Jan Pieter Schotte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jan Pieter Schotte, C.I.C.M.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Jan P. Schotte (2003)-2.jpg
Jan Pieter Schotte nel 2003
Template-Cardinal.svg
Parare viam Domino pacis
Incarichi ricoperti
Nato 29 aprile 1928, Beveren-Leie
Ordinato presbitero 3 agosto 1952
Nominato vescovo 20 dicembre 1983 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Consacrato vescovo 6 gennaio 1984 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Elevato arcivescovo 24 aprile 1985 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Creato cardinale 26 novembre 1994 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Deceduto 10 gennaio 2005, Roma

Jan Pieter Schotte (Beveren-Leie, 29 aprile 1928Roma, 10 gennaio 2005) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico belga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Beveren-Leie (Waregem), Belgio, il 29 aprile 1928.

Entrato nella Congregazione del Cuore Immacolato di Maria nel 1946, venne ordinato sacerdote nel 1952. Dal 1953 al 1956 studiò diritto canonico all'Università Cattolica di Lovanio, quindi si specializzò presso l'Università cattolica d'America, dal 1962 al 1963.

Dal 1967 al 1972 fu segretario generale della Congregazione del Cuore Immacolato di Maria. Successivamente fu al servizio della Curia Romana.

Divenne vescovo nel 1984 ed arcivescovo l'anno successivo. Fu segretario generale del Sinodo dei vescovi dal 1985 al 2004; fu anche presidente dell'Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica dal 1989 fino alla sua scomparsa.

Papa Giovanni Paolo II lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 26 novembre 1994.

Muore al Policlinico Gemelli di Roma il 10 gennaio 2005 all'età di 76 anni.

Le esequie si sono tenute il 14 gennaio alle ore 11 all'Altare della Confessione della Basilica di San Pietro. La liturgia esequiale è stata presieduta dal Santo Padre Giovanni Paolo II, che ha tenuto l'omelia e il rito dell'ultima commendatio e della valedictio. La santa messa è stata celebrata dal cardinale Joseph Ratzinger, decano del Collegio Cardinalizio.

È sepolto nella chiesa di San Giuliano dei Fiamminghi.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Segretario della Pontificia Commissione "Justitia et Pax" Successore Emblem Holy See.svg
Roger Joseph Heckel, S.J. 27 giugno 1980 - 20 dicembre 1983 Jorge María Mejía
Predecessore Vescovo titolare di Silli Successore BishopCoA PioM.svg
Filippo Franceschi 20 dicembre 1983 - 26 novembre 1994
Titolo personale di arcivescovo dal 24 aprile 1985
Florentin Crihalmeanu
Predecessore Vice-presidente della Pontificia Commissione "Justitia et Pax" Successore Emblem Holy See.svg
Bernardin Gantin 20 dicembre 1983 - 24 aprile 1985 Jorge María Mejía
Predecessore Segretario generale del Sinodo dei Vescovi Successore Mitre (plain).svg
Jozef Tomko 24 aprile 1985 - 11 febbraio 2004 Nikola Eterović
Predecessore Presidente dell'Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica Successore Emblem Holy See.svg
- 14 aprile 1989 - 10 gennaio 2005 Francesco Marchisano
Predecessore Cardinale diacono di San Giuliano dei Fiamminghi Successore CardinalCoA PioM.svg
- 26 novembre 1994 - 10 gennaio 2005 Walter Brandmüller
Controllo di autorità VIAF: (EN65391453 · LCCN: (ENn83203328 · ISNI: (EN0000 0001 1473 9824