Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Jax Briggs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jackson Briggs
Jax.jpg
Jax in MK vs DC
Universo Mortal Kombat
Lingua orig. Inglese
Autori
Studio Midway
1ª app. 1993
1ª app. in Mortal Kombat 2
app. it. in Mortal Kombat 2
Interpretato da
Voci italiane
Specie Umano
Sesso Maschio
Etnia Afroamericana
Luogo di nascita Reame Terrestre (Earthrealm)
Abilità Judo, Muay Thai, Ju-Jitsu

« È bello essere tornato! »

(Jax in Mortal Kombat X)

Jax è un personaggio della serie di videogiochi Mortal Kombat.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Maggiore Jackson "Jax" Briggs appare per la prima volta in Mortal Kombat II, allorché si trova alla ricerca della sua amica e compagna di squadra Sonya Blade, scomparsa stranamente alla fine del primo torneo shaolin indetto da Shang Tsung; la troverà incatenata insieme con il loro arcinemico Kano, nell'arena dove si svolgono le finali del torneo indetto da Shao Kahn, proprio al cospetto dei due prigionieri del malvagio imperatore. Una volta che Kahn viene sconfitto guerrieri della Terra guidati dal dio del tuono Raiden, Jax riesce a liberare Sonya. Kano approfitta del caos per sfuggire di nuovo alla cattura.

In Mortal Kombat 3 Jax e Sonya tentano in ogni modo di avvertire le Forze Armate statunitensi circa un'eventuale invasione del Reame Terrestre (Earth Realm) da parte di Shao Kahn, ma tutto sarà vano, perché saranno presi per pazzi. L'invasione intanto avviene e, uniti, i due commilitoni combattono le forze del Mondo Esterno (Outworld); inoltre, per poter lottare al meglio, Jax si procura arti bionici che lanciano perfino missili.

Fra Mortal Kombat Deadly Alliance e Mortal Kombat Deception, Jax viene ucciso dall'Alleanza Mortale e resuscitato da Onaga come suo schiavo in Mortal Kombat: Unchained.

In Mortal Kombat Armageddon, nel proprio finale Jax uccide Blaze e ottiene ulteriori potenziamenti tecnologici, divenendo un organismo cibernetico; Jax fronta Sektor e lo sconfigge, diventando capo del Tekunin. Non ci è dato sapere se Jax venga riconosciuto come tale dalle Forze Speciali.

Nella nuova linea temporale di Mortal Kombat IX, Jax viene catturato e tenuto prigioniero sull'isola di Shang Tsung già nel primo torneo; secondo il suo informatore, infatti, la base e il capo del Dragone Nero si troverebbero proprio sull'isola, ma in realtà si tratta di un tranello, in quanto l'informatore è in realtà Kano, il capo dell'organizzazione. Jax viene poi salvato da Sonya, grazie anche all'intervento di Raiden. Durante i festeggiamenti per la vittoria di Liu Kang, Jax assiste impotente all'attacco dei Tarkatan all'accademia Wu Shi, venendo sopraffatto; decide quindi di partecipare al secondo torneo per salvare Sonya, che è stata rapita e tenuta sotto sorveglianza da Sheeva. Dopo aver recuperato la compagna, Jax decide di indagare insieme con lei su misteriose "presenze tecnologiche" del mondo esterno, una delle quali, come si scoprirà, è Cyrax, sconfitto da Sub-Zero; in quel momento sopraggiunge anche Ermac e Jax, ingaggiato un combattimento con lui, perde entrambe le braccia; il provvidenziale intervento di Sonya lo salva dalla morte. Insieme, Jax e Sonya si ritirano attraverso un portale indicato loro da Sub-Zero. Durante l'invasione del Mondo Esterno (Outworld), Jax ripara Cyber Sub-Zero, restituendogli la sua coscienza umana. Jax finisce ucciso da Sindel insieme con molti dei suoi compagni, per poi essere resuscitato come zombi (revenant) da Quan Chi.

Nel finale della versione da sala giochi, Jax si connette a un nuovo scanditore (scanner) cibernetico delle forze speciali, al fine di trovare i superstiti dell'esercito di Shao Khan: casualmente, entra in connessione con l'impianto laser ottico di Kano; i due ingaggiano una battaglia virtuale dalla quale Jax esce vincitore, imprigionando per sempre la coscienza di Kano nella banca dati delle Forze Speciali.

In Mortal Kombat X, inizialmente Jax si trova sotto il controllo di Quan Chi come morto vivente (Revenant), ma ritorna umano grazie a Raiden; nel finale del personaggio, sconfitto Shinnok, Johnny Cage si trova in ospedale e chiede a Jax di prendere il comando della sua squadra; Jax, vedendo ciò come una possibilità di stare vicino alla figlia Jacqui Briggs, accetta senza pensarci due volte.Un giorno, mentre sta per salire a bordo di un aereo, la squadra viene attaccata dal mercenario Erron Black. Fortunatamente Jax, grazie ai propri riflessi e alle braccia antiproiettile, salva la squadra e mette fuorigioco Black, venendo però ferito al petto da un proiettile del nemico.

Scheda riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda personaggio di Mortal Kombat: Deadly Alliance
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi