Gaja Lombardi Cenciarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gaja Cenciarelli)
Jump to navigation Jump to search

Gaja Lombardi Cenciarelli (Roma, 1968) è una scrittrice e traduttrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in lingue e specializzata in letteratura anglo-irlandese, traduce letteratura e saggistica dei paesi di lingua inglese[1]. Fra le altre, è autrice della versione italiana di opere di Edith Wharton, Margaret Atwood[2][3], Flannery O'Connor[4], Will Self, Laura Kipnis, Robert Nathan, Kevin Brockmeier e Margo Lanagan.

Fra le sue opere, Extra omnes (2006, Zona)[5], sul rapimento di Emanuela Orlandi, Sangue del suo sangue (2011, Nottetempo)[6], incentrato su un assassinio perpetrato dalle Brigate Rosse, Pensiero stupendo nasce un poco strisciando (2015, Lite-Editions)[7], parodia della storia di Adamo ed Eva, e La nuda verità (2018, Marsilio Editori)[8][9][10].

Partecipa inoltre a diverse antologie di racconti[11][12][13][14] e collabora con le riviste Linus[15], Accattone e Carta, e con i quotidiani Il Dubbio[16] e Il Riformista[17][18]. Fa parte del comitato editoriale della rivista Nuovi Argomenti[19].

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

È docente di Lingua e letteratura inglese in un liceo romano[20]. Ha raccontato la sua esperienza di insegnante durante la pandemia di Covid-19 sul quotidiano il manifesto[21]. Con Nadia Terranova ed Elena Stancanelli fa parte di Piccoli maestri, un'associazione che si pone l'obiettivo di promuovere la lettura nelle scuole[22].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaja Lombardi Cenciarelli, Colori, Stagno, 1997.
  • Gaja Lombardi Cenciarelli, Il cerchio, Edizioni Empirìa, 2003, ISBN 9788887450316.
  • Gaja Lombardi Cenciarelli, Espiazione 2.0, Senzapatria Editore, 2010, ISBN 9788897006060.
  • Gaja Lombardi Cenciarelli, Sangue del suo sangue, Nottetempo, 2011, ISBN 9788874522842.
  • Gaja Lombardi Cenciarelli, Pensiero stupendo nasce un poco strisciando, Lite-Editions, 2015, ISBN 9788866654186.
  • Gaja Lombardi Cenciarelli, Roma (Tutto maiuscolo come sulle vecchie targhe), Ventizeronovanta, 2015, ISBN 9788890921773.
  • Gaja Lombardi Cenciarelli, La nuda verità, Marsilio Editori, 2018, ISBN 9788831729895.

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaja Lombardi Cenciarelli, Extra omnes. L'infinita scomparsa di Emanuela Orlandi, Zona, 2006, ISBN 9788889702178.

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marta Cervino, Gaja Cenciarelli #time2share, su Marie Claire, 2 dicembre 2020. URL consultato il 16 gennaio 2021.
  2. ^ Rosella Postorino, L'uomo è un uovo, il guscio si schiude e la sorpresa potrebbe non piacerti, su La Stampa, 20 giugno 2020. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  3. ^ Rosella Milone, Stupratori immaginari firmati Margaret Atwood, su l'Espresso, 10 luglio 2018. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  4. ^ Redazione Cultura, Cavani e Rovelli su «la Lettura», su Corriere della Sera, 21 agosto 2020. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  5. ^ Giuseppe Genna, Gaja Cenciarelli: Extra omnes, su Carmilla on line, 18 settembre 2006. URL consultato il 15 gennaio 2021.
  6. ^ Elena Cirioni, Gaja Cenciarelli, Sangue del suo sangue, Nottetempo, 2011, su Argo, 24 aprile 2014. URL consultato il 15 gennaio 2021.
  7. ^ Michele Lupo, Pensiero stupendo nasce un poco strisciando, su Flanerí, 6 luglio 2015.
  8. ^ Simonetta Sciandivasci, La nuda verità, su Il Foglio, 3 ottobre 2018.
  9. ^ "La nuda verità" di Gaja Cenciarelli: il dolore non è misura dell'intelligenza, su Gazzetta del Sud, 12 Dicembre 2018.
  10. ^ (EN) Catherine Dunne, Federica Sgaggio, Tales of two countries – an Irish-Italian cultural exchange, su The Irish Times. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  11. ^ Simonetta Sciandivasci, Le visionarie, su Il Foglio, 3 maggio 2018.
  12. ^ "Roma per le strade 2" (Azimut), 29 scrittori raccontano la città eterna., su Affaritaliani.it, 22 aprile 2010. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  13. ^ Tutti giù all'inferno - Anagnina che toglie i peccati del mondo, su Mangialibri, 30 gennaio 2008. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  14. ^ Pensiero madre, su Mangialibri, 29 luglio 2016. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  15. ^ Redazione, Cosa c’è nel numero di novembre di Linus, su Fumettologica, 8 novembre 2017. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  16. ^ Gaja Cenciarelli, Grazie prof: ritorna il bel "Registro di classe" di Sandro Onofri, su Il Dubbio, 7 febbraio 2019.
  17. ^ Gaja Cenciarelli, Piccole donne, finalmente una versione del film non melensa, su Il Riformista, 10 gennaio 2020. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  18. ^ Gaja Cenciarelli, Atwood: il crinale che separa salvezza e rovina, su Il Riformista, 20 novembre 2020. URL consultato il 15 gennaio 2021.
  19. ^ redazione, Comitato editoriale, su Nuovi Argomenti. URL consultato il 14 gennaio 2021.
  20. ^ Sabina Minardi, La scuola che resiste al coronavirus: così gli insegnanti fanno lezione tra app e inventiva, su L'Espresso, 19 marzo 2020.
  21. ^ Gaja Cenciarelli, Senza scuola non c'è politica, non c'è giustizia, su il manifesto, 13 giugno 2020.
  22. ^ Stefania Ulivi, «Sfangarla», i Piccoli maestri vanno a scuola. In streaming, su Corriere della Sera, 20 marzo 2020. URL consultato il 15 gennaio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN102804984 · ISNI (EN0000 0000 7270 4462 · SBN IT\ICCU\MODV\251547 · WorldCat Identities (ENlccn-no2006113034