Halloween - La resurrezione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Halloween - La resurrezione
Halloween - Resurrezione.jpg
Una scena del film
Titolo originaleHalloween: Resurrection
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2002
Durata90 min
Genereorrore, thriller
RegiaRick Rosenthal
SoggettoDebra Hill, John Carpenter, Larry Brand
SceneggiaturaLarry Brand, Sean Hood
FotografiaDavid Geddes
MontaggioRobert A. Ferretti
Effetti specialiJamison Scott Goei, Cara E. Anderson, Two Hours in the Dark, The Computer Cafe, Neo Digital Imaging, K.N.B. Effects Group, Digital Dimension, Amalgamated Pixels, Roy Gabriel
MusicheDanny Lux, Jen Miller, Daniel Lenz, John Carpenter, Marco Beltrami
ScenografiaTroy Hansen
CostumiBrad Gough
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Halloween - La resurrezione (Halloween: Resurrection) è un film del 2002 diretto da Rick Rosenthal.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Laurie pensa di aver decapitato suo fratello Michael, ma decapita un infermiere che Michael aveva travestito, e per questo motivo viene processata e rinchiusa in un ospedale psichiatrico. Passano esattamente 3 anni, Michael irrompe nell'ospedale, ma Laurie sembrava lo stesse aspettando, infatti prepara una trappola al fratello sul tetto dell'edificio, ma prima di dargli il colpo di grazia, vuole essere sicura che sia effettivamente il fratello dietro la maschera e, mentre gliela sta levando, hanno una colluttazione.

Michael uccide la sorella pugnalandola e facendola cadere da un palazzo. Nel frattempo un gruppo di ragazzi ha vinto un concorso, ed ora si ritroveranno a partecipare ad un reality show che consiste nel passare la notte nella casa dove ha passato l'infanzia lo storico serial killer Michael Myers. I ragazzi ci pensano su, dopodiché accettano. Ma fanno uno sbaglio perché nella casa c'è Michael che si è rifugiato. In realtà tutti lo credono morto. Il concorso va in onda sul web. Tutti i ragazzi, pian piano, vengono uccisi da Michael, rimangono in vita solo una ragazza e l'uomo che ha architettato il tutto, grazie a un amico della ragazza, che attraverso le telecamere riesce a mandare degli avvisi su dove si trova Michael nel dato momento. Alla fine Michael si impiglia in alcuni fili della corrente ad alta tensione che lo inceneriscono. Il suo corpo viene portato in un ospedale e consegnato ad una dottoressa per l'autopsia, ma a quel punto Michael apre gli occhi. L'assassino era ancora vivo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Originariamente il film venne intitolato Halloween: The Homecoming, ma i produttori volevano un titolo che facesse capire che Michael era vivo, così si scelse Halloween - La resurrezione.
  • Nel film non viene fatta menzione degli omicidi compiuti da Michael nel quarto, nel quinto e nel sesto film.
  • Bianca Kajlich non poteva urlare e il suo urlo fu doppiato in post-produzione.
  • Il regista appare nel film nei panni di un professore del college.
  • Jamie Lee Curtis accettò la parte per assicurarsi che il suo personaggio, o lei stessa, non sarebbero più apparsi in un successivo film della serie. In tutti i casi, Jamie Lee era obbligata, per contratto, ad apparire nel film almeno in un cameo della durata di trenta secondi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema