60 milioni di dollari, gli incassi furono poco sopra i 30 milioni sul mercato nordamericano.[senza fonte]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema