Giorgio Barsanti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorgio Barsanti
Giorgio Barsanti.jpg
Giorgio Barsanti con la maglia della Pro Patria (1950)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1953
Carriera
Giovanili
193?-1935 Viareggio
Squadre di club1
1935-1937 Viareggio 23 (6)
1937-1938 Genova 1893 14 (8)
1938-1941 Ambrosiana-Inter 27 (12)
1941-1942 Lucchese 3 (0)
1941-1942 Cremonese 21 (18)
1942-1943 Cremonese 29 (5)
1944Trastevere? (?)
1945-1946 Inter 29 (3)
1946-1949 Sampdoria 60 (6)
1949-1952 Pro Patria 73 (6)
1952-1953 Vigevano 23 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giorgio Barsanti (Viareggio, 23 settembre 191811 novembre 1994) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante estroso e spettacolare[1] anche se molto discontinuo,[2] dopo due anni disputati in Serie B con la squadra della sua città, il Viareggio, passa al Genova 1893 per disputare il campionato di Serie A 1937-1938.

L'esordio, alla 14ª di campionato il 2 gennaio 1938 nella goleada (0-4) esterna contro la Lucchese, vede Barsanti andare subito in rete,[3] e anche il prosieguo del torneo è molto positivo, con 8 reti complessive realizzate in 14 incontri e i rossoblu che chiudono il campionato al terzo posto finale, risultato da allora mai più raggiunto dai genovesi.

A fine stagione si trasferisce all'Ambrosiana Campione d'Italia. A Milano disputa tre stagioni senza riuscire ad imporsi da titolare (27 presenze complessive) ma andando a segno con una certa frequenza (12 reti all'attivo) e conquistando la Coppa Italia 1938-1939 (prima della storia dei nerazzurri) e il campionato 1939-1940.

Nell'estate 1941, dopo il suo migliore campionato a Milano (12 presenze e 5 reti), viene ceduto in Serie B alla Lucchese, con cui scende in campo in 3 occasioni. A gennaio viene ceduto alla Cremonese[4] e con 18 reti in 21 partite contribuisce a portarla in Serie B. Sarà centravanti titolare anche nella stagione successiva con la Cremonese, fra i cadetti, per poi trasferirsi, all'interruzione bellica dell'attività ufficiale, a Roma, dove disputa il Campionato romano di guerra 1944 con il Trastevere, che chiude il torneo all'ultimo posto.

Nel 1945 rientra all'ora ridenominata Inter, con cui disputa da titolare l'anomalo Campionato 1945-1946, per poi passare, l'annata successiva, alla neonata Sampdoria.

A Genova sponda blucerchiata Barsanti disputa due campionati da titolare, mentre nel successivo (1948-1949) scende in campo in una sola occasione.[5] Si trasferisce quindi alla Pro Patria con cui disputa altri tre campionati di massima serie, tutti conclusi con la permanenza in A dei tigrotti. Chiude la carriera in Serie C col Vigevano.

In carriera ha totalizzato complessivamente 174 presenze e 32 reti nella Serie A a girone unico e 54 presenze e 10 reti in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ambrosiana: 1939-1940
Ambrosiana: 1938-1939
Cremonese: 1941-1942

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ lippi - Articoli e post su lippi trovati nei migliori blog[collegamento interrotto]
  2. ^ Piero Sessarego, Sampdoria ieri oggi domani, Nuove Edizioni Periodiche, 1991, pag. 38
  3. ^ Dal Sito dell'Istituto di Storia e Statistica del Calcio
  4. ^ Unione Sportiva Cremonese, oltre cento anni di storia, di Alexandro Everet e Carlo Fontanelli, GEO Edizioni, 2005, a pagina 145
  5. ^ Piero Sessarego, Sampdoria ieri oggi domani, Nuove Edizioni Periodiche, 1991, pag. 52-53

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Piero Sessarego, Sampdoria ieri oggi domani, Nuove Edizioni Periodiche, 1991, pag. 422

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]