Jo de Roo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jo de Roo
Jo de Roo.jpg
Jo de Roo in maglia Helyett-Leroux
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Termine carriera 1968
Carriera
Squadre di club
1958-1959Magneet
1959-1961Helyett
1962-1964Saint-Raphaël
1965-1966Televizier
1967-1968Willem II
Nazionale
1959-1967Paesi Bassi Paesi Bassi
Statistiche aggiornate al 10 agosto 2020

Johannes "Jo" de Roo (Schore, 5 luglio 1937) è un ex ciclista su strada e pistard olandese. Professionista dal 1958 al 1968, vinse due edizioni del Giro di Lombardia e della Parigi-Tours, due titoli nazionali, un Giro delle Fiandre e tre tappe al Tour de France.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Vinse numerose corse in carriera, tra cui due classiche monumento: 2 volte il Giro di Lombardia (nel 1962 e nel 1963) ed una volta il Giro delle Fiandre nel 1965. Conquistò anche un Giro di Sardegna, nel 1960, la Bordeaux-Parigi, nel 1962, e due volte la Parigi-Tours nel 1962 e nel 1963. Nei grandi giro vinse tre tappe al Tour de France ed una alla Vuelta a España. Nel 1962 si aggiudicò anche il Superprestige Pernod.

Vincendo la Parigi-Tours nel 1962 con una velocità media di 44,903 km/h, divenne detentore del nastro giallo, assegnato al corridore detentore della media di percorrenza più veloce in una gara di lunghezza superiore ai duecento chilometri.

Fu due volte campione olandese in linea nel 1964 e 1965.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Omloop der Kempen
1ª tappa Ronde van West-Vlaanderen (Brugge > Eernegem)
2ª tappa Ronde van West-Vlaanderen (Eernegem > Woumen)
2ª tappa Olympia's Tour (Steenwijk > Eindhoven)
  • 1958 (Magneet-Vredestein, una vittoria)
6ª tappa Ronde van Nederland (Roosendaal > Amsterdam)
  • 1960 (Helyett, cinque vittorie)
Grand Prix de Grasse
1ª tappa Giro di Sardegna (Roma > Formia)
Classifica generale Giro di Sardegna
4ª tappa Ronde van Nederland (Nijmegen > Sittard-Geleen)
3ª tappa Tour de Champagne (Charleville > Châlons-en-Champagne)
  • 1962 (Saint-Raphaël, sei vittorie)
Bordeaux-Parigi
1ª tappa Tour de l'Aude (Carcassonne > Castres)
Parigi-Tours
Giro di Lombardia
2ª tappa, 2ª semitappa Grand Prix du Midi Libre
2ª tappa Tour du Sud-Est (Le Vigan > Montpellier)
  • 1963 (Saint-Raphaël, due vittorie)
Giro di Lombardia
Parigi-Tours
  • 1964 (Saint-Raphaël, tre vittorie)
Campionati olandesi, Prova in linea
12ª tappa Tour de France (Montpellier > Perpignano)
4ª tappa, 2ª semitappa Grand Prix du Midi Libre (Vernet-les-Bains > Perpignano)
  • 1965 (Televizier, quattro vittorie)
Campionati olandesi, Prova in linea
Giro delle Fiandre
8ª tappa Tour de France (La Rochelle > Bordeaux)
5ª tappa Ronde van Nederland
  • 1966 (Televizier, quattro vittorie)
Omloop Het Volk
14ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Montpellier > Vals-les-Bains)
6ª tappa Vuelta a España (Madrid > Calatayud)
Grote Prijs Stad Zottegem

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

3ª tappa, 2ª semitappa Olympia's Tour (cronosquadre)
3ª tappa, 2ª semitappa Omloop der 9 Provincies (Alken, cronosquadre)
Grand Prix de Monaco
Man'x Trophy
  • 1962 (Saint-Raphaël)
Super Prestige Pernod
  • 1963 (Saint-Raphaël)
Acht van Chaam
  • 1964 (Saint-Raphaël)
Acht van Chaam
Acht van Chaam

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Sei giorni di Anversa (con Jan Palmans)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1960: ritirato (14ª tappa)
1964: 43º
1965: 55º
1966: ritirato (17ª tappa)
1967: 76º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1960: 8º
1961: 11º
1963: 71º
1968: 33º
1961: 12º
1963: 10º
1964: 3º
1965: vincitore
1966: 15º
1967: 23º
1968: 7º
1961: 12º
1964: 18º
1965: 13º
1966: 12º
1967: 29º
1960: 69º
1962: vincitore
1963: vincitore
1964: 9º
1968: 9º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Zandvoort 1959 - In linea: 26
Berna 1961 - In linea: 5º
San Sebastián 1965 - In linea: 44º
Nürburgring 1966 - In linea: 8º
Heerlen 1967 - In linea: ritirato

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nastro giallo nel 1962
  • Trofeo Gerrit Schulte nel 1962
  • Trophée Edmond Gentil nel 1962

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Jo de Roo, su procyclingstats.com. Modifica su Wikidata
  • Jo de Roo, su sitodelciclismo.net, de Wielersite. Modifica su Wikidata
  • Jo de Roo, su cyclebase.nl, CycleBase. Modifica su Wikidata
  • (FR) Jo de Roo, su memoire-du-cyclisme.eu. Modifica su Wikidata
  • (ENESITFRNL) Jo de Roo, su the-sports.org, Info Média Conseil Inc. Modifica su Wikidata