Giulio D'Antona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giulio D'Antona (Milano, 24 novembre 1984) è uno scrittore, traduttore e produttore cinematografico italiano.

Giulio D'Antona, 2019

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giulio D'Antona nasce a Milano nel 1984. Nel 1989 la sua famiglia si trasferisce a Taino, sulla sponda lombarda del Lago Maggiore dove rimarrà fino alla fine del Liceo classico. Tornato a Milano per frequentare la facoltà di Scienze Naturali dell'Università degli Studi di Milano, comincia a collaborare con il quotidiano locale La Prealpina e con il mensile Blow Up, occupandosi di libri. Terminati gli studi, nel 2012 entra a far parte della redazione del quotidiano online Linkiesta, prima come responsabile della sezione cultura e poi come caporedattore. Nello stesso anno, pubblica la sua prima raccolta di racconti per Eclissi Editrice, dal titolo Senza un briciolo di emozione.

Dopo aver conosciuto lo sceneggiatore e fumettista Tito Faraci, nel 2013 inizia a scrivere e pubblicare storie per Topolino.

Nel 2014 si trasferisce a New York, dove lavora come corrispondente per Linkiesta, L'Espresso, Rolling Stone Italia, IL magazine de Il Sole 24 Ore e Pagina99 scrivendo di cultura e letteratura statunitense.

Nel 2016 pubblica per Minimum fax Non è un mestiere per scrittori. Vivere e fare libri in America, lungo reportage narrativo sul mondo editoriale statunitense. Nel 2017 partecipa all'antologia curata da Alberto Rollo Che cosa ho in testa (Baldini+Castoldi) e avvia una collaborazione con la rivista Linus (periodico).

Nel 2018 comincia a collaborare come traduttore per la saggistica con Bompiani e fonda, con Jacopo Cirillo, Davide Azzolini e Nicola Giuliano, la società di produzione Aguilar Entertainment, che si occupa di stand up comedy e con la quale ha prodotto, l'anno successivo, i primi tre comedy special italiani di Edoardo Ferrario, Francesco De Carlo e Saverio Raimondo per Netflix e nel 2020 i comedy special di Edoardo Ferrario per RaiPlay e Luca Ravenna.

Nel 2019 idea, scrive, conduce e produce i podcast Comedians e, con Guia Cortassa, Un'estate fa, per StorieLibere. Nello stesso anno pubblica l'antologia Stand-up comedy (Einaudi Stile Libero) e, nel 2020, Milano. Storia comica di una città tragica (Bompiani). Sempre nel 2020 ha curato la raccolta di saggi Armoniose bugie di John Updike per Edizioni SUR.

Dal 2020 lavora come produttore esecutivo per la casa di produzione napoletana Dazzle Communication.

Vive e lavora a Milano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

  • Non è un mestiere per scrittori. Vivere e fare libri in America. Roma, Minimum Fax, 2016 ISBN 9788875217143
  • Milano. Storia comica di una città tragica. Milano, Bompiani, 2020 ISBN 9788830101760

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Racconti in antologie collettive[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Comedy special[modifica | modifica wikitesto]

  • Edoardo Ferrario, Temi caldi, 2019 (Produttore esecutivo)
  • Francesco De Carlo, Cose di questo mondo, 2019 (Produttore esecutivo)
  • Saverio Raimondo, Il satiro parlante, 2019 (Produttore esecutivo)
  • Edoardo Ferrario, Diamoci un tono, 2020 (Produttore esecutivo)
  • Luca Ravenna, Live @, 2020 (Produttore esecutivo)

Film[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]