The Home Depot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Home Depot)
Jump to navigation Jump to search
The Home Depot, Inc.
Logo
Home Depot Store Support Center & Corporate HQ.JPG
Il quartiere generale in Georgia
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaPublic company
Borse valoriNYSE: HD
ISINUS4370761029
Fondazione1978 a Atlanta
Fondata da
Sede principaleVinings
Persone chiaveFrank Blake, CEO e Chairman
SettoreVendita al dettaglio di prodotti per la casa
ProdottiProdotti per migliorare la casa come:
Fatturato151,16 miliardi $ (2021)
Utile netto16,43 miliardi $ (2021)
Dipendenti490.600 (dicembre 2021)
Slogan«"You Can Do It. We Can Help."»
Sito webwww.homedepot.com/

The Home Depot è una multinazionale al dettaglio statunitense che vende strumenti, prodotti di costruzione, elettrodomestici e servizi. di prodotti per la manutenzione della casa. Home Depot è il più grande rivenditore di articoli per la casa negli Stati Uniti.[1] Nel 2021, l'azienda contava 490.600 dipendenti e un fatturato di oltre 151 miliardi di dollari. La società ha sede a Vinings, nella Contea di Cobb in Georgia con un indirizzo postale ad Atlanta.[2]

Gestisce molti negozi di formato big-box negli Stati Uniti (tra cui il Distretto di Columbia, Guam, Porto Rico e le Isole Vergini americane); tutte le 10 province del Canada e tutti i 32 stati messicani e Città del Messico. La società MRO Interline Brands (ora The Home Depot Pro) è anche di proprietà di The Home Depot, con 70 centri di distribuzione negli Stati Uniti.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

1978–1999[modifica | modifica wikitesto]

The Home Depot è stato co-fondato da Bernard Marcus, Arthur Blank, Ron Brill , Pat Farrah e Ken Langone nel 1978.[4][5][6] L'obiettivo di The Home Depot era di costruire supermercati per il miglioramento della casa, più grandi di qualsiasi altro delle strutture dei loro concorrenti. Il banchiere di investimento Ken Langone ha aiutato Marcus e Blank ad assicurarsi il capitale necessario.

Nel 1979, i primi due negozi, costruiti in spazi affittati da JC Penney che in origine erano negozi "ipermercato", aprirono nella metropolitana di Atlanta (a Doraville e su Memorial Drive a Decatur)[7] il 22 giugno 1979.[8][9] Il 22 settembre 1981, The Home Depot divenne pubblico al NASDAQ e raccolse 4,093 milioni di dollari. The Home Depot è entrato a far parte della Borsa di New York il 19 aprile 1984.[10]

The Home Depot iniziò a espandersi dalla Georgia alla Florida nel 1981 con l'apertura di negozi a Hollywood e Fort Lauderdale. Nel 1984, la società gestiva 19 negozi con un fatturato di oltre 256 milioni di dollari. Per entrare nel mercato di Dallas, The Home Depot ha acquisito Bowater Home Center da Bowater Inc. il 31 ottobre 1984 per 40 milioni di dollari.[11] La maggiore espansione di The Home Depot a metà degli anni '80 ha creato difficoltà finanziarie con guadagni in calo del 42% e debito in aumento a 200 milioni di dollari. Le difficoltà finanziarie hanno anche causato un calo del prezzo delle azioni. Per frenare le difficoltà di The Home Depot, nel 1986 ha aperto solo 10 negozi con uno stock che offre 2,99 milioni di azioni a 17 dollari per azione, il che ha aiutato la società a ristrutturare i suoi debiti.[12]

Nel 1989, The Home Depot è diventato il più grande negozio di articoli per la casa negli Stati Uniti, superando Lowe's. Negli anni '90 ha cercato modi per ridefinire il proprio mercato. Nel 1991 è stato lanciato con successo un programma di installazione per articoli per la casa di qualità, come finestre o tappeti, chiamato EXPO. Un libro di 480 pagine Home Improvement è stato pubblicato nel 1995. La catena di hardware canadese Aikenhead's Hardware è stata acquisita nel 1994 per 150 milioni di dollari con una quota del 75%. Tutti i negozi di ferramenta di Aikenhead sono stati successivamente convertiti in negozi The Home Depot.[13] Nel 1995, le vendite hanno raggiunto i 10 miliardi di dollari mentre la società gestiva 350 negozi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Paul Ausick, Why Home Depot Dominates the Home Improvement Market, in Wall Street, 9 marzo 2017. URL consultato il 19 luglio 2019.
  2. ^ (EN) The Home Depot, su google.com.
  3. ^ (EN) Vinings CDP, Georgia, in U.S. Census Bureau. URL consultato il 4 luglio 2011.
  4. ^ (EN) Home Depot Corporate website: Our History, su corporate.homedepot.com. URL consultato l'11 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2009).
  5. ^ (EN) Profile: Ken Langone, in Forbes. URL consultato il 29 giugno 2022.
  6. ^ (EN) KEN LANGONE: THE GENEROSITY OF TIME, su corporate.homedepot.com. URL consultato il 26 maggio 2022.
  7. ^ (EN) Home Depot History, su ext.homedepot.com. URL consultato il 3 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2014).
  8. ^ (EN) History of The Home Depot (PDF), su corporate.homedepot.com. URL consultato il 20 agosto 2021.
  9. ^ (EN) Here's what Home Depot looked like when it first opened in 1979, in Business Insider.
  10. ^ (EN) Investor FAQ, su ir.homedepot.com. URL consultato l'11 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2016).
  11. ^ (EN) Home Depot, in New York Times, 31 ottobre 1984.
  12. ^ (EN) Company Profile, Information, Business Description, History, Background Information on The Home Depot, Inc., su referenceforbusiness.com. URL consultato il 21 aprile 2017.
  13. ^ (EN) Stephanie Strom, Home Depot Buys Chain In Canada, in New York Times, 9 febbraio 1994. URL consultato il 21 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311582406 · ISNI (EN0000 0004 0500 019X · LCCN (ENnr94009949 · WorldCat Identities (ENlccn-nr94009949
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende