Halloween 6 - La maledizione di Michael Myers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Halloween 6 - La maledizione di Michael Myers
Halloween-6.jpg
Michael Myers (George P. Wilbur) in una scena del film
Titolo originaleHalloween: The Curse of Michael Myers
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneUSA
Anno1995
Durata88 min
96 min (Producer's Cut)
Genereorrore, drammatico, thriller
RegiaJoe Chappelle
SoggettoDaniel Farrands, John Carpenter
SceneggiaturaDaniel Farrands
ProduttorePaul Freeman
Distribuzione (Italia)Cecchi Gori Group
FotografiaBilly Dickson
MontaggioRandy Bricker
Effetti specialiJohn Cluff
MusicheAlan Howarth
ScenografiaBryan Ryman
CostumiAnn Gray Lambert
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Halloween 6 - La maledizione di Michael Myers (Halloween: The Curse of Michael Myers) è un film americano del 1995 diretto da Joe Chappelle, sesto film della saga di Halloween con George P. Wilbur (Michael Myers) e ultimo film per Donald Pleasence prima della sua morte. Infatti il film è dedicato all'attore che ha impersonato il "dott. Sam Loomis".

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Viene rivelato che Michael Myers è stato prelevato da un culto segreto di druidi (composta da eminenti personaggi politici e da uno staff medico): il Culto della Spina, il cui scopo è proteggerlo e allo stesso tempo usarlo per i propri scopi. Il culto ha anche rapito Jamie Lloyd, che ora ha 15 anni ed è incinta proprio di Michael Myers. Il misterioso capo del culto, l'uomo vestito di nero visto nel quinto film ha fatto in modo che venisse generato un erede da Jamie e Michael. La nipote viene quindi ingravidata e partorisce un maschietto destinato a subire il progetto Thorn. Avendo appreso l'oscuro disegno che si cela dietro la setta dell'uomo in nero, la ragazza disperata elude la sorveglianza grazie a Mary, un membro della setta (che verrà ucciso dallo stesso Michael), riprende il figlio e fugge. Ma il tenebroso dottore sguinzaglia ancora una volta l'inarrestabile zio contro di lei. Jamie riesce a scappare con il bambino ma Michael la insegue e infine riesce ad ucciderla stavolta. In ogni caso non riesce a capire dove questa ha nascosto suo figlio. Michael Myers è diventato un mito nella sua cittadina e molte ragazze telefonano alla radio per dichiararsi innamorate di lui e curiose di vedere il suo volto. Il dott. Loomis, intanto, apprende finalmente il segreto della furia omicida e dell'apparente immortalità di Michael: è la maledizione del simbolo Thorn, il quale fa credere alla sua vittima che l'uccisione di tutti i membri della sua famiglia riporti equilibrio nelle condizioni che affliggono l'umanità. Il bambino che Jamie aveva nascosto in una stazione di Bus Dip viene trovato da Tommy Doyle, il bambino comparso nel primo film ossessionato dalla figura di Michael Myers, e insieme a Kara Strode, cugina adottiva di Laurie Strode, e il figlio di Kara, Danny, che avverte misteriose voci, cercherà insieme al dottor Loomis di mettere in salvo il piccolo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Molte delle scene in cui il protagonista era Donald Pleasance furono tagliate in fase di montaggio perché il regista Chapelle lo trovava "noioso". Lo script passò attraverso dodici differenti versioni prima di approdare alla versione definitiva. I personaggi di John e Debra Strode devono il loro nome a John Carpenter e Debra Hill, produttori del primo film.

Nel film Producer's Cut è il dott. Sam Loomis, che grazie a delle reminiscenze, afferma con convinzione di essere quasi riuscito ad arrestare la furia omicida di Michael Myers, narcotizzandolo mentre era incatenato. Quando a demolire tutto, smitizzando così l'epica impresa, compare un nefasto personaggio chiamato dott. Death, che libera il pazzo omicida dalla cella che lo imprigionava e rapisce la nipote Jamie Lloyd. Quest'ultima scappa dal laboratorio segreto che era divenuto la sua prigione, ma viene rintracciata da Michael, il quale riesce soltanto a ferirla. Una volta condotta d'urgenza in ospedale, sarà lo stesso dott. Death a porre fine alla sua esistenza con un letale colpo di pistola, visto che oramai il compito della donna è terminato. Il figlio di Jamie viene tuttavia preso in custodia e tratto in salvo da Loomis e Tommy Doyle, ma il dottor Morte, deciso a tutto pur di appropriarsi del bambino, rapisce Kara Strode, minacciando di toglierle la vita se i due nuovi tutori del pargolo non glielo avessero consegnato immediatamente. Doyle e Loomis accettano quindi l'infame ricatto e quest'ultimo scopre con grande sorpresa che Death altri non è che il dott. Wynn, suo vecchio ed inseparabile collega e amico (nel primo Halloween Loomis informa la polizia che Myers è scappato dal manicomio e si rivolge ad un tale chiamato, per l'appunto, dottor Wynn). Mentre lo stupore pervade la mente di Loomis, contemporaneamente entra in scena l'uomo con la maschera bianca, che invaso da un raptus omicida, stermina tutti i membri della setta ad eccezione di Wynn, contro il quale non sembra avere alcun potere (nel 6 invece stermina tutta la setta nessuno escluso). Tommy ingaggia un terribile scontro con il serial killer il quale ha la peggio finendo a terra, trafitto dalla RUNA THORN POSITIVA ritrovata in un laboratorio. Tommy e Kara riescono quindi a fuggire mentre Loomis è pronto a far terminare questo incubo una volta per tutte: si avvicina infatti a Michael, il quale è ancora privo di sensi, brandendo una pistola e con calma siderale gli sfila la sua inseparabile maschera. Troverà però dietro quest'ultima il dottor Wynn, il quale, ormai prossimo alla morte, rivela a Loomis di essere stato quasi da subito contrario al progetto Thorn e alle sue nefaste conseguenze: è il simbolo impresso sul suo braccio che lo ha obbligato per tutto quel tempo ad agire in modo sconsiderato, è quel simbolo maledetto che gli ha imposto di proteggere Michael Myers e di vegliare su di lui. Appena Wynn muore dal suo braccio infatti svanisce immediatamente il Thorn, dimostrazione che il compito del dottore ormai è stato portato a termine, ma come per un orrendo disegno del Male, riappare sul braccio di Loomis: ora è lui il nuovo protettore di Michael. Il povero dottore era stato coinvolto nei piani del Dio Samhain, il quale dopo averlo visto combattere per innumerevoli anni inumani scontri contro Michael lo ha quindi prescelto come sua nuova guida, riservandogli un infame destino. Le urla di Loomis riecheggiano nell'ospedale ma... dov'è il vero Myers? Una misteriosa figura con indosso il cappello e l'impermeabile di Wynn si staglia nell'ombra, per un attimo si ferma ad ascoltare le grida di Loomis, poi, lentamente, si allontana... Michael è più vivo che mai.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema