Jeffrey Sheppard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jeff Sheppard
Nome Jeffrey Kyle Sheppard
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 86 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia
Ritirato 2001
Carriera
Giovanili

1993-1998
McIntosh High School
Kentucky Wildcats
Squadre di club
1999 Atlanta Hawks 18 (40)
1999-2000 Pall. Treviso 28 (600)
2000-2001 Roseto 15 (179)
2001 Virtus Roma 10 (71)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Jeffrey Kyle "Jeff" Sheppard (Marietta, 29 settembre 1974) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA e in Italia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Guardia di 191 centimetri, dotata di un buon tiro da tre, Sheppard dopo aver iniziato a giocare nelle high school disputa il Campionato universitario con l'Università del Kentucky, che ha frequentato dal 1993 al 1998. Proprio con Kentucky ha vinto il titolo NCAA nel 1996 e nel 1998. Sempre nel 1998 è stato eletto NCAA Basketball Tournament Most Outstanding Player di quell'anno.

Nella stagione 1998-99 militò per breve tempo in NBA con gli Atlanta Hawks, mettendo a referto 2,2 punti e 1,2 rimbalzi di media in 18 partite. In seguito ha giocato con la Benetton Treviso (1999-2000) vincendo la Coppa Italia, con Roseto (2000-2001) e con la Virtus Roma (2001). A lui è legata la vicenda del "Lodo Sheppard", un contenzioso tra la Lega Basket e Roseto per impiegarlo come terzo extracomunitario in campo.

Si è ritirato dal basket giocato nel 2001. In un'intervista ha dichiarato che tra i fattori che lo hanno indotto a smettere ci sono anche gli attacchi dell'11 settembre, avvenuti mentre Sheppard si trovava a Roma lontano dalla famiglia[1].

Sheppard è sposato dal 1998 con Stacey Reed, anch'essa ex cestista a Kentucky, dalla quale ha avuto due bambini.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Pall. Treviso: 2000

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) How A Career Ends: Jeff Sheppard, Kentucky's Great Dunking Guard, Quit Because Of 9/11, deadspin.com, 02-04-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN55939103