Kim Zmeskal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kim Zmeskal
Kim Zmeskal Burdette 2014.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 139 cm
Peso 36 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Ritirato 1998
Hall of fame International Gymnastics Hall of Fame (2012)
Carriera
Nazionale
1991-1998 Stati Uniti Stati Uniti
Carriera da allenatore
2001- Texas Dreams Gymnastics
Stati Uniti Stati Uniti juniores
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Bronzo Barcellona 1992 Squadra
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Indianapolis 1991 Individuale
Oro Parigi 1992 Trave
Oro Parigi 1992 Corpo libero
Argento Indianapolis 1991 Squadra
Bronzo Indianapolis 1991 Corpo libero
USA Flag Map.svg American Cup
Oro 1990 Individuale
Oro 1992 Individuale
Argento 1991 Individuale
USA Flag Map.svg Campionati Nazionali Statunitensi
Oro Denver 1990 Individuale
Oro Cincinnati 1991 Individuale
Oro Cincinnati 1991 Corpo libero
Oro Columbus 1992 Individuale
Oro Columbus 1992 Trave
Oro Columbus 1992 Corpo libero
Argento Denver 1990 Trave
Argento Denver 1990 Parallele
Argento Denver 1990 Corpo libero
Argento Cincinnati 1991 Trave
Argento Columbus 1992 Volteggio
Argento Columbus 1992 Parallele
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al aprile 2014

Kim Zmeskal Burdette (nome di nascita: Kimberly Lynn Zmeskal; Houston, 6 febbraio 1976) è un'allenatrice di ginnastica artistica ed ex ginnasta statunitense.

È stata la prima ginnasta statunitense ad aver vinto un titolo mondiale e anche la prima a diventare tre volte campionessa nazionale consecutivamente. Ha vinto una medaglia di bronzo olimpica a squadre ai Barcellona 1992.

Sposata con Chris Burdette, dirigono insieme la "Texas Dreams Gymnastics" ed allena le ginnaste della nazionale statunitense.

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Fin da piccola ha cominciato ad allenarsi con Béla Károlyi, che aveva acquistato una palestra a Houston. Questo le diede l'opportunità di osservare ed interagire con la sua eroina, la ginnasta Mary Lou Retton.

Nel 1989, all'età di 13 anni, è diventata campionessa nazionale juniores statunitense;[1] ottiene il primo posto anche all'American Classic, nella Coppa di Svizzera a coppie miste (con Lance Ringnald), e al Memorial Arthur Gander.

Nel 1990 la Zmeskal diventa poi campionessa nazionale senior, titolo mantenuto per le due edizioni successive, nel 1991 e 1992.[2] In campo internazionale, sviluppa una rivalità sportiva con la sovietica Svetlana Boginskaja.[3]

Ai campionati del mondo del 1991 a Indianapolis, la nazionale statunitense vince la prima medaglia d'oro a squadre, e la Zmeskal diventata la prima ginnasta statunitense a conquistare la medaglia d'oro nel concorso individuale:[4] questo diede grandi speranze riguardo al successo ai giochi di Barcellona 1992 della nazionale statunitense e della Zmeskal, che apparve sulle copertine del New York Times e di Newsweek. Ai Campionati statunitensi e agli Olympic Trials la Zmeskal si confrontò con l'astro nascente Shannon Miller, che vinse i confronti.[5]

Le Olimpiadi di Barcellona[modifica | modifica wikitesto]

La Zmeskal deluse ai Giochi, cadendo dalla trave durante gli esercizi obbligatori della prima giornata; al termine era trentaduesima nella classifica generale e 5ª nei punteggi di squadra.[6] Dopo migliorò il piazzamento con 9,912 punti alla trave, 9,95 al volteggio, 9,90 alle parallele e 9,925 al corpo libero nella finale a squadre: il parziale di 39,687 fu il più alto della giornata; ottenne così il 12º posto, ed il terzo tra le statunitensi. Era riuscita a guadagnare abbastanza punti per partecipare al concorso generale, ma uscì dal bordo nella finale al corpo libero, perdendo definitivamente la possibilità di ottenere una medaglia. In seguito si seppe che era stata colpita da una frattura da stress alla caviglia prima delle Olimpiadi.

Gli infortuni ed il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Eventuali sogni di un ritorno per partecipare ai Giochi olimpici di Atlanta vengono delusi a causa di una lesione del legamento crociato anteriore al ginocchio destro, subita durante un esercizio al corpo libero.

Nel 1998, la Zmeskal è tornata a competere con discreti risultati ai Campionati Nazionali a Indianapolis, piazzandosi all'undicesimo posto con 71,899 punti.[7]

Nel 1999 fu presa in considerazione per i Giochi olimpici di Sydney, tuttavia uno strappo al tendine d'Achille durante un esercizio al corpo libero mise fine alla sua carriera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9086862 · ISNI (EN0000 0000 3477 9965 · LCCN (ENn95006224