Frederick de Houtman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Viaggio di Frederick de Houtman e Jacob d'Edel
Frederik Houtman SK-A-2727.jpg
Tiponavale
Cronologia4
Parte diEsplorazione europea dell'Australia
ObiettivoCercare nuovi sbocchi commerciali
Data di partenza1619
EsitoAvvistata la costa nei pressi di Perth, Australia occidentale
Equipaggiamento
ComandantiFrederick de Houtman e Jacob d'Edel
MezziDordrecht e Amsterdam
FinanziamentoCompagnia olandese delle Indie Orientali
Viaggio di Dirk Hartog

Viaggio di Jan Carstenszoon e Willem Joosten Van Colster

Ritratto di Frederick de Houtman eseguito da David de Meyne nel 1617

Frederick De Houtman o Frederik de Houtman (Gouda, 1571Alkmaar, 21 ottobre 1627) è stato un esploratore olandese che navigò lungo la costa occidentale dell'Australia diretto a Batavia, oggi nota come Giacarta in Indonesia. Fece osservazioni pionieristiche delle stelle meridionali che contribuirono alla creazione di 12 nuove costellazioni meridionali.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Monumento dedicato a Cornelis e Frederik de Houtman a Gouda, Paesi Bassi

Frederick de Houtman nacque a Gouda, nelle Diciassette Province (attuali Paesi Bassi).

Aiutò il compatriota navigatore Pieter Dirkszoon Keyser con le osservazioni astronomiche durante la sua prima spedizione dai Paesi Bassi alle Indie Orientali nel 1595-1597.

Nelle successive spedizioni aggiunse altre stelle alla liste di quelle osservate da Keyser. Tra loro scoprì numerose costellazioni.

De Houtman era il fratello maggiore di Cornelis de Houtman, ucciso durante una seconda spedizione nel 1598-1599. Frederick fu imprigionato dal sultano di Aceh a Sumatra settentrionale, ma sfruttò i due anni di prigionia studiando la locale lingua malese e facendo osservazioni astronomiche.

Nel 1603, dopo il ritorno nei Paesi Bassi, Frederick pubblicò le proprie osservazioni stellari in un'appendice del suo dizionario con grammatica del malese e malgascio.[1]

Nel 1619, imbarcato sulla VOC Dordrecht, con Jacob d'Edel imbarcato sulla VOC Amsterdam, avvistarono una terra sulla costa australiana nei pressi dell'odierna Perth e la chiamarono d'Edelsland. Dopo aver navigato verso nord After lungo la costa incontrò ed evitò per poco una serie di secche, poi chiamate Houtman Abrolhos. De Houtman sbarcò nella regione di Eendrachtsland già scoperta da Dirk Hartog. Nel suo diario, De Houtman identifica queste coste con la terra di Beach di Marco Polo, o Locach, come mostrato sulle mappe del tempo come quelle di Petrus Plancius e Jan Huygen van Linschoten.[2]

De Houtman morì ad Alkmaar nella Repubblica delle Sette Province Unite.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fr. de Houtman, Spraeck ende woord-boeck, in de Maleysche ende Madagaskarsche talen, met vele Arabische ende Turcsche woorden. Inhoudende twaelf tsamensprekeninghen inde Maleysche, ende drie in de Madagaskarsche spraken, met alderhande woorden ende namen, ghestela naer dordre vanden A.B.C. alles int Nederduytsch gestellt: noch zijn hier byghevoecht de declinatien van vele vaste Sterren, staende ontrent den Zuyd-pool (Amsterdam: Jan Evertsz. Cloppenburch, 1603) online link.
  2. ^ Letter of Commandeur Frederik de Houtman to the Chamber Amsterdam, 7 ottobre 1620, Algemeen Rijksarchief, The Hague, 982, 1620 II, fol147-151, fol. 148r; citato in P. A. Leupe, De Reizen der Nederlanders naar het Zuidland of Nieuw-Holland in de 17e en 18e eeuw, Amsterdam, G. Hulst van Keulen, 1868, p.29, 32; citato in Frederik Willem Stapel, De Oostindische Compagnie en Australië, Amsterdam, P.N. van Kampen, 1937, pp.11 en 28.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN47819483 · ISNI (EN0000 0000 7974 8097 · BAV 495/69532 · CERL cnp00504400 · LCCN (ENn2001037475 · GND (DE12865323X · BNF (FRcb12806906t (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2001037475