Giorgio Santuz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorgio Santuz
Giorgio Santuz ministro.jpg

Ministro per la funzione pubblica
Durata mandato 28 luglio 1987 –
11 marzo 1988
Predecessore Livio Paladin
(Organizzazione della pubblica amministrazione e Regioni)
Successore Paolo Cirino Pomicino

Ministro dei trasporti
Durata mandato 13 aprile 1988 –
23 luglio 1989
Predecessore Calogero Mannino
Successore Carlo Bernini

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature VI, VII, VIII, IX, X
Gruppo
parlamentare
DC
Collegio Udine
Incarichi parlamentari
  • VI
    • Componente della VIII commissione istruzione e belle arti
    • Componente della commissione speciale per l'esame del disegno di legge di conversione del decreto-legge recante provvidenze per le popolazioni del Friuli colpite dal terremoto
  • VII
    • Vicepresidente della commissione speciale per l'esame del disegno di legge di conversione del decreto-legge concernente interventi per le zone del Friuli-Venezia Giulia colpite dagli eventi sismici dell'anno 1976 (21 ottobre 1976 - 19 giugno 1979)
    • Vicepresidente della commissione speciale incaricata, in sede referente, del progetto di legge N. 1479 ricostruzione delle zone della regione Friuli-Venezia Giulia e della regione Veneto colpite dal terremoto nel 1976
    • Componente della VII commissione difesa (31 luglio 1976 - 20 marzo 1979, 28 marzo 1979 - 19 giugno 1979)
    • Componente della VIII commissione istruzione e belle arti (5 luglio 1976 - 19 giugno 1979)
    • Componente della commissione parlamentare per il parere al governo sull'attuazione delle deleghe previste dalle norme relative alla ricostruzione delle zone colpite dal terremoto del 1976 nelle regioni del Friuli-Venezia Giulia e Veneto (26 ottobre 1977 - 28 marzo 1979)
    • Componente della commissione parlamentare per il parere al governo da emanare in esecuzione degli accordi fra l'Italia e la Jugoslavia, firmati a Osimo il 10 novembre 1975 (8 giugno 1977 - 28 marzo 1979)
  • VIII
    • Componente della I commissione affari costituzionali (15 luglio 1981 - 11 luglio 1983)
    • Componente della III commissione esteri (4 aprile 1980 - 17 ottobre 1980)
    • Componente della VII commissione difesa (11 luglio 1979 - 29 ottobre 1980)
    • Componente della VIII commissione istruzione e belle arti (29 ottobre 1980 - 15 luglio 1981)
  • IX
    • Segretario della X commissione trasporti (20 febbraio 1986 - 1º agosto 1986)
    • Componente della VII commissione difesa (12 luglio 1983 - 24 settembre 1985, 25 settembre 1985 - 1º agosto 1986, 1º agosto 1986 - 1º luglio 1987)
    • Componente della commissione parlamentare per il parere al governo sulle norme delegate relative alla riforma tributaria (8 novembre 1983 - 4 agosto 1986)
  • X
    • Componente della VIII commissione lavori pubblici (26 luglio 1989 - 22 aprile 1992)
    • Componente della XI commissione lavoro (4 agosto 1987 - 26 luglio 1989)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Titolo di studio Laurea in lingue straniere
Professione Insegnante

Giorgio Santuz (Udine, 23 gennaio 1936) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di professione insegnante, ha ricoperto la carica di presidente dell'Ente Friuli nel mondo[1] e della società Autovie Venete[2].

Deputato democristiano dal 1972 al 1992, ha ricoperto la carica di sottosegretario agli esteri nei governi Andreotti V, Cossiga I e Fanfani VI, ai lavori pubblici nei governi Forlani, Spadolini I e II, al tesoro nel Fanfani V, all'industria, commercio e artigianato nel governo Craxi II, nonché ministro della funzione pubblica nel governo Goria e Ministro dei trasporti nel governo De Mita.

È stato menzionato nel libro "La Casta" (pag 208-209) in relazione ad un patteggiamento proprio per una vicenda legata ad Autovie Venete.

Il 13 giugno 1992 ha ricevuto un avviso di garanzia per una indagine relativa a tangenti per l'aeroporto Malpensa nell'ambito della inchiesta mani pulite[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ente Friuli nel Mondo | Le cariche sociali Archiviato l'8 maggio 2009 in Internet Archive.
  2. ^ CV di Giorgio Santuz (PDF), su regione.fvg.it. URL consultato il 27 maggio 2018 (archiviato il 27 maggio 2018).
  3. ^ I fatti del giorno. 1/a edizione (4): la cronaca, su www1.adnkronos.com. URL consultato il 27 maggio 2018 (archiviato il 27 maggio 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]