La leggenda di Bagger Vance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La leggenda di Bagger Vance
La leggenda di Bagger Vance.PNG
Will Smith e Matt Damon in una scena del film
Titolo originale The Legend of Bagger Vance
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2000
Durata 126 min
Rapporto 1.85 : 1
Genere drammatico, sportivo
Regia Robert Redford
Soggetto Steven Pressfield (romanzo)
Sceneggiatura Jeremy Leven
Produttore Jake Eberts, Michael Nozik e Robert Redford
Casa di produzione Twentieth Century Fox Film Corporation
Fotografia Michael Ballhaus
Montaggio Hank Corwin
Musiche Rachel Portman
Scenografia Stuart Craig Angelo P. Graham e W. Steven Graham
Costumi Judianna Makovsky
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La leggenda di Bagger Vance (The Legend of Bagger Vance) è un film del 2000 diretto da Robert Redford, tratto dall'omonimo romanzo di Steven Pressfield.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Il golf è un gioco che non può essere vinto, ma solo giocato. Così io gioco e continuo a giocare. Gioco per i momenti che devono ancora venire, cercando il mio posto in campo. »

(Hardy Greaves -Jack Lemmon)

Rannulph Junuh, giovane e straordinario giocatore di golf di Savannah in Georgia negli Stati Uniti, parte per la prima guerra mondiale. Una volta ritornato a casa appare senza speranze, traumatizzato dalla guerra pur essendone tornato da eroe, e decide di dimenticare il passato tramite gli alcolici, ubriacandosi per circa 10 anni, finché qualcuno finalmente si ricorda di lui.

Viene organizzato un torneo con i due più grandi giocatori d'America (Bobby Jones e Walter Hagen) e grazie ad un misterioso e straordinario caddie, Bagger Vance, e ad una donna travolgente, Adele Invergordon, riesce a ritrovare la voglia di vivere, di vincere e di amare.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si sono svolte tra il 23 settembre e il 21 dicembre 1999 in Georgia e Carolina del Sud.[senza fonte]

In questo film compare per l'ultima volta sul grande schermo Jack Lemmon in alcuni "camei", molto lunghi, pochi mesi prima della morte.[senza fonte]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film uscì nelle sale statunitensi il 23 ottobre 2000.[senza fonte]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

A fronte di un budget di 60 milioni di dollari, gli incassi furono poco sopra i 30 milioni sul mercato nordamericano.[senza fonte]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema